Situazioni standard nel No Limit Hold’em – Il Turn

the turn poker

Vediamo con dei pratici esempi, quali possono essere le situazioni più comuni che dovrete fronteggiare quando la quarta carta, il turn, sarà sul board durante una partita a poker in modalità Texas Hold'em No Limit

Nella terza e ultima parte della nostra serie su come interpretare delle situazioni che si verificano di frequente nel No Limit Hold’em, stiamo per dare uno sguardo alla 'fourth street' (quarta carta), conosciuta anche come turn. Si tratta di una fase cruciale, perchè è quella che supera la prima in cui arrivano le carte comuni, ovvero il flop, ed è anche quella che precede l'ultima strada, quella decisiva, ovvero il river.

Nel caso non lo abbiate già fatto, vi preghiamo di dare uno sguardo alle altre due parti che abbiamo dedicato a questa prima serie. La Parte 1 tratta le situazioni pre-flop, e la Parte 2 quello che succede al flop.

Situazioni Standard nel Pre-Flop

Situazioni standard nel Post-Flop

In questo caso, il flop ti ha permesso di ottenere una buona mano, ma se il turn non è quello che ti aspettavi, può letteralmente sconvolgere tutto e dare un volto tutto nuovo alla mano che stai giocando.

Situazioni standard al turn

#1 Top pair contro progetto a colore o progetto a scala – Ci sono alcuni aspetti da valutare e che andremo a sviscerare con le grafiche che seguono.

Esempi:

Progetto a colore

    vs    

sul board

      ---  

Progetto a scala

    vs    

sul board

       

In questo momento, il progetto a colore che prevede anche la presenza di una overcard ha il 28% di equity (percentuale di possibilità di vittoria), mentre il progetto a scala ne ha ancora meno, attestandosi intorno al 20%.

Ne segue che normalmente è una buona scelta abbandonare i progetti nel caso il tuo avversario punti forte e quindi non ti consenta di avere delle valide pot odds per proseguire con l'azione.

Suggerimento: Parlando in modo generale, con un progetto si tende sempre a voler vedere il river, ma a volte le 'pot odds' non saranno sufficienti, questo significa che l'ammontare di chip che dovrete pagare per vedere la carta successiva, potrebbe essere troppo alto per giustificare le poche possibilità di chiudere il vostro progetto. Quindi è buona norma quella di lasciar perdere per questa volta, anche perchè qualora non dovesse arrivare la carta desiderata potremmo rimpiangere l'investimento fatto a perdere.

#2  Top pair (coppia alta) contro lower pair (coppia più bassa) – Quasi tutto scritto

Esempio:

    vs    

sul board

      ---  

Se la coppia più bassa non trova un aiuto al turn, è sempre consigliata l'opzione di lasciar perdere la mano in corso. Nel nostro esempio, la coppia di Jack ha solamente il 12% di possibilità di portare a casa il piatto, e questa percentuale non ti offre alcuna ragione per puntare in una situazione del genere.

Suggerimento: Giocare una 'second pair' può essere complicato in ogni caso, visto che sono poche le opportunità di migliorare il tuo punto. Queste potrebbero inoltre diminuire al turn, il che rende sconveniente in maniera quasi definitiva proseguire nel colpo.

#3  Top pair contro top pair – Vince chi domina la mano

Esempio:

    vs    

sul board

      ---  

Il fattore 'kicker' può peggiorare dopo ogni carta, nello specifico dopo ogni nuova carta in comune. La situazione sopra descritta lascia alla mano più debole solamente il 7% di possibilità di vincita – così poco da non poter giustificare nessun tipo di chiamata.

Suggerimento: Se la tua coppia è dominata, cioè il tuo avversario ha una seconda carta (ovvero il kicker) più alta della tua, hai veramente poche possibilità di vincita. Se ti trovi indietro nella mano, riuscirai a vincere solamente una volta su 10. Davvero troppo per trovare una buona ragione per proseguire nel colpo.

#4 Tris contro top pair – Tutto deciso

Esempio:     vs    

sul board

      ---  

Se il turn non ha migliorato la tua top pair, la mano è di fatto già conclusa prima ancora di arrivare al river. Non hai alcuna possibilità di superare il tris al river, pertanto sei 'drawing dead', non avendo più carte per vincere.

Bisogna notare che nell'esempio qui sopra, un Asso sul board di darebbe un full house al giocatore con la coppia di 4, e quindi non aiuterebbe la tua mano in nessun modo.

Suggerimento: Con un tris, stai dominando la mano al turn. Guardando la prospettiva dall'altro lato del tavolo, contro un tris sei spacciato. Quindi è bene sempre prendere la decisione che hai maturato nella tua testa, senza prendere la mano in maniera avventata.

#5 Tris contro progetto a colore o progetto a scala – Quasi infallibile

Esempio:     vs    

sul board

       

Se stai giocando un progetto e non lo chiudi al turn, le tue possibilità di vincita scendono al 16%.

In ogni caso, potresti non notarlo perché le tue 'overcard' possono apparire come 'out' (senza in realtà esserlo completamente).

Suggerimento: Le overcard possono confonderti in questo caso, visto che perderesti anche riuscendo a incastrarle. Di conseguenza, queste non possono essere considerate delle reali 'out'.

#6  Tris contro vari progetti – Chiamare

Esempio:     vs    

sul board

      ---  

Se stai giocando un progetto sia a colore che a scala, e non riesci a chiuderlo al turn, le tue possibilità di vincita scendono al 30%.

In ogni caso, solitamente si tratta di una percentuale sufficiente per chiamare, visto che potresti vincere ancora più denaro al river, nel caso che incastrassi uno dei tuoi progetti. In questo esempio, è presente anche un progetto di scala colore.

Suggerimento: Con un progetto così forte, dovresti sempre cercare di arrivare al river. Questo tipo di mano ha troppe 'out' per poter essere abbandonata.

La regola del quattro e due – Come calcolare la 'equity'

La 'equity', sopra menzionata, è la tua possibilità di vincita in percentuale. La regola del 4 e 2 è un modo semplice di calcolare la 'equity' della tua mano. Non si tratta di un calcolo esatto, ma l'approssimazione è molto vicina.

Si tratta di una delle prime regole che devono apprendere i giocatori, e se ancora non la conosci, dovresti memorizzarla in fretta.

Regola del quattro

Si tratta di una regola non scritta che viene applicata al flop. Nel caso tu abbia un progetto a colore, questo significa che ci sono nove carte del mazzo che ti garantiranno la mano vincente.

Moltiplica il numero delle 'out' per quattro, e il risultato ti offre approssimativamente la 'equity' – 36%.

La regola del due

Anche questa è una regola non scritta del poker, e viene applicata al turn. Se la carta al turn non ti ha aiutato a chiudere il progetto a colore, potrai ora calcolare la 'equity' moltiplicando il numero delle tue 'out' per due e addizionando 2.

Le tue possibilità di vincita sono in questo momento approssimativamente del 20%.

Una nota finale: questi numeri possono variare leggermente a seconda di quali siano le carte in mano al tuo avversario. Per esempio, nel caso il tuo avversario abbia un tris, alcune delle tue 'out' per chiudere il colore garantiranno al tuo avversario un full house.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page