Pokerstars Championship Bahamas: primo trofeo a Christian Harder

Christian Harder pokerstars championship

Qui troverete i risultati degli azzurri impegnati al PokerStars Championship Bahamas, la prima tappa del circuito live targato PokerStars che ha sostituito l’EPT.

Dopo aver mandato in soffitta lo European Poker Tour, PokerStars dà il benvenuto ai nuovi Championship, con il PokerStars Championship Bahamas dal 6 al 14 gennaio 2017. Tanti gli eventi in programma, adatti a tutte le tasche.

Si parte con il Super High Roller da 100.000 dollari di buy-in, che fa da aperitivo più che gustoso al Main Event da 5.000 dollari che metterà in palio il primo nuovo trofeo che va a sostituire la gloriosa ‘picca’.

E poi ancora un Super Knockout Single Re-Entry da 10.000 dollari, un High Roller da 50.000, un Single Re-Entry di Omaha da 25.000, ma anche tanti tornei più abbordabili con buy-in da 2.000 dollari.

[Leggi anche: Momenti Memorabili all’EPT: Parlano i Poker Pro]

 

Christian Harder batte Cliff Josephy ed alza la picca

Il PokerStars Championship Bahamas, primo evento del nuovo circuito targato PokerStars, va a Christian Harder che, dopo essersi accordato con Cliff Josephy per un deal, batte il suo avversario in heads-up, alza la picca al cielo e si intasca un gettone di presenza di quasi 430.000 dollari.

Ironia della sorte, si può dire che la carriera di Christian Harder sia cominciata proprio alle Bahamas, al PCA del 2008, il suo primo risultato importante in carriera. Tra l’altro, tra i finanziatori di un allora giovanissimo Harder c’era proprio Cliff Josephy, che dimostrò di vederci lungo sulle qualità del connazionale.

I due americani hanno preceduto un altro statunitense, Michael Vela, che si è dovuto accontentare – per modo di dire – di un 3° posto da 259.980 dollari. 4° posto per il russo Aleksei Opalikhin, davanti al chip leader del final day, il canadese Michael Gentili, e al danese Rasmus Glæsel.

Ecco il payout del final table del PokerStars Championship Bahamas

1)      Christian Harder $429.664*

2)      Cliff Josephy $403.448*

3)      Michael Vela $259.980

4)      Aleksei Opalikhin $191.420

5)      Michael Gentili $140.940

6)      Rasmus Glæsel $103.780

 

 

Christian Harder bahamas

 

Side Event: secondi posti per Walter Treccarichi e Fiodor Martino

Tra gli eventi collaterali a regalare soddisfazioni agli azzurri, da segnalare un doppio podio: sia Walter Treccarichi sia Fiodor Martino sono arrivati 2°, rispettivamente nell’Evento 59 e nell’Evento 50.

Treccarichi ha giocato un torneo di No Limit Hold’em da 1.100 dollari, inchinandosi in heads-up soltanto al brasiliano Walter Oaquim. Per ‘cesarino90’ una metaforica medaglia di bronzo da 15.00 dollari:

1)      Walter Oaquim $17.630

2)      Walter Treccarichi $15.000

3)      John Gulino $10.560

4)      Alexander Ziskin $7.940

5)      Anzor Lepshokov $5.960

6)      Enio Bozzano $4.480

Fiodor Martino, invece, ha sfiorato la vittoria in un torneo sempre di No Limit Hold’em, ma 6-Handed. A negare all’azzurro la gioia di una picchetta è stato l’americano Kinson Cheung, come possiamo vedere dal payout ufficiale:

1)      Kinson Cheung $22.530

2)      Fiodor Martino $17.100

3)      Marc-Olivier Perrault $12.960

4)      Andrei Boghean $9.840

5)      Koray Aldemir $7.640

6)      Allen Farris $5.660

De Mario eliminato dal Main Event: per lui 22° posto e $24.640

Anche l’ultimo italiano ancora in gioco al PokerStars Championship Bahamas Main Event è stato eliminato. È successo durante il Day 4 del torneo, che ha visto il field assottigliarsi a soli 16 giocatori.

Purtroppo, tra di loro non ci sarà il nostro Massimo De Mario, eliminato al 22° posto (24.640 dollari per lui) dopo aver iniziato bene la giornata. Galeotto fu un coin flip, con De Mario pronto a giocarsi tutto con A-K: sulla sua strada, l’azzurro ha trovato un avversario – il futuro chip leader Michael Gentili – con una pocket pair di 10, uscita indenne dal board.

Il canadese che ha eliminato De Mario è anche il giocatore che ha imbustato più chip di tutte: oltre 3,7 milioni. Tra i big, vola Cliff Josephy (November Nine 2016) con 1,3 milioni e un 6° posto provvisorio.

Ancora dentro anche Christian Harder, John Dibella, Ryan Riess e Jason Mercier. Tra i player out del Day 4, segnaliamo gli abbandoni di Adrian Mateos Diaz, Pratyush Buddiga, Byron Kaverman e Gaelle Bauman.

Ecco i 16 left del PokerStars Championship Bahamas Main Event:

1)      Michael Gentili 3.708.000

2)      Aleksei Opalikhin 2.084.000

3)      Nadezhda Magnus 1.870.000

4)      Michael Vela 1.811.000

5)      Rodrigo Cordoba 1.777.000

6)      Cliff Josephy 1.331.000

7)      Rasmus Glæsel 1.319.000

8)      Christian Harder 1.305.000

9)      John Dibella 1.294.000

10)  Allon Allison 1.015.000

11)  Marcin Kapkowski 950.000

12)  Michael Bartholomew 877.000

13)  Alan Schein 635.000

14)  Pedro Baptista Martinho Cabeca 540.000

15)  Ryan Riess 371.000

16)  Jason Mercier 340.000

 

 

Massimo De Mario
Facciamo il tifo per Massimo De Mario

Dario Sammartino vince altri $354.424!

Dopo aver conquistato il torneo Hyper Turbo da 10.000 dollari, Dario Sammartino è andato vicino al colpaccio nell’evento Shot Clock da 50.000, dove si è arreso in heads-up soltanto a Bryn Kenney (392.876 dollari).

Per Sammartino è arrivato dunque un 2° posto da 354.424 dollari, davanti a tanti altri top player del calibro di Oleksii Khoroshenin, Igor Kurganov, Bill Perkins, Mike Watson e Sean Winter.

Ecco il payout del torneo da 50.000 dollari:

1)      Bryn Kenney $392.876

2)      Dario Sammartino $354.424

3)      Anton Astapau $202.380

4)      Oleksii Khoroshenin $153.220

5)      Igor Kurganov $118.540

6)      Bill Perkins $92.520

7)      Mike Watson $73.720

8)      Sean Winter $57.820

Main Event Day 3: Impresa di De Mario

Arrivano buone notizie dal PokerStars Championship Bahamas Main Event. Massimo De Mario sarà pur l’unico italiano ancora in gioco, ma quando sono rimasti soltanto in 32, l’azzurro occupa la 5° posizione del chip count.

De Mario ha imbustato 960.000 chip, meno soltanto del chip leader Nick Maimone, di Jason Mercier, di John Dibella e di Rasmus Glæsel, gli unici quattro player ad aver abbattuto il muro del milione di gettoni.

De Mario è un outsider: in carriera, secondo quanto riporta Hendon Mob, l’azzurro ha ottenuto soltanto un piazzamento a premio prima d’ora, un 10° posto nell’Evento #3 da 275 euro di buy-in del WSOP Circuit, giocatosi a Berlino lo scorso ottobre (per un premio di 3.430 euro).

Durante il Day 3 del PokerStars Championship Bahamas Main Event abbiamo perso invece Mariano Martiradonna, player molto più noto rispetto a De Mario: per l’altro azzurro in gioco nel Day 3 è arrivato un 83° posto da 9.120 dollari.

Tra i migliori player al mondo, rivedremo al Day 4 anche Christian Harder (856.000 chip), Ryan Ries (742.000), il November Nine 2016 Cliff Josephy (579.000), Adrian Mateos Diaz (423.000), Jaime Staples (310.000), Byron Kaverman (297.000), Pratyush Buddiga (140.000) e Gaelle Baumann (108.000).

 

martiradonna bet1128 1024x683
Mariano Martiradonna

 

 

Dario Sammartino si aggiudica una mini picca!

dario sammartino2

Ad incrementare il bottino di piazzamenti degli azzurri al PokerStars Championship Bahamas, dopo il già citato podio di Mustapha Kanit nell’High Roller, ci ha pensato Dario Sammartino, capace di vincere un torneo Turbo da 10.000 dollari di buy-in.

Non un’impresa che resterà nella memoria degli amanti del poker, visto che il ‘Mad Genius’ ha prevalso su un field di appena 12 player, ma una picca è comunque una picca a prescindere dal numero degli iscritti.

Sammartino, che trionfando si è portato a casa 58.200 dollari, si è imposto su due azeri (gli unici altri player come lui in the money), relegando Murad Akhundov al 2° posto (34.920 dollari per lui) e il connazionale Ilkin Amirov al 3° (23.280 dollari):

1)      Dario Sammartino $58.200

2)      Murad Akhundov $34.920

3)      Ilkin Amirov $23.280

 

 

Mustapha Kanit, 2° posto da $695.000 nell’High Roller da $50.000

Come ingannare l’attesa del Day 2 del Main Event del PokerStars Championship Bahamas? Giocando il Single Day High Roller da $50.000, ovviamente. Deve aver pensato questo Mustapha Kanit, quando si è iscritto in questo torneo da 49 giocatori (più 11 re-entry, per un totale di 60 buy-in pagati).

Decisione che si è rivelata più che saggia, visto che Kanit è andato vicinissimo all’ennesima vittoria della sua fin qui sfolgorante carriera – a due settimane dal 26° compleanno ha già sfondato il muro degli 8,5 milioni di dollari vinti nei tornei live.

‘Mustacchione’ si è arreso in heads-up soltanto a Bryn Kenney, intascando un premio vicino ai 700.000 dollari. Kanit ha dato battaglia nonostante partisse sfavorito in chip, ma alla fine Kenney ha fatto suo l’evento e i 969.000 di primo premio.

1)      Bryn Kenney $969.075

2)      Mustapha Kanit $695.740

3)      Byron Kaverman $452.220

4)      Dan Colman $341.240

5)      Stephen Chidwick $265.040

6)      Ben Tollerene $205.400

7)      Sergi Reixach $162.340

8)      Daniel Dvoress $125.900

9)      Cary Katz $96.080

 

bahamas 2017 kanit hr

Main Event Day 1B: Mariano Martiradonna Show

Sono 470 i giocatori che si sono presentati ai tavoli del PokerStars Championship Bahamas Main Event Day 1B, 238 dei quali qualificati al Day 2 (per un totale di 669 iscritti). Tra loro anche i nostri Mariano Martiradonna e Walter Treccarichi.

Il primo ha imbustato la bellezza di 151.800 chip, più che sufficienti per guadagnarsi un posto nella top ten del chip count provvisoria. Per ‘cesarino90’ una giornata un po’ più complessa, visto che il catanese si è fermato a quota 43.000 gettoni.

Che sicuramente non sono tantissimi, ma pur sempre meglio di zero: questo è  infatti il numero di chip imbustate dagli altri quattro italiani iscritti al Day 1B del Main Event, con Pasquale Grimaldi, Fiodor Martino, Giulio Mascolo e soprattutto Dario Sammartino già spettatori del torneo da 5.000 dollari.

Per quanto riguarda i big, 6° posizione per Felipe Ramos e 10° per Valentin Messina. Tra gli stack più grossi segnaliamo anche i 134.600 gettoni di Moshin Charania, i 111.200 di Eugene Katchalov e i 107.200 di Sam Chartier.

Così la top ten del chip count del Day 1B del PokerStars Championship Bahamas Main Event:

1)      James Juvancic 271.800

2)      Andrew Ryan 224.300

3)      Jan Kralik 164.900

4)      Benny Chen 162.500

5)      Mattias Priolo 160.800

6)      Felipe Ramos 156.800

7)      Mariano Martiradonna 151.800

8)      Steven Kerr 147.800

9)      Erling Voje 140.800

10)  Valentin Messina 139.900

 

 

Main Event Day 1A: aggrappati a ‘Mustacchione’

Il Day 1A del PokerStars Championship Bahamas Main Event da 5.000 dollari ha visto 229 iscrizioni. 112, poco meno della metà, i superstiti: tra loro anche il nostro Mustapha Kanit, che ha chiuso con 84.600 gettoni.

‘Mustacchione’ è l’unico degli italiani che hanno passato il taglio, ma va detto che solo in 3 hanno provato per la prima volta l’esperienza del nuovo Championship: Rocco Palumbo e Luca Giovannone, però, non sono riusciti a qualificarsi al Day 2.

 

morris dadoun 8
Morris Dadoun al Main Event

 

Chi ce l’ha fatta, e alla grande, è stato il canadese James Martyn, chip leader con 197.400 chip. Nella top ten del chip count segnaliamo il 7° posto di Dan Colman e il 10° di Igor Kurganov.

Menzione d’onore anche per il 13° posto di Morris Dadoun (112.800 chip). Non tanto perché questo giocatore amatoriale si è qualificato tramite un satellite, quanto perché lo ha fatto alla veneranda età di 84 anni!

Qui i migliori 10 del PokerStars Championship Bahamas Main Event dopo il Day 1A:

1)      James Martyn 197.400

2)      Bradley Marsh 173.200

3)      Andre Crooks 160.400

4)      Rodrigo Cordoba 156.400

5)      Mikko Turtiainen 155.100

6)      Alan Schein 140.100

7)      Dan Colman 136.100

8)      Benoit Galland 125.400

9)      Hugo Boucenna 121.600

10)  Igor Kurganov 121.000

 

 

Dove sono le Novità?

Per ora il calendario non presenta sconvolgenti novità rispetto alla stessa manifestazione dello scorso anno.

Previsti una vagonata di tornei per tutte le tasche a cui si affiancheranno i tavoli cash e delle attività extra che vedranno impegnati tanto i poker pro quanto chi si trova li solo per “passare il tempo”.

Tra le altre cose troverete una stazione per la Realtà Virtuale, una con video messaggi a 360°, una colazione con domande e risposte ai poker pro e anche delle gare di basketball 3 contro 3.

 

trofeo pokerstars bahamas
Chi metterà le mani sul primo trofeo delle Bahamas?

 

Parlando di poker invece  ecco alcuni degli eventi da tenere d’occhio:

  • PokerStars Open: January 10-12, 2017 - $220
  • PokerStars Cup: January 12-14, 2017 - $440
  • PokerStars National Championship: January 7-9, 2017 - $2,200
  • PokerStars Championship Main Event: January 8-14, 2017 - $5,000
  • PokerStars Championship High Roller: January 12-14, 2017 - $25,750
  • PokerStars Championship Super High Roller: January 6-8, 2017 - $100,000

 

250 Qualificati Online e 21 Graziati da Perkings

Si contano almeno 250 qualificati online per il primo Main Event in assoluto del Bahamas  Championship provenienti da 40 diversi paesi da tutto il mondo.

 

thirst lounge
Bill Perkings premia i suoi followers

 

Altri 21 giocatori invece potranno partecipare grazie alla benevolenza del milionario Bill Perkings, noto anche per le sue pro bet, che ha deciso di regalare dei pacchetti ad alcuni degli utenti che lo seguono sul suo canale Twitch: The Thirst Lounge.

Un gesto davvero molto apprezzato dalla comunità dei poker player “senza portafoglio” che certo non possono permettersi facilmente un lungo viaggio e soggiorno alle Bahamas ogni anno.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti