WSOP Main Event – L'Italia ha i suoi Fantastici Quattro

sergio castelluccio2

Si chiude anche il Day 4 del Main Event delle WSOP, l'Italia porta avanti quattro alfieri: Castelluccio, Sammartino, Borsa e Pescatori.

Una giornata abbastanza profittevole per i nostri colori, che ci avvicina a momenti sempre più caldi del Main Event delle World Series of Poker.

Si è concluso anche il Day 4, il field dei partecipanti si è ristretto tantissimo, come si poteva ampiamente prevedere, e la bandiera tricolore continua a spiccare molto in alto nel chipcount.

Siamo scesi sotto il muro dei 300 superstiti nella corsa al braccialetto più ambito di queste WSOP, visto che sono 297 i giocatori ancora in corsa.

E tra questi sono quattro i nostri rappresentanti, tutti con uno stack di grande valore oppure con una nomea decisamente alta, guadagnata sia negli anni che in questo Main Event.

Sono - in ordine di stack - Sergio Castelluccio, Dario Sammartino, Alessandro Borsa e Max Pescatori, ovvero i Fantastici Quattro che ci rappresenteranno nel Day 5 in programma questa sera.

Li vedremo all'opera fin dallo scoccare delle 21 in Italia, quando inizierà quello che, con ogni probabilità, sarà il terzultimo giorno di gioco prima della composizione del Final Table, che a differenza delle ultime edizioni si disputerà subito, e non a Novembre.

Un poker tutto da seguire

Come abbiamo già accennato, è Sergio Castelluccio il migliore tra i quattro azzurri ancora in corsa. Dopo uno splendido Day 2 in cui era addirittura in piena Top Ten, ha svolto un clamoroso Day 4.

Tornato là davanti fin dai primi minuti di gioco, il 'Genio' ha mantenuto uno stack di grande rispetto, portandosi di prepotenza tra i primi 30 del chipcount.

Per l'esattezza, il giocatore calabrese ha imbustato 2.320.000 chip e ha il 29° stack più alto. E poco più indietro troviamo anche Dario Sammartino, altro grande protagonista in queste WSOP.

samma combo
Dario è pronto a sparare

Madgenius è esattamente in sessantesima posizione, con 1.769.000 gettoni che saranno la sua dote in vista di un Day 5 da aggredire come suo solito, perchè vista la sua carriera sicuramente il player campano giocherà per i massimi.

Ottimo Day 4 e non pochi rimpianti anche per Alessandro Borsa, il quale ha stazionato tra i primi 70-80 del count per gran parte della giornata, salvo perdere un colpo importante sul finire.

Per lui comunque c'è da gestire uno stack di 816.000 chip e una presenza intorno alla metà della classifica, pertanto ci aspettiamo qualcosa di importante anche dal giovane player milanese.

A chiudere questo poker azzurro tutto da seguire c'è il rappresentante italiano per eccellenza alle WSOP, quel Max Pescatori che sta finalmente trovando continuità in un Main Event a lui spesso indigesto.

Non uno stack profondissimo, però, quello che il 'Pirata' avrà a disposizione questa sera al Day 5. Appena 429.000 gettoni, con un livello di partenza che sarà da 12.000/24.000 e ante da 4.000.

Salas mena le danze

Al termine del Day 4, in testa al plotone dei 297 superstiti c'è l'Argentina al comando. Damian Salas ripartirà con 4.678.000 chip e con la leadership da difendere.

Un buon vantaggio per il player di Buenos Aires, che ripartirà con circa mezzo milione di vantaggio rispetto a Sebastien Comel, francese al secondo posto. Il podio virtuale è completato dal belga Kenny Hallaert, tra i primissimi anche sul finire del Day 3.

Andiamo a vedere la Top Ten ufficiale di fine Day 4:

  1. Damian Salas 4,678,000

  2. Sebastien Comel 4,198,000

  3. Kenny Hallaert 4,145,000

  4. John Kelly 3,973,000

  5. Richard Gryko 3,559,000

  6. Cosmin Joldis 3,500,000

  7. Colin Moffatt 3,086,000

  8. Jonas Mackoff 3,076,000

  9. Eyal Maaravi 3,030,000

  10. Valentin Messina 2,979,000

Appena fuori dalla Top Ten troviamo un ottimo Ben Lamb, quattordicesimo a quota 2.746.000 chip, presente in alto anche Antoine Saout.

Charlie Carrel WSOP

Tra le stelle ancora in corsa troviamo Matthias de Meulder, Charlie Carrel, Isaac Haxton, Dominik Nitsche, Greg Mueller, Marcel Luske, Randy Lew, Connor Drinan, Davidi Kitai, David Pham, Timothy Adams e Matt Giannetti.

Tra gli italiani che, invece, si sono fermati anzitempo, questi i loro risultati:

  • 347° Filippo Gandini 35.267$
  • 412° Mariano Cafagna 31.170$
  • 503° Flaminio Malaguti 24.867$
  • 536° Dario Delpiano 24.867$
  • 617° Alessandro Minasi 20.411$

Un'altra scrematura

Si riparte dunque in 297 in avvio di questo Day 5. Tutti i giocatori ancora in corsa si sono garantiti un assegno da 35.267 dollari, ma manca davvero poco per un altro scalino che porterà il premio a quota 40.181.

Come detto, il livello di partenza sarà il numero 22, con bui da 12.000/24.000 e un ante di 4.000. Situazione un po' scomoda per Max Pescatori - sotto i 20 big bind - più gestibile per gli altri tre azzurri.

Vi siete persi gli altri eventi targati WSOP? Ecco la nostra carrellata con i vincitori dei braccialetti fin qui assegnati.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti