Giocare troppo a poker online può essere causa di dipendenza patologica. Tutte le sale sono riservate ai maggiori di 18 anni.
| 18+ | ADM | Si applicano T&C | Gioca Responsabilmente
  • PokerListings
  • »
  • Articoli Poker
  • »
  • EPT Montecarlo: Speranza vince l’High Roller da 25K e Parmiggiani il side #40, il Main Event và a Mesqueu

EPT Montecarlo: Speranza vince l’High Roller da 25K e Parmiggiani il side #40, il Main Event và a Mesqueu

EPT Montecarlo: Speranza vince l’High Roller da 25K e Parmiggiani il side #40, il Main Event và a Mesqueu

Due picche sul gong per i giocatori italiani

Si è conclusa da poche ore l’edizione 2022 dell’EPT di Montecarlo. Una kermesse molto importante, se non altro perché segnava il ritorno del grande poker tra i confini del noto Principato, che da sempre è stato una delle passerelle più cool del gaming su scala mondiale. E se consideriamo i grandi numeri raggiunti in questi giorni, praticamente in tutti i tornei disputati, non si può non parlare di un ottimo successo per l’organizzazione. Ma su questo c’erano davvero pochi dubbi.

In primis perché era davvero tanta l’attesa per un appuntamento che mancava in calendario praticamente da tre anni. Siamo stati abituati nelle annate scorse a vivere la tappa di Montecarlo come il Grand Final dell’ European Poker Tour, l’evento in cui si chiudevano di fatto i giochi. Questa volta è stata “solo” la seconda tappa di una stagione iniziata alla grande in quel di Praga. Ma come abbiamo già fatto cenno, c’è stata grande battaglia con la presenza di nomi a dir poco altisonanti.

Abbiamo già raccontato nei giorni scorsi come sono andate le cose nei side events più importanti tra quelli già disputati e presenti nella prima parte del calendario. L’attenzione e l’attesa più grande, come sempre accade, era però rivolta al Main Event EPT Montecarlo 2022. Un momento in cui si concentra grande adrenalina, soprattutto quando ci si avvicina al momento topico, ovvero il Final Table in cui avviene l’assegnazione della tanto sospirata picca per il vincitore.

Andiamo dunque a vedere come sono andate le cose nell’ultimo giorno di gioco, nel Main e non solo.

Main Event EPT Montecarlo, la rimonta di Mesqueu

Partiamo dunque dal torneo più importante tra quelli in programma in quel di Montecarlo, ovvero il Main Event. Qui, dopo cinque giorni di grande battaglia si è giunto al momento più atteso, ovvero il tavolo finale che ha visto in corsa gli ultimi sei superstiti. Tutti giocatori che avevano legittime ambizioni di portare a casa la tanto ambita picca. Oltre a una prima moneta che sfiorava il milione di euro e che rendeva il tutto un po’ più allettante agli occhi dei giocatori.

Chi non è riuscito a portare avanti questo sogno è Erkan Soenmez. Il player tedesco è stato la prima vittima di Marcelo Simeos Mesqueu, il quale fin da questa eliminazione al sesto posto ha dato vita a una rimonta partita in sordina, ma divenuta colpo dopo colpo sempre più entusiasmante. Tanto che poche orbite dopo il brasiliano ha “fatto fuori” un altro avversario, ovvero Hugo Pingray. Con l’uscita di scena di quest’ultimo in quinta posizione si è arrestata la corsa francese verso la picca.

Rimasti in quattro, i giocatori hanno dato vita a un poker un po’ meno bloccato, anche perché gli stack erano leggermente più profondi. A farne le spese di questo improvviso cambio di passo nel ritmo di gioco è stato Jaime Cervantes. Il giocatore di bandiera americana è andato a sbattere contro il grande protagonista delle giornate precedenti, ovvero Morten Hvam. Per il danese questo showdown vinto è stato l’occasione giusta per replicare al brasiliano, divenuto fin troppo minaccioso.

Dopo l’uscita di scena al terzo posto del moldavo Dragos Trofimov – autore comunque di un grandissimo torneo – Hvam ha cercato di ottenere un deal. Una richiesta disperata considerando gli stack in gioco, tanto che Mesqueu ha rifiutato e ha chiesto di continuare a giocare. E nonostante un paio di double up dello scandinavo, il brasiliano ha portato alla fine il risultato. La sua coppia di Re ha retto fino alla fine dell’ultimo colpo, con Hvam che non chiudeva la scala a incastro.

EPT Montecarlo Main Event: gli italiani ITM ed il payout del tavolo finale

Andiamo dunque a vedere il payout di questo Main Event EPT Montecarlo, sia per i protagonisti del Final Table che per gli italiani che hanno piazzato una bandierina:

  • 1° Marcelo Simoes Mesqueu €939,840
  • 2° Morten Hvam €564,640
  • 3° Dragos Trofimov €397,590
  • 4° Jaime Cervantes €298,710
  • 5° Hugo Pingray €228,460
  • 6° Erkan Soenmez €167,050
  • 7° Ramon Colillas €125,420
  • 8° Yannick Cardot €89,770
  • 17° Nicola Grieco €41.680
  • 21° Fausto Tantillo €31.280
  • 43° Simone Andrian €16.440
  • 47° Stefano Ferrara €16.440
  • 49° Claudio Di Giacomo €16.440
  • 61° Christian Rotundo €13.790
  • 73° Tommaso Briotti €11.550
  • 81° Andrea Rasulo €11.550
  • 83° Enrico Mosca €11.550
  • 103° Leonardo Patacconi €10.410
  • 107° Ermanno De Nicola €10.410
  • 117° Jonathan Genovese €10.410

EPT Montecarlo 2022, gli acuti di Speranza e Parmiggiani

Gianluca Speranza
Gianluca Speranza

Tanta attesa e tanta adrenalina nel corso di questo Main Event, ma l’EPT Montecarlo 2022 ha visto la disputa di tanti side events. Alcuni di questi sono stati oggetto di un articolo andato online sul nostro sito un paio di giorni fa. Altri, invece, si sono conclusi proprio nel corso del Final Day dello stesso Main. E due di questi hanno visto il trionfo da parte dei nostri connazionali. Stiamo parlando di Gianluca Speranza e di Leonardo Parmiggiani, i quali hanno potuto lasciare il Principato con il sorriso.

Partiamo proprio da Gianluca, il quale è riuscito a mettere le mani sul torneo High Roller da 25.000 euro di buy-in. Un appuntamento in cui l’azzurro è riuscito a sfoderare tutto il suo A-Game, soprattutto in early stage. Il suo Final Day era iniziato con il terzo miglior stack su 13 giocatori rimasti in corsa. Poi però le cose sono andate ancora meglio, visto che Speranza ha iniziato a dominare soprattutto nel corso del tavolo finale e in situazione di short handed.

Gli ultimi che hanno cercato di tenere testa al nostro alfiere sono stati il bulgaro Dimitar Danchev e soprattutto il padrone di casa Bruno Lopes. Quest’ultimo, dopo aver eliminato lo stesso Danchev in terza posizione, si è costruito i presupposti per ottenere un buon deal. Ma al di là di tutto, l’heads up ha visto Speranza avere la meglio, così da portare a casa la sua prima picca in un evento High Roller.

Andiamo a vedere il payout, con Gianluca che è stato anche l’unico italiano ad andare ITM:

  • 1° Gianluca Speranza €853,000*
  • 2° Bruno Lopes €703,990*
  • 3° Dimitar Danchev €427,760
  • 4° Marton Czuczor €329,040
  • 5° Bryon Kaverman €253,100
  • 6° Rodrigo Seiji €194,690
  • 7° Jean-Noel Thorel €162,160
  • 8° Manig Loeser €135,120
  • 9° Steve O’Dwyer €112,600
Leonardo Parmiggiani
Leonardo Parmiggiani

Veniamo al torneo #40 di questo European Poker Tour di Montecarlo, ovvero l’evento No Limit Hold’em da 550 euro di buy-in. Qui Parmiggiani si è schierato sulla scorta di un secondo posto nel torneo H.O.R.S.E. sempre da 550€ di iscrizione, per una moneta da 6.900€. Questa volta, però, le cose sono andate in maniera decisamente meno deludente, visto che la seconda posizione si è trasformata in prima.

Il tutto al termine di un torneo in cui il nostro connazionale ha giocato un ottimo poker e si è dimostrato forte dal punto di vista mentale. Gli ultimi a provare a tenergli testa sono stati il francese Abdellah Bouzergan e il lettone Pavlo Vertiiko, i quali hanno concordato un deal proprio dopo l’uscita di scena del quarto classificato, lo spagnolo Manuel Garrido. Alla fine dei conti Leonardo ha avuto la meglio, conquistando la picca e oltre 22.000 euro di prima moneta.

Anche in questo caso scopriamo il payout:

  • 1° Leonardo Parmiggiani €22,075*
  • 2° Pavlo Vertiiko €21,575*
  • 3° Abdellah Bouzergan €19,620*
  • 4° Manuel Garrido €10,580
  • 5° Andreas Fluri €8,680
  • 6° Lucas Parafita Rivera €7,340
  • 7° Dan Tolppanen €6,350
  • 8° Rita Hairabedian €5,500
  • 9° Stephen Thirlwell €4,780
  • 22° Giulio Gallo €2.250
  • 37° Luciano Trotta €1.200

Così si chiude la tappa che ha riconciliato il Principato di Monaco con il grande poker internazionale. Il tutto con l’ambizione di fare ancora meglio nella prossima edizione e noi di Poker Listings Italia continueremo a seguire l’andamento degli eventi con particolare attenzione ai connazionali, nel frattempo vi ricordiamo che dal 28 giugno al 2 luglio si giocherà la prima tappa delle The Festival Series del 2022 a Tallin per il quale potete seguirci sia su Facebook o tornare nella nostra sezione notizie, rimanendo, così, sempre aggiornati.

Comment on that

Il tuo messaggio è in attesa di approvazione
×
SNAI Bonus