Omaha Hi-Lo: Guida per Principianti-3

Omaha hand

Ecco il terzo capitolo della nostra guida per imparare a giocare a Poker Omaha, specialità meno praticata ma molto affascinante

Mani Iniziali

Le quattro carte utilizzate nell'Omaha e distribuite a ciascun giocatore possono dar vita a ben 16.432 combinazioni uniche. Questo fatto, assieme alla possibilità di vincere sia la mano alta che quella bassa, rende la lista di mani iniziali ideali nell'O8 molto diversa da quella delle altre varianti del poker.

Poiché esistono così tanti tipi di mani giocabili rispetto al Texas Hold'em, una top 100 delle mani iniziali più sicure non è sufficiente per elencare tutte le combinazioni che comunque potrebbero essere giocate.

Tuttavia la lista seguente può fornirvi una buona idea sul tipo di mani più forti nell'Omaha Hi-Lo.

A-A-2-x

A-A-3-x

A-2-3-x

A-2-4-x

A-2-x-x

A-3-4-x

A-A-x-x

È essenziale considerare comunque quanto le mani elencate sopra varino in potenziale, a seconda delle carte x e se la mano è suited o meno, o anche double-suited. Tuttavia è imprescindibile che queste combinazioni rappresentino delle mani estremamente forti nell'Omaha Hi-Lo. Se le avete in mano siete già a buon punto e dovrete mantenere la concentrazione alta per finalizzare il tutto a vostro favore.

Ad esempio, una mano A-2-K-K double suited è decisamente più forte di un A-2-Q-8 non-suited, anche se entrambe appartengono alla categoria A-2-x-x. Allo stesso modo A-A-K-K double-suited ha un potenziale molto più alto di un A-A-Q-7 non-suited, e così via.

Ecco quindi un’altra lista più completa di mani forti.

A-A-2-3 double-suited

A-A-2-4 double-suited

A-A-2-3 suited

A-A-2-5 double-suited

A-A-2-4 suited

A-A-3-4 double-suited

A-A-2-3 non-suited

A-A-2-2 double-suited

A-A-3-5 double-suited

A-A-2-6 double-suited

Probabilità e Statistiche

L'esempio seguente delle probabilità nell'O8 non è pensato per essere imparato a memoria. Sapere che c'è il 16,2% di possibilità che da un flop escano delle carte basse non è molto più utile di sapere che la probabilità si aggira attorno al 15%.

A meno che non stiate pensando di affrontare un vostro studio statistico su questa variante del poker, considerate questi consigli un modo per darvi un'idea generica dell'aspetto matematico dell'O8 e di spingervi a giocare le mani nella maniera giusta.

Se state giocando una mano come A-2-3-4, esiste il 5,6% di possibilità che il flop non conterrà alcuna carta bassa, il 32% di probabilità che includa una carta bassa, il 45,6% che ne includa due e il 16,2% che sia completamente low. Quindi la mano è ottima e assolutamente da giocare.

Se avete una mano alta, le possibilità che il flop mostri due o tre carte alte è del 30%. In pratica una possibilità su 3 di migliorare la mano di partenza con un flop favorevole. E se l’esito del flop non è di quelli sperati, ci sono sempre Turn e River a seguire.

Riceverete A-2-x-x circa il 6,2% delle volte e A-2-3-x circa l'1%. Le basse percentuali rivelano che queste sono circostanze rare per cui quando capitano meglio sfruttarle al meglio.

Se avete A-2 in un tavolo a nove giocatori, vi è il 36% delle possibilità che uno o più giocatori abbiano anch'essi in mano A-2. Ricordatevi infatti che in questo caso 36 su 52 carte sono già state distribuite.

In un tavolo a nove giocatori, circa il 50% di tutti i partecipanti avranno in mano una coppia prima del flop. Un dato importante da tenere in mente questo. E che ci spiega anche il motivo per cui una coppia non vale poi granchè in questa variante di poker dove si vince grazie a punti importanti. Scordatevi l’Hold’em insomma.

Se il tavolo non ha mostrato delle coppie durante il flop o il turn, lo farà sul river il 27,3% delle volte. Poco più di una possibilità su 4 e meno di una su 3. Ciò vuol dire che la possibilità di vedere una coppia sul board completo è decisamente alta.

Lista degli Outs* per Calcolare le Probabilità di Ogni Piatto.

Numero di Outs % Sul Flop (2 carte rimanenti) % Sul Turn (1 carta rimanente)
1 4,4 2,3
2 8,8 4,5
3 13,0 6,8
4 17,2 9,1
5 21,2 11,4
6 25,2 13,6
7 29,0 15,6
8 32,7 18,2
9 36,7 20,5
10 39,9 22,7
11 43,3 25,0
12 46,7 27,3
13 49,9 29,6
14 53,0 31,8
15 56,1 34,1
16 41,0 36,7
17 61,8 38,6
18 64,5 40,1
19 67,2 43,2
20 69,7 45,5
21 72,1 47,7
22 74,4 50,0
23 76,7 52,3
24 78,8 54,5
25 80,8 56,8
26 82,7 59,1
27 84,6 61,4
28 86,3 63,6
29 87,9 66,0
30 89,4 68,2

*Outs: Sono le carte che un giocatore dovrebbe ottenere per realizzare la combinazione desiderata.

La tabella ci insegna che sul flop abbiamo una possibilità su 4 di vedere il nostro out al Turn quando ne abbiamo a disposizione 6. E una possibilità su 3 quando la nostra mano richiede dai 6 ai 9 outs. Invece questa possibilità sale al 50% circa quando gli outs che migliorano la nostra mano sono 13.

Al Turn le probabilità cambiano. Resta solo una carta da scoprire quindi in questa fase abbiamo una possibilità su 4 di vedere il nostro out al River quando ne abbiamo a disposizione 11. Una possibilità su 3 quando la nostra mano richiede dai 14 ai 16 outs. Infine questa possibilità sale al 50% circa quando gli out che migliorano la nostra mano sono 22.

Al Turn rispetto al Flop le possibilità si dimezzano fino a quando i nostri outs sono 7. Quando gli outs sono 22 già siamo a 1/3 di svantaggio del Turn rispetto al Flop. Se invece gli outs sono 30, se la carta che ci migliora non è uscita al Flop, le nostre probabilità di ottenerla al Turn sarà scesa di un 25% circa.

Ovviamente più out si hanno a disposizione e più alta e la possibilità che venga fuori la carta che ci migliora.

Dove Giocare a O8

L'Omaha e l'O8 stanno fortunatamente tornando a essere delle varianti molto popolari. Con il boom del poker molti giocatori di Omaha si sono spostati verso l'Hold'em, sul quale si concentrava gran parte dell'azione.

Ma dopo un periodo davvero fertile per l’ Hold'em adesso si sta materializzando una situazione inversa: tutti sanno giocare a Hold'em e la specialità risulta davvero affollata. Quindi, l'interesse per l'Omaha si è riacceso e viene praticato molto più spesso da giocatori che vogliono variare e cimentarsi su tavoli meno affollati e frequentati da cultori della disciplina. I rapporti relativi a metà 2008 ci dicono che una buona quantità di partite online si svolge ora utilizzando le regole dell'Omaha e dell'O8.

Quasi tutte le sale da gioco, sia live che online, considerano l'Omaha la variante più popolare dopo l'Hold'em. Avere le basi di Omaha e praticarlo più o meno frequentemente è inoltre un punto a favore. Se imparerete a giocare anche a questo tipo di poker avrete un vantaggio enorme rispetto a quei giocatori che faticano enormemente a staccarsi dalle regole del Texas Hold'em. Sicuramente dopo un po’ avrete una mente più flessibile e abituata ad avere a che fare con regole simili ma diverse. Trarrete benefici nell’avere a che fare con percentuali differenti da calcolare e sarete più cauti nel valutare in positivo o in negativo il valore della vostra mano.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page