• Home
  • »
  • Archivio
  • »
  • La mano che ha portato Holz alla vittoria del Mega Poker Series

La mano che ha portato Holz alla vittoria del Mega Poker Series

Fedor Holz (foto in alto) è uno dei giocatori di poker di maggiore successo in questo 2014. Dopo la vittoria del WCOOP main event sotto il nickname CrownUpGuy, ha messo a segno anche una vittoria all’EPT Barcellona e altre cinque in the money.

Tra i successi messi in saccoccia c’è anche il main event del Mega Poker Series, ed è proprio al final table che si è disputata una mano degna di nota.

Sono 6 I giocatori ancora al tavolo al Mega Poker Series, che si è tenuto al Poker Royale di Vienna. Al momento il chipleader è Gerald Karlic (foto in basso) che vanta circa 4.7 millioni di chips. Holz è in terza posizione con 2.2 millioni.

Dal flop al river

gerard karlic

Bui a  25k/50k/5k, sul tavolo il pot è già di  105,000 chips.

Holz ha in mano K9 e rilancia di 110,000. A seguirlo solo Karlic che è il grande buio. Il pot raggiunge ora la cifra di  275,000. Il flop rivela 532.

Karlic scommette 150,000 e  Holz chiama, portando cosi il piatto a 575,000 chips. È tempo del turn che mostra 5.

Karlic betta nuovamente, ma questa volta di ben 260,000 e Holz colla ancora una volta portando il pot a 1,095 millioni. Il river è servito Q.

Scommessa di ben 620,000 di Karlic. Holz si ferma un paio di minuti a riflettere, forte solo di un re come carta più alta. Infine chiama.

Questa la situazione allo showdown:

Holz: K spades K 9 spades 9

Karlic: J clubs J 7 diamonds 7

Board: 5 spades 5 3 spades 3 2 clubs 2 5 hearts 5 Q diamonds Q

Con questo colpo Holz mette in sacca un pot da 2,375 millioni, che lo ha poi portato a vincere l’intero torneo.

Arrivato alle battute finali e forte del suo stack, Karlic ha cercato di buttare fuori Holz mettendogli pressione con una serie di rilanci sempre più grossi.

In molti avrebbero mollato, ma Fedor non è certo il tipo da farsi mettere sotto pressione e a parte una piccolo esitazione è andato dritto per la sua strada mostrando un enorme coraggio.

Leggi anche: Come non giocare contro un pro

Lascia un commento

Your comment is waiting for approval