Il Texas Hold'em Poker

mafia wars cheats hacks

Come Funziona e Dove Giocare Online

Con un mix fatto di regole semplici, una curva di apprendimento molto veloce ed oggi anche la possibilità di diventare ricchi e famosi grazie ai risultati che si ottengono al tavolo, non è una sorpresa che il gioco del Texas Holdem sia riuscito a rimpiazzare il Seven Card Stud nelle abitudini dei player di mezzo mondo.

In questa pagina abbiamo cercato di riassumere tutte le più importanti informazioni che un giocatore deve conoscere prima di prender posto ad un tavolo sia di Texas Hold’Em online che dal vivo, provando ad offrirvi – in maniera sempre molto sintetica – una panoramica delle regole del gioco, dei termini più usati, delle migliori strategie per principianti insieme ad un chiarimento a proposito delle differenze che esistono tra Holdem Limit ed Holdem No Limit.

A tutti coloro che sono alla ricerca di qualche room per incominciare a giocare delle partite di poker Texas Holdem Online offriamo anche la possibilità di consultare una specialissima classifica che mette insieme tutte le migliori sale da poker online disponibili in Italia e le organizza a seconda della “perfezione” della loro offerta di Texas Holdem.

Texas Hold'em - Poker Texas

Il gioco in generale

Il Texas Hold’Em è un gioco di poker a carte comunitarie che viene generalmente giocato in tavoli composti da un minimo di 2 ad un massimo di 10 giocatori.

Lo scopo del gioco è molto semplice: chi vuole vincere una partita di Texas Holdem deve vincere quante più chip possibili un pot dopo l’altro. Per vincere si può avere la mano migliore tra tutte quelle in gioco o si può provare a convincere gli altri giocatori (bluffando) a lasciare il gioco prima di arrivare allo showdown finale.

Una volta che si arriva alla conclusione di una mano, il giocatore che ha il ruolo di “dealer” lo passa al primo player seduto alla sua sinistra per dare il via alla mano successiva seguendo delle precise fasi di gioco che trovate spiegate in maniera dettagliata qui sotto.

Giocare a Texas Holdem

Una (brevissima) storia del poker Hold’Em

Amarillo Slim
Una leggenda del Texas Holdem: Amarillo Slim
 

La nascita del poker Texas Holdem viene generalmente attribuita alla città di Robstown, in Texas – e risale ai primi anni del 1900.

Con quattro giri di puntate e la maggior parte delle carte di gioco che restano scoperte sul tavolo, il Texas Hold-Em era considerato uno dei giochi più abbordabili del tempo visto che, grazie al fatto che la presenza delle carte comunitarie scoperte rendeva non più necessaria una particolare abilità nel contare le carte (cosa fondamentale per sopravvivere ad altri tipi di poker), il Texas Holdem veniva considerato anche la variante ideale per i giocatori alle prime armi.

Il gioco è stato introdotto nei casinò di Las Vegas nel 1967 da un guppo di giocatori del Texas ormai mitico composto da Crandell Addington, Roscoe Weiser, Doyle Brunson ed Amarillo Slim. L’incredibile successo ottenuto immediatamente dai primi tavoli di Texas Hold Em ha poi portato subito alla creazione delle prime World Series of Poker nel 1970.

Nonostante l’ottima popolarità raccolta nei primi anni di vita a Las Vegas, il Poker Holdem è stato per molto tempo considerato come un gioco “secondario” rispetto ad altri più tradizionali presenti da sempre nelle sale dei casinò – questo fino a quando Chris Moneymaker è riuscito ad aggiudicarsi (in diretta TV) il titolo di campione del Main Event alle WSOP 2003 mettendo in tasca un premio da 2.5 milioni di dollari come frutto di una qualificazione costata soltanto 40 Dollari grazie ad un satellite online.

Grazie all’impresa di Moneymaker ed alla conseguente esplosione del poker online, l’Hold’em ha cominciato a diffondersi al punto da poter esser considerato il gioco più giocato in assoluto al mondo.

Regole di base del Texas Hold’Em

Sportnutrizioneregolepokertexasholdemriver

Conosciuto per la sua grande semplicità, il Texas Hold’Em ha delle regole di base molto facili da tenere a mente. Una mano standard di Texas Hold’Em funziona in questo modo:

1.       Il dealer mescola le carte del mazzo.

2.       I due giocatori alla sinistra del dealer (oppure quelli alla sinistra del giocatore che ha il bottone del dealer, nel caso di partite giocate con un dealer professionista al tavolo) dispongono i due blind: il big blind (grande buio) e lo small blind (piccolo buio).

3.       Incominciando con il giocatore alla sua sinistra, il dealer distribuisce due carte coperte a ciascuno dei player al tavolo.

4.       Partendo dal giocatore seduto alla sinistra del big blind, si procede con il primo giro di puntate nel quale ogni giocatore ha la possibilità di puntare una somma uguale al big blind (call), rilanciare (raise) oppure lasciare la partita (fold).

5.       Una volta terminato il giro delle puntate, il dealer toglie una carta dal mazzo tenendola coperta e ne dispone tre, scoperte, sul tavolo (il flop).

6.       Disposte le carte che formano il flop, si fa partire un secondo giro di puntate.

7.       Terminato anche il secondo giro, il dealer toglie una carta dal mazzo tenendola coperta e dispone una nuova carta, scoperta, sul tavolo (il turn).

8.       Al turn segue un terzo giro di puntate identico al secondo – descritto nel punto #6.

9.       Terminato anche il terzo giro di puntate, il dealer elimina ancora una carta dal mazzo tenendola scoperta e provvede a disporne un’altra, scoperta, sul tavolo (il river).

10.   A questo punto si procede con l’ultimo giro di puntate che funziona esattamente come i due precedenti.

11.   Tutti i giocatori ancora in partita partecipano allo showdown al termine delle puntate, ovvero mostrano le proprie carte. Il giocatore con la miglior combinazione tra carte sul tavolo e carte private è eletto vincitore della mano e prende tutte le chip in gioco.

12.   Terminata la mano, il dealer passa il mazzo – oppure il bottone del dealer – al giocatore alla sua sinistra e si comincia una nuova partita.

Per maggiori informazioni a proposito di come giocare una partita di Texas Hol’Em vi consigliamo di dare uno sguardo alla nostra sezione dedicata alle regole del poker.

Le mani nel poker Texas Holdem

Nel gioco del Texas Hold’em, ogni giocatore deve riuscire a creare la miglior combinazione possibile di cinque carte utilizzando le due personali e private insieme alle cinque scoperte che vengono via via disposte sul tavolo dal dealer. Di seguito vi proponiamo una rapida classifica delle mani del Texas Hold’Em partendo dalla migliore ed arrivando alla peggiore.

 

  • Scala Reale          
  • Scala Colore          
  • Poker          
  • Full House          
  • Colore          
  • Scala          
  • Tris          
  • Doppia Coppia          
  • Coppia          
  • Carta Più Alta         
  • Glossario base del Texas Holdem

    • Blind / Bui: Sono delle puntate obbligatorie che devono essere effettuate prima che le carte siano distribuite ai giocatori. Nell’Hold’Em i blind /bui rimpiazzano il classico “ante”.
    • Carta Bruciata: La carta che il dealer toglie dal mazzo prima di sistemare una delle carte comunitarie sul tavolo.
    • Bottone: Nome che indica il giocatore che ricopre il ruolo di dealer nella mano in corso.
    • Fifth Street: Vedi River.
    • Flop: Le prime tre carte comunitarie disposte sul tavolo.
    • Fourth Street: VediTurn.
    • Preflop: Qualsiasi giocata effettuata prima del flop è detta preflop.
    • River: L’ultima – quinta – delle carte comunitarie disposta nel board. Viene anche detta fifth street.
    • Showdown: Quando i giocatori mostrano le proprie carte per individuare il vincitore del pot.
    • Turn: La quarta carta comunitaria disposta sul board, viene anche detta fourth street.

    Mani iniziali del Texas Holdem

    totalgambler246115

    Il gioco del Texas Hold’Em ha abbastanza concetti di strategia, teorie ed equazioni da poter letteralmente riempire centinaia di volumi, il che rende possibile trascorrere un’incredibile quantità di tempo nello studio della strategia del gioco senza rischiare mai di ritrovarsi due volte sullo stesso argomento.

    Quando si tratta di imparare il gioco, è comunque consigliabile incominciare dall’inizio. E per fare qualche soldo giocando a Texas Hold’Em No Limit è fondamentale saper con quali mani giocare e come giocarle  -perché anche una delle migliori 10 mani del gioco può finire con il rivelarsi rischiosissima a seconda della situazione in cui vi trovate.

    Una delle prime cose che dovete imparare nel vostro percorso per diventare giocatori vincenti di Texas Hold’Em è quella di giocare tight ed esser prudenti – che nello svolgimento del gioco significa giocare soltanto mani molto buone e lasciar perdere tutto il resto.

    A parte flop e turn, che  potreste trovarvi a giocare soltanto una volta ogni tanto, dovete sempre cercare di prendere le decisioni giuste già durante l’azione preflop in ciascuna delle mani che vi accingete a giocare. Giocando troppo loose già da preflop potreste infatti finire di costare a voi stessi dei soldi che non volete / potete permettervi di perdere.

    Per imparare di più sulle mani da giocare e sul come giocarle nel modo migliore, vi invitiamo a dare uno sguardo alla nostra serie di articoli chiamata “Non fare il pollo” che vi offre un interessante e semplice schema per capire come sfruttare al meglio le mani premium.

    Calcolare le probabilità di vittoria nell'Hold'Em

    Uno dei modi più intelligenti per giocare a Texas Hold'Em è quello di riuscire a capire sempre il reale valore delle carte in mano e calcolare la probabilità di vittoria che queste possono avere alla luce delle carte comunitarie che compongono il board.

    Se è chiaro come questa sia una di quelle abilità che si affinano con l'esperienza, noi di PokerListings abbiamo sviluppato un piccolo strumento che sappiamo essere utilissimo per la formazione dei principianti visto che permette, in maniera del tutto automatica, di calcolare le percentuali di vittoria di una data mano. Utile per imparare a muoversi tra una mano di Hold'Em e l'altra, il nostro calcolarore di probabilità vi aiuta anche in tutti quei casi in cui le diverse combinazioni possibili al tavolo rendono particolarmente spinosa l'individuazione del vincitore.

    Per usare il calcolatore, divertitevi a cliccare sulle carte presenti nel riquadro sottostante in modo da ricreare, all'interno di questo tool, le stesse carte che avete nella vostra mano di Holdem. Una volta terminato, cliccate su "calcola" per visualizzare il risultato.

    Diversi tipi di Texas Hold’Em

    Considerato che nelle sale indicate nella classifica di questa pagina troverete comunque la possibilità di giocare diversi tipi di Texas Poker, è importante ricordare (in maniera molto sintetica) gli elementi che caratterizzano le diverse versioni di questo gioco:

    • Tornei: Una volta entrati nella vostra sala preferita potrete scegliere tra i tornei sit-and-go da giocare immediatamente o quelli programmati la cui iscrizione è generalmente richiesta con un certo anticipo.
    • Limiti delle puntate: La maggior parte delle sale non offre partite di Texas Hold'em con puntate particolarmente alte (10-20 Euro per le partite Limit e 2/4 ed oltre per le No Limit) ma alcune riescono comunque ad avere un ottimo numero di giocatori anche in questo tipo di sfide più impegnative, specialmente durante le ore di punta..
    • Limit o No Limit: Tutte le sale indicate in classifica offrono partite di Texas Holdem No-Limit e sono poche quelle che permettono di giocare delle partite short handed in tavoli da 5 a sei giocatori.

    Il Texas Holdem Limit

    Holdem con limite

    Il Limit Texas Hold'em è ormai saenza dubbio oscurato dall’enorme successo della versione No-Limit dio questo gioco. Nonostante questo, vale la pena ricordare di come prima che il poker in televisione portasse il vasto pubblico a conoscenza del No-Limit Hold'em, il Limit Hold'em fosse il gioco di poker più diffuso al mondo.

    Se siete nuovi nel mondo del poker e volete scoprire come si possano muovere i primi passi nel gioco, Texas Holdem con limite è sicuramente una buona scelta per partire perché permette di giocare senza il rischio di compromettere un intero bankroll in pochi minuti.

    La forma più apprezzata del Texas Hold’Em Limit è la versione short handed (a 5 o 6 giocatori); una variante del gioco piuttosto rapida nel quale un approccio aggressivo alle partite riesce spesso a pagare più di tutti gli altri – specie se tra questi ci sono dei principianti che hanno ancora qualche timore a gettarsi su pot importanti.

    Un consiglio fondamentale per tutti i giocatori di poker alle prime armi, poi, è sempre quello di dare uno sguardo al manuale di Texas Hold’Em preparato dai nostri redattori: una risorsa decisamente preziosa per imparare a muovere i primi passi nel mondo del poker con l’aiuto di giocatori molto esperti,

    Il Texas Hold'em No Limit

    holdem no limit

    Non c'è dubbio che il No-Limit Texas Hold'em sia la forma di poker più giocata e – di conseguenza – anche più presente nell’offerta di tutte le poker room. Se il vostro (umile) obiettivo è quello di diventare campione del mondo di poker, vincere premi milionari nei tornei online o giocare alle partite in contanti con cifre da capogiro, allora va da sé che dovrete imparare a padroneggiare il No-Limit Hold'em in modo da giocare questo tipo di poker alla perfezione.

    Nel gioco del Texas Hold’Em No Limit la struttura delle puntate permette ai giocatori di puntare qualsiasi ammontare – stack permettendo, ovviamente – fino a tutte le chip in possesso di un giocatore in ciascun momento di una mano.

    La popolarità del No-Limit Hold'em è cresciuta costantemente fin dagli anni '70 incontrando poi un picco davvero inaspettato con l’arrivo del poker su Internet e la sua trasformazione in vero e proprio fenomeno di massa.