Giocare troppo a poker online può essere causa di dipendenza patologica. Tutte le sale sono riservate ai maggiori di 18 anni.
| 18+ | ADM | Si applicano T&C | Gioca Responsabilmente

PokerStars torna a Las Vegas: poker, Formula 1 e non solo

PokerStars torna a Las Vegas: poker, Formula 1 e non solo

PokerStars e Las Vegas, attenti a quei due! I giorni che sono appena trascorsi hanno visto la possibile nascita di un binomio vincente. Un binomio che, qualora venisse confermato e ancor di più "cavalcato" dai suoi attori protagonisti, rischia di portare a una vera e propria rivoluzione, nel mondo del poker e non solo. Da una parte c'è Las Vegas, una terra che ha di recente e finalmente riaperto le porte al grande sport a livello internazionale. Dall'altra c'è PokerStars, una realtà che non sembra voler avere confini.

Questa accoppiata si è rivelata a dir poco proficua, e come abbiamo già accennato non c'è solamente il poker di mezzo. Il nome della room della picca rossa, infatti, è stato accostato in maniera reale alla "Mecca del gioco d'azzardo". Dunque, questo binomio che ha visto PokerStars e Las Vegas finalmente insieme può essere annoverato come una piacevole sorpresa. Un evento che ci auguriamo possa ripetersi e di cui vogliamo occuparci nel dettaglio.

PokerStars e Las Vegas, insieme per la Formula 1

Il primo evento che ha visto sbarcare PokerStars in Nevada è senza dubbio il Gran Premio di Las Vegas di Formula 1. Un vero e proprio evento che ha unito in una sola entità il mondo dello sport con quelli del gaming e del glamour. Del resto, quando sbarchi in una realtà come Las Vegas - ma più in generale negli Stati Uniti - lo sport in questi eventi rischia di diventare un contorno. In ogni caso, ciò per fortuna non è accaduto e in un certo senso è stato goduto dai vertici della room.

E tra le altre cose, infatti, PokerStars ha potuto festeggiare con Red Bull. Non stiamo parlando di un binomio tra la room di poker online più famosa e trafficata al mondo e il noto brand di bevande energetiche. Stiamo parlando della vittoria di Max Verstappen, che con il marchio di PokerStars sulla carrozzeria della sua monoposto ha portato a casa la vittoria a Las Vegas. L'ennesimo successo del pilota olandese, che aveva già portato a casa il terzo titolo mondiale della sua carriera ancora giovanissima.

NAPT Las Vegas, un ritorno molto atteso

Lasciamo l'asfalto della Strip, le monoposto di Formula 1 e le gare dei motori per tornare nel nostro "habitat naturale", ovvero i tavoli da poker. E anche in questo caso PokerStars gioca un ruolo fondamentale in quanto è tornata a organizzare un evento NAPT a Las Vegas. La nuova tappa del North American Poker Tour, che da un po' di tempo sta tornando in auge, non poteva non passare dal Nevada. E come ci si poteva aspettare, si è trattato di un evento in cui il successo era assicurato.

La room della picca rossa è tornata a brandizzare un evento a Las Vegas a ben 12 anni dall'ultima volta. E così, tra le mura della poker room del Resorts World, il NAPT Las Vegas ha riunito centinaia di giocatori di poker per nove giorni all'insegna dei tornei e un circolo di denaro non indifferente. Tra i vari tornei di poker presenti nello schedule, infatti, il montepremi garantito complessivo ammontava a 3 milioni di dollari. Tra questi, un milione e mezzo era previsto per il Main Event.

Insomma, PokerStars torna a Las Vegas in una duplice e quasi inedita veste. Il successo è sotto gli occhi di tutti, perciò perché non aspettarsi e augurarsi un ritorno in pianta stabile?

Comment on that

Il tuo messaggio è in attesa di approvazione