BitCoin Potrebbe "Liberare" il Poker negli Stati Uniti

bitcoin3d6phb

Anche la prestigiosa rivista Forbes ha dedicato un articolo al binomio BitCoin-poker online.

In tempi non sospetti abbiamo parlato ampiamente di BitCoin [1] [2] [3], una sorta di moneta virtuale che per le sue caratteristiche parrebbe fatta su misura per essere utilizzata nelle poker room e più in generale nei siti di gambling online.

Di recente se n'è accorto anche Forbes, celeberrima rivista economica statunitense, che qualche giorno fa ha pubblicato un pezzo per l'edizione online, nel quale analizza i possibili sviluppi della vicenda.

In verità, secondo Forbes la questione è più complessa di quanto potrebbe sembrare. Vero, BitCoin non è una valuta in senso stretto, e dato che non utilizza alcun sistema bancario, sembra adattarsi benissimo alle esigenze delle poker room online, che negli Stati Uniti non possono operare a causa delle leggi vigenti in materia.

Non a caso molti siti stanno pensando di utilizzarla, come ad esempio Infiniti Poker, una poker room canadese che crede fermamente nelle potenzialità di BitCoin.

L'autore del pezzo su Forbes (Tim Worstall), però, ha avanzato alcune remore. Sebbene ritenga che l'utilizzo di BitCoin nelle poker room sarebbe completamente legale in senso stretto, il giornalista non pensa che il binomio possa funzionare nel lungo periodo.

Per quanto ritenga illogica la campagna contro il poker online, Worstall non crede che le autorità possano reagire in maniera positiva a questo possibile sviluppo.

Worstall fatica a capire il motivo per cui un maggiorenne americano non possa scommettere i propri soldi online, visto che il gambling in sé, per tacere del poker, non è affatto illegale negli Stati Uniti. Anzi, scrive l'autore, negli States ci sono molti posti dove si può giocare d'azzardo e dove il gioco è addirittura incoraggiato.

Ma dato che sono state promulgate alcune leggi per rendere il gambling online illegale, secondo Worstall molto difficilmente le autorità ignoreranno quei siti che penseranno di aver trovato una scappatoia.

Il giornalista di Forbes ha portato l'esempio dell'uso della marijuana per scopi medici, reso legale da alcuni stati a livello locale, ma fortemente osteggiato a livello federale. Allo stesso modo, dice Worstall, sebbene l'utilizzo di BitCoin per giocare a poker online possa essere completamente legale, le autorità molto probabilmente interverranno, magari con una legge apposita, per mettere i bastoni tra le ruote agli operatori.

E agli appassionati di poker online, naturalmente.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti