Come si Sceglie un Coach di Poker?

Se è vero che il poker è uno sport, allora vi servirà un allenatore per migliorare il vostro gioco. Oggi vi spieghiamo come sceglierlo senza sbagliare.

Anche se non è ancora chiaro se la cosa sia dovuta all'innegabile popolarità guadagnata dal poker nel corso degli ultimi anni o dagli ottimi risultati che i giocatori italiani stanno raccogliendo in giro per il mondo (Candio docet), non si può negare che la figura del coach di poker abbia cominciato a farsi strada nel nostro Paese gettando le basi per quello che potrebbe essere un serissimo - e remuneratissimo - impensabile lavoro.

E per quanto la cosa non sorprenda in un Paese che conta grosso modo sessanta milioni di potenziali Commissari Tecnici della Nazionale di calcio, quella dell'allenatore di poker è probabilmente una figura che va analizzata nel dettaglio sia per la sua complessità che per i requisiti indispensabili che si porta dietro.

 

L'esplosione dei coach di poker

Con tutto il denaro che circola in questo momento intorno al poker online legale ed i tornei organizzati nei casinò ufficiali, il gioco è letteralmente preso d'assalto da un impressionante numero di persone determinate ad imparare a giocare e prendersi un pezzo di quella ghiottissima torta di montepremi che si vedono sventolare davanti al naso ogni momento.

Come prevedibile, poi, questo aumento nel numero dei giocatori va di pari passo con l'apparire della figura degli "esperti di poker", personaggi che - forti delle loro vincite al tavolo o di una carriera decisamente non improvvisata - possono cambiare le sorti di un tavolo con la sola imposizione della loro capacità tecnica.

Perchè se è vero che la fortuna nel poker conta poco e che il gioco è da sempre il territorio preferito di chi eccelle nella capacità di analizzare ciò che si trova davanti (carte ed avversari, non si fa differenza qui) e calcolare tutte le possibili probabilità del poker - allora è anche vero che tutti quei player che realmente sono riusciti a fare proprie le migliori lezioni di strategia del poker hanno senza dubbio qualcosa da insegnare a tutti gli altri.

 

poker coach

Perchè segliere un coach di poker

Purtroppo per molti, il gioco del poker non è una scienza esatta che può essere insegnata agli studenti manuale alla mano; è piuttosto un insieme di concetti ed interpretazioni che variano a seconda della persona coinvolta, del suo stile di gioco e delle esperienze collezionate al tavolo verde.

E questo tutto per spiegarvi che trovare il coach di poker più adatto al vostro gioco non sia né facile né indolore, visto che ogni scelta sbagliata potrebbe anche finire per costarvi un sacco di soldi sia in partite perse che onorari da pagare.

Rischi a parte, però, l'idea di afidarsi ad un coach di poker per migliorare il proprio gioco è uno dei passi più intelligenti che un player con qualche seria ambizione possa compiere; d'altra parte, se non si sono mai visti dei calciatori professionisti senza allenatore o degli sciatori senza coach, perchè si dovrebbero vedere pro di poker senza qualcuno che si occupi di allenarli?

 

Non è una questione di prezzo

Quella del prezzo di un coach di poker è quasi sempre la prima cosa ad essere considerata da chi è alla ricerca del suo Mourinho del Texas Holdem - ed è anche la prima a scoraggiare i principianti, visto che la maggior parte dei coach di poker non sono celebri per essere esattamente economici.

Il fatto è che stiamo parlando di persone che potrebbero comunque continuare a fare soldi giocando a poker e che non hanno probabilmente alcuna intenzione di perdere tutto per passare all'insegnamento ma che, anzi, nella maggior parte dei casi vogliono provare una nuova avventura senza rimetterci nulla.

Quando scegliete un coach di poker, quindi, dimenticatevi del prezzo. Il prezzo è quasi irrilevante se lo confrontate con quello che potreste guadagnare grazie agli insegnamenti di un coach serio e capace nel corso della vostra carriera.

 

Chiaritevi le idee

chiarirsi le idee

Anzichè il prezzo, la vostra prima preoccupazione dovrebbe essere sempre quella di capire per quale motivo vogliate rivolgervi ad un coach di poker e quali aspetti del gioco vogliate migliorare.

Visto che non si può essere i migliori in tutti i campi del poker, cercate di individuare un elemento specifico e quindi rivolgetevi a qualcuno che eccella davvero in quel campo: dopo tutto non volete che un giocatore specializzato in cash games vi alleni per gestire tornei di poker lunghi e viceversa.

Allo stesso modo, poi, cercate sempre di trovare qualcuno che sia veramente esperto nei livelli che intendete giocare, perchè pescando nel mucchio riuscirete davvero raramente a fare una buona scelta.

Un esempio? Beh, se tutti sappiamo perfettamente come parite da 100$/200$ siano completamente diverse da partite 0.5$/1$, allora perchè un coach che gioca costantemente a 100/200 dovrebbe essere la scelta migliore per un player che non intende giocare partite simili alle sue?

Insomma, se volete ingaggiare un coach di poker ( e se avete in mente di vincere sul serio, queta potrebbe essere davvero un'idea intelligentissima), allora non prendete la cosa alla leggera. Assumere un giocatore solo per il suo nome o per qualche vittoria scintillante in tornei importanti potrebbe finire per rivelarsi il più grosso "pacco" di tutta la vostra carriera.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Marco 2012-05-03 11:35:16

Appunto,
concordo e condivido... ma i coach come si ingaggiano?
Insomma è possibile che non ci siano corsi di analisi statistica e pratica del Texas... e perfavore non mandatemi sulle room virtuali... le lezioni dal vivo sono tutta un'altra cosa... qualcuno ha informazioni utili su Milano?

Pablo 2011-05-16 15:48:53

Ciao, ho letto con grande interesse l'articolo sul "coach da Poker" alcune cose possono essere vere ma un chiarimento mi piacerebbe farlo.
Il coach o meglio il "mental coach" Ti aiuta a dare il meglio di Te, ad utilizzare quelle risorse che possiedi ma che neppure immagini, in sostanza andare oltre al Tuo limite conosciuto in questo momento e per fare questo occorre essere padroni delle "tecniche di coaching" e molto meno delle specialità che tratta l apersona bisognosa di migliorare ... il miglioramento nasce da le Tue risorse interiori e non dalle professioni ... se sei un campione anche se cambi indirizzo sarai sempre un campione devi solo migliorarTi.
Con questo mi sono preso la libertà di darTi un mio punto di vista. Ciao
p.s. il "mental coach" Ti può dare veramente una mano specialmente in discipline come il Poker che è molto mentale e come sai le carte entrano in gioco per una mano ma nella serata Tu sei la differenza, Tu sei IL BUON GIOCATORE o pensi di diventare "il giocatore fortunato"?

banano 2011-02-24 05:43:41

scusate, ma come cerco un coach? non credo ci siano annunci in giro. ci sono dei canali che consigliereste?