Guida al Pot-Limit Omaha per Principianti (terza parte)

poker pot limit omaha
Pot Limit Omaha per principianti

Terza ed ultima parte di una serie di articoli per imparare a giocare a Pot-Limit Omaha. In questa parte si analizzano le giocate post-flop, gli odds e come giocare alcune mani e progetti.

 

Giocare il flop

Che siate voi o no a rilanciare il pre-flop incide notevolmente sul modo di giocare la vosta mano. Se avete rilanciato il pre-flop ma il flop non vi ha dato le carte che speravate dovreste puntare una continuation bet?

Dal momento che avete rilanciato il pre-flop avete un certo rispetto da parte dei vostri avversari, che pensano che avete una mano molto buona. Se anche loro non trovano il flop che speravano, sarà difficile per loro vedere qualsiasi puntata che farete. A Texas Hold'em questo è un caso molto più frequente che a Omaha.

Siccome i vostri avversari possono avere in mano due tipi di possibilità di colore, oltre a un possibile progetto di scala, è comunque possibile che abbiano trovato qualcosa abbastanza buono da voler vedere la vostra puntata.

Questo rende allora la continuation bet una giocata sempre attuale, l'unica cosa è che vi obbliga a essere più selettivi e diligenti. Ad esempio:

La vostra mano

Il Flop

A A 2 8

Q J T

Avere una coppia di assi a Hold'em comporta ovviamente grossi vantaggi. A Omaha, invece, dovete essere molto attenti, perché non ha lo stesso valore. In questo caso potreste passare e lasciar scontrare gli altri avversari.

Come accennato in precedenza, l'Omaha è un gioco nut, e in questo caso, miracoli a parte, avete una possibilità estremamente remota di fare il nut. In questa mano non vale la pena investire.

Ma se il flop fosse diverso:

La vostra mano

Il Flop

A A 2 8

Q 7 3

 

Ok, il flop non è proprio il migliore che potesse capitarvi, ma in realtà nemmeno il peggiore e in questo caso vale la pena puntare. Anche se non avete la mano nut avete comunque una mano abbastanza forte da non dover abbandonare proprio adesso.

Non dovete affezionarvi troppo a questa mano, non bisogna vergognarsi a lasciare dopo il rilancio.

Doppia coppia

La doppia coppia può essere una combinazione che in molti casi impensierisce molti giocatori. A Hold'em è una giocata molto forte, a Omaha non è invece così forte e può essere molto vulnerabile. Ancora una volta, i piatti a Omaha si vincono di solito con scale o colori, a differenza del Texas Hold'em dove basta una coppia.

Con una doppia coppia dopo il flop non avete una percentuale molto alta di vincere la mano, dal momento che l'alto numero di outs a Omaha rende i progetti più convenienti di altre giocate.

Se qualche avversario vede la vostra puntata, molto probabilmente o ha in mano carte migliori delle vostre o ha in mente un progetto che alla fine può rivelarsi vincente. In un gioco nut si cercherà quindi di sbarazzarsi delle carte di poco conto, a prescindere dal loro valore subito dopo il flop.

Uno dei casi peggiori è giocare la coppia più bassa (bottom pair). Visto che a Omaha è molto più frequente che escano tris, qualora facciate full con la coppia più bassa, può essere molto rischioso e può costarvi un sacco di soldi in caso anche uno dei vostri avversari abbia un full in mano ma con una coppia più alta.

Tris

Se vi attenete ai consigli sopra indicati e evitate di giocare coppie basse, allora non vi troverete in molte situazioni dove vi trovate a giocare contro un tris più alto del vostro. Se siete voi a rilanciare il pre-flop dovete praticamente ogni volta puntare una continuation-bet sul flop se fate tris.

Raramente si sbaglia a fare una puntata del genere in una partita con pochi giocatori, anche se il tavolo può a volte far paura. Ricordate che con un tris avete all'incirca il 34% di possibilità di fare full con il turn o il river. Ad esempio, in questa mano avete coppia di re e siete voi ad aver rilanciato il flop:

La vostra mano

Il flop

K K 7 6

K J 9

In questo caso avete un ottimo tris, ma c'è anche il rischio di una scala, dal momento che ci sono diverse carte dello stesso seme, e potete star sicuri che ci sarà del movimento sul tavolo...

Nella peggiore delle ipotesi giocate contro un giocatore che ha regina e dieci di picche. In questo caso qusto giocatore non solo ha un progetto di scala e di colore, ma anche un blocco con il 9. Qualora uscisse questa carta, voi fareste full, ma lui scala colore.

Anche in un caso del genere, comunque, voi avete più del 33% di vincere il piatto, leggermente in vantaggio rispetto a una scala o anche un colore.

Vediamo adesso il caso di un piatto con più giocatori e contro mani molto alte:

Il flop: #Ks-J 9

gicatore

mano

% di vincere

Voi

K K 7 6

39.79%

Avversario #1

Q T 5 6

30.18%

Avversario #2

A 2 2 A

30.03%

Anche se giocate contro una scala, un progetto di colore nut e una overpair, avete ancora il 40% circa di possibilità di vincere e anche la equity più alta.

E in questo caso allora dovete fare in modo che il piatto salga, cosa non troppo difficile in una mano del genere, visto che i vostri avversari non lasceranno molto facilmente leloro carte.

In questo caso il vostro 40% di possibilità di vincere vi consente di puntare una continuation bet anche contro una mano fatta come quella del primo avversario. Anche gli implied odds sono dalla vostra parte.

Una cosa da ricordare a Omaha è che molti giocatori rilanciano il pre-flop soltanto se hanno in mano una coppia di assi. Quetso tipo di giocatori è molto facile da riconoscere, approfittatene per farli lasciare quando non hanno le carte che vorrebbero.

Se siete convinto che un giocatore rilancia soltanto con coppia di assi (o qualsiasi giocata in particolare), dovete usare questa lettura a vostro vantaggio.

Progetti di scala

A Omaha vi capiterà di lasciare molte volte con in mano un progetto di scala. Quello che dovete lasciare sono i cosiddetti progetti di scala "wraparound", e cioè quando sul flop ci sono due connettori e voi avete carte al di sopra e al di sotto di queste carte. vediamo un esempio concreto:

1. mano: Q-J-8-x

Flop: T-9-x

Outs: 17 (wraparound)

2. mano: J-8-7-x

Flop: T-9-x

Outs: 17 (wraparound)

3. mano: K-Q-J-x

Flop: T-9-x

Outs: 13

4. mano: 8-7-6-x

Flop: T-9-x

Outs: 13

5. mano: Q-J-8-7

Flop: T-9-x

Outs: 20 (doppio wraparound)

È meglio avere più overcards che undercards, dal momento che è meglio puntare alla scala nut piuttosto che al basso. Per questo motivo la mano numero 1 è più forte di quella numero 2 e la numero 3 più forte della numero 4.

Nei casi in cui la mano numero 1 e la numero 2 vanno all-in sul flop, la forza di questa mano diminuisce considerevolmente, lasciandovi in una situazione piuttoisto delicata.

Dovreste puntare la maggior parte dei vostri progetti alti sul flop, e questo per diverse ragioni:

1. Potete vincere il piatto immediatamente (semi-bluff).

2. Rende il vostro gioco piu dinamico, dal momento che non puntate soltanto con mani fatte.

3. Con 20 outs in una mano avete maggiori possibilità di vincere.

Se avete una maggior equity, allora è sempre una buona idea puntare soldi nel piatto.

Se avete un progetto di scala con 13 outs (avete tre carte sopra o tre carte sotto le carte connesse del tavolo) con tutti gli outs ancora (e cioè non sono possibli colori, full o scale più alte), avete 50% di possiblità di fare la vostra scala con ancora due carte da scoprire.

Una volta che vi siete resi conto del valore dei progetti a Omaha, il vostro gioco cambierà notevolmente e, si spera, in maniera molto più vincente.

Il turn

turn

Come accennato, il turn è uno dei momenti più importanti a Omaha, più importante del pre-flop, e per certi aspetti anche più importante del flop. Il flop vi può dare mani fatte, progetti e possibilità di controprogetti, il turn invece:

  • Rafforza le mani fatte. Esempio: una coppia diventa tris o tris diventa full.
  • Cambia le mani fatte. Esempio: porta la terza carta di un colore con una scala sul flop.
  • Annulla possibili progetti di riserva.
  • Crea nuovi progetti.

È inoltre a questo punto, con soltanto una carta da scoprire, che dovete essere sicuri se continuare o meno a giocare con le carte che avete a disposizione. Specialemte a Pot-Limit,il piatto è decisamente più alto sul turn che sul flop, il che offre più possibilità di fare puntate più alte.

Il fatto che si possono avere progetti con un sacco di outs a Omaha vi consente di fare puntate più alte sul turn. Ad esempio: se avete almeno 13 outs per vincere, a prescindere da cosa ha il vostro avversario, si può fare una puntata sul turn del valore del piatto, ma solo se sia voi che il vostro avversario hanno i soldi per puntare eventualmente di nuovo sul river.

Con 13 outs siete appena sotto 2 a 1 (13/44=29.5%) di probabilità contro per migliorare e questi sono gli odds esatti del piatto in questo caso. Inoltre, grazie agli implied odds, vedere in questo caso è la cosa giusta.

Leggete gli articoli sugli odds e sugli implied odds per capire meglio di cosa si tratta, in caso questi concetti non vi siano acora molto chiari.

Il river

river

Come a Hold'em, il river si basa nella puntata di valore, e cioè si punta nella speranza che l'avversario veda e che ovviamente la propria mano sia la mano vincente. Se avete la mano nut, allora date un'occhiata alle chip del vostro avversario e cercate di ottenere il massimo.

Se non avete fatto il vostro progetto dovete invece o lasciare o cercare di fare un bluff, soprattutto se è uscita una carta che potrebbe mettere in guardia il vostro aversario. Ci vuole molta strategia quando il piatto è alto e voi avete una buona mano ma non la mano nut.

Dovete anche cercare di capire che cosa potrebbe essere in grado di fare il vostro avversario. Sarebbe capace di bluffare? È di solito più propenso a vedere o a rilanciare? Avete il coraggio di fare una puntata di valore con una buona mano che però non è la mano nut?

 

Bluff: fattori da considerare

  1. Tipo di avversario. Non bluffate con giocatori che vedono sempre (le cosidette "calling stations"), sarebbe uno sbaglio enorme. Siate sicuri che il vostro avversario è uno che può anche lasciare una mano.
  2. Numero di avversari. In generale non bluffate se ci sono più di tre o quattro avversari ancora in gioco. È molto più probabile che un bluff funzioni contro un solo avversario, non solo perché è solo uno, ma anche perché il piatto è di solito più basso e, quindi, meno allettante.
  3. Il vostro tipo di gioco. È più difficile che il vostro bluff riesca se agli occhi dei vostri avversari siete un giocatore "loose", che cioè tende a giocare un numero piuttosto elevato di mani. Se avete già tentato un bluff, ma vi è andato male, sarà allora più probabile che i vostri avversari vedano anche in futuro, anche se potreste sfruttare questa situazione a vostro vantaggio. Ad esempio i vostri avversari potrebbero pensare che proprio per questo motivo non vi azzardereste a bluffare un altra volta, dopo l'esperienza negativa di prima; proprio per questo, invece, decidete di bluffare.
  4. Come "leggete" i vostri avversari. Se siete bravi a leggere i vostri avversari e a capire all'incirca quali carte possono avere, allora diventa più facile capire quando è bene bluffare e quando invece è meglio desistere. Questa è probabilmente una delle maggiori difficoltà a poker e anche uno degli strumenti più importanti da padroneggiare.
  5. Il tavolo. Se guardando il tavolo pensate che ci possano essere combinazioni utili per i vostri avversasri o ci sono molte possibilità di fare progetti di diverso tipo, allora è meno probabile che il vostro bluff riesca. Preferite allora tavoli senza molti progetti o carte che possono migliorare quelle dei vostri avversari.
  6. L'ammontare del piatto. I vostri avversari saranno più propensi a vedere se il piatto è alto perché hanno migliori pot odds. Ovviamente qualora il bluff riuscisse vincereste una quantità maggiore di soldi. In casi come questo è molto importante saper valutare attentamente tutti i fattori in gioco.
  7. Posizione. Se siete in una delle ultime posizioni, allora avrete maggiori informazioni dei vostri avversari, e dovrete sfruttare questa situazione. In casi del genere può essere anche favorevole bluffare, magari quando sul tavolo ci sono carte che i vostri avversari credono utili per voi e ci sono pochi giocatori ancora in gioco.

Outs per alcuni tipi di progetti

Progetto di scala doppio wraparound

20 outs

Progetto di scala wraparound

17 outs

Progetto di scala colore

15 outs

Progetto di colore e overpair

11 outs

Progetto di colore

9 outs

Progetto di scala "Open-ended"

8 outs

Conclusione

Questa guida deve essere di appoggio, deve cioè darvi alcune informazioni fondamentali per incominciare a giocare a Omaha e, più importante, deve darvi i mezzi per imparare e capire le tecniche e le sottigliezze di questo gioco.

Come in ogni gioco di poker, non c'è modo migliore per imparare che con l'esperienza. Se volete essere un gioctaore di alto livello, l'unica cosa da fare è incominciare a giocare.

Pot-Limit Omaha Per Principianti (Prima Parte)

Pot-Limit Omaha per Principianti (seconda parte)

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page