Poker e Viaggi: Alla Scoperta di una Vienna Mai Vista

Condividi:
14 febbraio 2013, Scritto da: PokerListings.it
Postato su: Dentro PokerListings
Poker e Viaggi: Alla Scoperta di una Vienna Mai Vista

“Fai un salto di 10. 20 anni. Il tuo matrimonio non ha più la stessa carica che aveva una volta. Comincia a pensare a tutti gli uomini che hai conosciuto nella tua vita ed a cosa sarebbe accaduto se ti fossi messa con uno di loro. Beh, io sono uno di quelli. Eccomi qui.”

Perché oggi PokerListings vi offre la possibilità di vivere la capitale austriaca in un modo talmente meraviglioso da farvi dimenticare la tensione del torneo e, chissà, magari anche da farvi sentire in dovere di ringraziare quel giocatore che vi manderà fuori dai giochi.

Non ci credete?

Come vivere al meglio il WPT Vienna

Per quanto chi vive all’interno del circuito del  poker live si abituato a dire che “giocare a poker è bellissimo perché ti permette di viaggiare e vedere posti incredibili”, la triste realtà che i poker player non raccontano nel corso delle loro interviste è che – la maggior parte delle volte – non si riesce proprio a trovare il tempo per scoprire qualcosa più di un triangolo composto da una sala di casinò, un ristorante abbastanza ordinario ed una camera d’hotel mai troppo lontana dal resto.

Perché, ammettiamolo, giocare sessioni di ore prima di lanciarsi ai tavoli cash fino al mattino finisce con il provare davvero chiunque.

Ed anche perché, in fondo, riuscire ad essere finalmente liberi soltanto durante quelle ore in cui pure i panettieri sono ancora sotto alle coperte…beh, sicuramente non aiuta neanche un po’.

Per venire incontro ai desideri tutti quei giocatori che nonostante tutto sognano di riuscire a combinare i tavoli di poker con delle esperienze che restituiscano al verbo viaggiare il fascino che questo comporta, oggi proviamo a darvi una mano con un’insolita guida di Vienna dedicata ai cinque più significativi luoghi che hanno fatto da cornice alla splendida storia d’amore tra Julie Delpy ed Ethan Hawke in Before Sunrise.

Una notte a Vienna, una notte sola

Before Sunrise (uscito in Italia con il titolo Prima dell’Alba) è un film del 1995 girato dal regista  Richard Linklater che racconta la (romanticissima) storia di una studentessa francese ed un giornalista americano che decidono di spendere una notte insieme a passeggiare per le strade di Vienna dopo essersi conosciuti sulla carrozza di un treno.

Film cult per quella parte un po’ “impegnata” della generazione che si è trovata ad avere vent’anni negli anni Novanta, Before Sunrise è anche uno splendido modo per scoprire una delle più affascinanti città europee – Vienna – per chi ha voglia di allontanarsi dai clichés più turistici ed abbracciare l’idea di scoprire lo spirito che ancora anima uno dei più importanti luoghi della cultura e dell’identità europea.

Senza tralasciare, poi, che il fatto raccontare una storia che trova inizio e fine nell’arco di una sola notte…beh, offre uno spunto perfetto per tutti quei player che – abbandonati i tavoli del WPT – avranno una sola notte a disposizione per provare a conoscere la città che fu tanto degli Asburgo quanto di Klimt e Schiele.

Quindi, che dite: cominciamo?

#1. La Westbahnhof

Inizio ed allo stesso tempo anche fine del film, la Stazione Ovest di Vienna non può che essere la partenza ideale del nostro “insolito” itinerario cinema-culturale per pokeristi.

Aperta nel 1858, la Stazione Ovest è la seconda più grande di Vienna e gestisce il traffico dei treni da e per la Germania, la Polonia, la Francia, il Belgio, la Serbia, la Romania e l’Ungheria.

Restaurata tra il 2008 ed il 2011, la stazione non è di per sé una particolare attrattiva turistica o culturale di straordinaria importanza…a meno che non decidiate di voler davvero immergervi nell’atmosfera del film e di passeggiare accanto ai vagoni in partenza per sognare che quell’ultima coppia che sembra indecisa se lasciare il treno o meno non sia altro che una nuova storia d’amore destinata a durare la lunghezza di un sogno.

Perché, per capirci, ecco cosa succede alla stazione nel film:

#2 Il Prater

Verissimo, una passeggiata alla scoperta del Prater - lo splendido polmone verde di Vienna che nasconde al suo interno un parco dei divertimenti cult per chi visita la capitale austriaca – non è un’esclusiva del nostro itinerario ed, anzi, è qualcosa che trovereste suggerito anche dalle peggiori guide turistiche di quart’ordine.

Però, per capire come mai il Prater riesca a guadagnarsi un posto anche all’interno della nostra guida di Vienna post World Poker Tour, date uno sguardo alla clip qui sotto:

La calma della cabina, le luci della città, il Danubio che scorre assicurandosi che tutto continui ad andare come deve.

Volete abbracciare Vienna intera?

Allora salite sulla ruota panoramica del Prater e lasciate che sia questa a fare il resto.

#3 Il Futuro è in Franziskanerplatz

Prima dell'Alba

Lasciato il Prater, come Celìne (Julie Delpy) e Jesse (Ethan Hawke), anche voi andrete lentamente alla scoperta della città vecchia di Vienna e del suo dedalo di elegantissime strade e vicoli a cui l’Unesco ha assegnato il prestigioso titolo di Patrimonio dell’Umanità.

La passeggiata in città vecchia, poi, non può che concludersi in Franziskanerplatz numero 3, proprio all’ingresso del Kleines Café (Piccolo Café) nella speranza che, come nel film, una chiromante si avvicini a voi per leggervi la mano e predirvi il futuro.

Gemma che impreziosisce una delle più belle piazze dell’intera capitale, il Kleines è un piccolo angolo di paradiso per chi ha voglia di tuffarsi nell’atmosfera un po’bohème  di artisti e studenti che oggi come cento anni fa discutono delle sorti del mondo una birra ed una sigaretta dopo l’altra.

#4 Un patto sul Danubio

Abbandonata la pittoresca piazza che fa da cornice al Café Kleines, è quindi tempo di spostarsi verso Nord in direzione del Danubio per una di quelle immancabili passeggiate lungo gli argini che finiscono sempre con il ricordare quando sia bello avere un fiume in grado di animare il cuore di una città.

Secondo quanto ci insegna la storia raccontata da Before Sunrise, è poprio nella parte del Donaukanal (il canale del Danubio) vicino a  Schweden platz che i due giovani attori incontrano uno strano barbone dal quale ricevono una strana proposta: realizzare un’intera poesia partendo da una qualsiasi parola a loro scelta.

I due accettano, Jesse sceglie la parola “frullato” (milkshake, nella versione originale) ed il risultato lo trovate nella clip in italiano qui sotto.

#5 Il gioco del telefono

Tra i momenti più significativi della pellicola, c’è senza dubbio quello del “gioco del telefono” che Celìne e Jesse usano per confessare i propri sentimenti direttamente da un tavolo del Café Sperl in Gumpendorfer Straße 11.

Icona storico-culturale del Museumsquartier, il Café Sperl è un elegante sala aperta nel 1880 che da tempo occupa un posto di rilevo nella lista dei luoghi storicamente più importanti dell’intera Austria e che – stando a quando si scrive su TripAdvisor – offre la possibilità di provare una deliziosa torta Sacher.

Forte del suo esser riuscito a preservare la sua identità nel corso dei secoli, il Café Sperl è oggi ancora pressoché identico a quello che si vede nel film: con tanto di specchi enormi alle pareti, legno ovunque e consumati divanetti in pelle sui quali riposarsi.

Chi ha visto il film sa che non si può non andare a Vienna senza prendere un caffè allo Sperl. Per tutti gli altri…beh, basta provare a guardare il film oppure a cliccare sulla clip qui sotto per capire di cosa parlo.

Ricapitoliamo

La settimana prossima, il 18 di febbraio, il World Poker Tour farà tappa a Vienna per uno straordinario evento con un Main Event da 3.200+300€ - e quella che avete appena letto è una piccolissima guida ai 5 luoghi più suggestivi della capitale austriaca tra quelli raccontati all’interno di Before Sunrise, il film-capolavoro di Richard Linklater con Julie Delpy ed Ethan Hawke.

Se, come noi, anche voi sarete a Vienna per giocarvi il titolo di campione WPT, seguite il nostro consiglio: salvate il nostro itinerario, mettete in tasca una cartina e preparatevi a ricordarvi quanto sia bello giocare a poker e viaggiare quando questo significa davvero riuscire a scoprire qualcosa di nuovo.

Nota: Chi ha visto il film, sa bene come la scena probabilmente più toccante di tutte sia quella ambientata nel negozio di dischi, quando Celìne e Jesse ascoltano un vinile di Kath Bloom restando una accanto all’altro pur senza mai incrociare gli sguardi.

Se siete interessati a toccare con mano il negozio, vi dico subito che esiste ancora, si chiama Teuchlter Schallplattenhandlung e lo trovate in Windmulghasse 10 con tutta la sua collezione di dischi vintage.

Personalmente, però, ho deciso di non inserirlo nella lista dei luoghi più significativi perché questo avrebbe voluto dire cercare la scena del disco su YouTube. Ed il posto di lavoro non è mai il posto più adatto per commuoversi.

Condividi:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Bloggers

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Benvenuti sul Blog Ufficiale del torneo Battle of Malta 2012 organizzato da PokerListings.

Ultimi posts  
WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

Scopri tutti i segreti e i retroscena delle delle World Series of Poker con il blog esclusivo di Po
Ultimi posts  
Il Blog di Leo Margets

Il Blog di Leo Margets

La giocatrice spagnola Leo Margets ci racconta la sua esperienza in prima persona dai tavoli dei

Ultimi posts