Come Non Far Schifo a Poker Omaha: Gioca Tight e in Posizione

consigli pot limit omaha
Meno competizione nell'Omaha, vale la pena farci un pensierino...

Ecco il secondo articolo di una serie dedicata alle strategie per principianti. Parleremo di come vincere nel Pot-Limit Omaha.

Nell'Omaha, il gioco pre-flop è un po' meno importante che nell'Hold'em. Detto questo, comunque, il pre-flop rimane una street determinante. E proprio come nell'Hold'em, foldare mani deboli prima del flop facilita le scelte sulle decisioni successive.

Il modo più facile per capire questo concetto è tenere a mente quanto segue:

  • Più mani deboli giocate, più mani marginali chiuderete
  • Più mani marginali chiudete, più difficili saranno le decisioni che dovrete prendere
  • Più difficili sono le decisioni, maggiore sarà il numero degli errori che farete
  • Più errori commettete, più soldi perderete

Molto semplice. Perciò, proprio come nell'Hold'em, dovete allenarvi per ottenere una disciplina rigorosa, evitare mani problematiche e concentrarvi su quelle che nell'Omaha possono farvi vincere molti soldi.

Quando giocate buone mani prima del flop, il gioco dal flop in avanti diventa molto più semplice.

Quindi, quali mani dovrei giocare?

Quando pensate alle qualità di una buona mano di partenza nell'Omaha, dovete sempre chiedervi:

"In che modo posso chiudere il nuts?"

Mani che risultano essere le seconde migliori sono costose, perciò chiudere il nuts (cioè raggiungere il valore più alto possibile della mano) è l'obiettivo principale.

La vostra selezione delle mani dovrebbe essere basata su questo concetto. Volete mani che possano connettersi saldamente con il flop, mani tipo 8♠ 9♠ T♥ J♥.

Un rundown alto double-suited come 8♠ 9♠ T♥ J♥ è ancora meglio di una coppia d'assi, nel gioco deep-stack del Pot-Limit Omaha.

Questo perché quando centra il flop, lo fa SALDAMENTE.

Immaginatevi 8♠ 9♠ T♥ J♥ su un flop 7♥ 8♥ 9♦.

In questo caso avete floppato la scala nut con un progetto di scala reale a incastro e la top two pair.

Ok, si tratta di un caso raro. Ma dimostra quanto sia diverso l'Omaha dall'Hold'em.

Volete mani che possano floppare degli ottimi flop in più di un modo. Volete centrare qualcosa e pure qualcos'altro.

Connectedness, suitedness e flopability

poker tight

Quando decidete quali mani giocare nell'Omaha, dovreste tenere presente questi tre fattori:

  • Connectedness
  • Suited e Double Suitedness
  • Flopability 

Connectedness

Il termine "connectedness" è ovvio: volete carte che possano floppare il nuts in molti modi.

Nell'Hold'em, i suited connector sono ottimi perché possono chiudere mani da piatti grossi, come le scale.

Nell'Omaha, quattro carte consecutive rappresentano una mano molto forte, perché possiedono ancora più modi di floppare scale e progetti di scala.

Suited e double suitedness

I concetti di "suitedness" e "double suitedness" sono simili.

Se floppate una scala o una doppia coppia, non guasta ricevere pure un progetto di colore.

Se la vostra mano è double-suited (due coppie di carte dello stesso seme) il vostro progetto di colore può essere sia il piano A che il piano B.

In breve, avete più opzioni.

Per esempio, se avete A♦ A♠ 3♦ 8♠ su un flop 9♠ 2♦ 5♣, la vostra mano principale è la coppia d'assi.

Ma avete anche due progetti di colore nut backdoor, che possono sempre essere d'aiuto.

Se avete una mano tipo 8♠ 9♠ A♣ T♣ e il flop è 6♠7♣5♣, avete floppato il nuts. Ma se andate all-in contro un avversario che ha floppato il nuts come voi, vi giocherete un freeroll grazie al vostro progetto di colore nut.

Flopability

Il termine "flopability" si riferisce al fatto che il flop si connette con una parte della vostra mano, dandovi inoltre qualche altra opzione.  

Per esempio, una mano come 8♠ 8♦ 7♠ 6♦ ha una buona flopability.

Diciamoche il flop è 8♥ 5♣ 3♠. Avete centrato il top set, ma dato che la vostra mano ha un'ottima flopability, avete anche un progetto di scala bilaterale.

Nell'Omaha volete sempre floppare qualcosa con qualcos'altro.

La mano migliore può cambiare su ogni singola street, perciò è sempre una buona idea avere più di una freccia nella vostra faretra.

Giocate mani che vi danno ampie possibilità e che costringono i vostri avversari a tirare a indovinare.

Una nota sulla posizione

Ne parleremo ancora, ma nell'Omaha la posizione è estremamente importante.

Poter decidere di prendere una carta gratis o di bluffare quando il vostro avversario fa check, è ancora più importante nell'Omaha che nell'Hold'em, proprio perché la mano migliore può cambiare su ogni street.

Se nell'Omaha giocate troppo da fuori posizione, troppo spesso vi troverete a dovere indovinare la mano altrui, e perderete un sacco di soldi.

Mentre imparate a giocare l'Omaha è molto importante giocare molto tight quando siete fuori posizione.

Poi, quando sarete più esperti, potrete cominciare a giocare un numero di mani maggiore da fuori posizione, ma mentre state ancora imparando questo significa letteralmente sprecare dei soldi.

Guarda il video in inglese della serie: Come non far schifo ad Omaha: Giocare Tight e in Posizione

Punto chiave

Le fondamenta di un buon gioco nel Pot Limit Omaha iniziano prima del flop.

È molto facile lasciarsi prendere dalla natura aleatoria del gioco, e voler giocare troppe mani, ma questo va evitato.

Concentratevi su un gioco tight, specialmente da fuori posizione.

Volete mani che possano connettersi saldamente al flop e che abbiano dell'altro potenziale.

Se riuscite a giocare in questo modo, e a non cadere nella trappola di azzardare troppo, sarete sulla giusta strada.

 

Gli altri articoli della serie

#1. Giocare il nuts

#2. Giocare tight ed in posizione

#3. Evitare i rundown deboli

#4. Non sopravvalutare gli assi

#5. Distinguere le mani

#6. Connettersi saldamente al flop

#7. Organizzare un piano d'attacco

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti