Giocare a Sit-and-Go (prima parte): i Blind Bassi

Prima parte di una serie di quattro articoli su tutto quelo che un giocatore di poker deve conoscere per diventare un campione di sit-and-go. In questo articolo parleremo delle partite con blind bassi.

Un tipo di poker che è diventato molto popolare negli ultimi tempi è il torneo "single-table" (STT), conosciuto anche come "sit-and-go".

Ci sono tantissimi siti online con tornei sit-and-go che iniziano non appena si raggiunge il numero necessario di giocatori.

Giocare a sit-and-go richiede diverse capacità rispettto alla versione "cash" e assomiglia di più a tornei multitavolo, in quanto il numero delle chip a disposizione è limitato. Non ci sono inoltre re-buys e una volta quindi che le chip sono finite, anche voi siete finiti. Si capisce quindi che è molto importante sin dall'inizio proteggere le vostre chip.

Leggendo tutte le parti di questo articolo potrete diventare in breve tempo campioni di sit-and-go. Buona lettura!

 

Iniziare a giocare

Quando i blind sono ancora bassi dovete essere piuttosto accorti e non c'è bisogno di investire un numero altissimo di chip e correre rischi troppo alti.

Meglio essere prudenti, se avete fretta o se siete molto nervosi, allora alzatevi e fate qualcosa per distrarvi, pulite la casa, passate l'aspirapolvere, ma non affrettate il gioco. Ecco, una volta di ritorno sarete pronti per giocare. Ovviamente stiamo scherzando, però vogliamo ricordare ancora una volta l'importanza di non giocare  maniera troppo aggressiva sin dall'inizio.

 

Più prudenza all'inizio

giocare a poker

Nelle fasi iniziali di un sit-and-go bisogna cercare di evitare scontri di ampia portata. Non c'è nessun bisogno di fare bluff altissimi o di forzare il proprio gioco, ci saranno un sacco di occasioni del genere in seguito, quindi non preoccupatevi.

Quello che bisogna cercare di fare è rimanere al di fuori del centro d'azione, giocando in generale in maniera più accorta, e in maniera piuttosto aggressiva le mani più alte. Se avete carte molto buone allora dovete ovviamente rilanciare, non diremo mai il contrario. Quello che invece non ci stancheremo mai di ricordare è che non c'è nessun bisogno di affrettare le tappe. Ad esempio:

Avete $1.500 e avete 9 9 nel blind grande. I blind s sono di $20/$40 e ci sono quattro giocatori che vedono.

In una partita "cash" fareste bene a rilanciare, mentre invece in un sit-and-go in questo caso può convenire di più passare. Se volete rilanciare questa mano dovete fare almeno 5 o 6 volte il big blind dal momento che siete fuori posizione per il resto della giocata e ci sono 4 giocatori che vedono.

Diciamo che, a mo' di esempio, rilanciate il piatto di $240. I primi due giocatori lasciano e gli altri due, tra cui quello sul bottone, vedono. Arriva il flop: Q 4 2.

Ecco, non male come flop per voi. Soltanto una overcard e potete fare una continuation bet in questo caso.

Puntate 2/3 del piatto o circa $500, un giocatore lascia e quello sul bottone vede.

Adesso, guardate bene in che situazione siete. Avete appena investito metà delle vostre chip, cosa pensate di fare nel turn? Il piatto è adesso di $1,800, se puntate di nuovo dovrete alla fine andare all-in. Quanto vale la vostra mano?

Probabilmte non troppo, anche se comunque vedere e poi lasciare non è una grande mossa, dal momento che già avete investito metà delle vostre chip. Proprio per questo motivo è meglio limitarsi a vedere quando i blind sono bassi, in maniera da evitare situazioni delicate come questa.

Ci sono un sacco di situazioni di questo tipo e con mani che non sono male ma che però non sono al tempo stesso mani di grande valore non c'è nessun bisogno di investire e di rischiare un sacco di soldi.

L'ammontare delle chip che dovete giocare è troppo alto per rischiare, quando il vostro stack è limitato. La cosa migliore da fare è quindi aspettare prima di rischiare le vostre chip e risparmiare le vostre chip per quando si giocherà con blind più alti.

 

Giocare in base alla posizione

sit and go

Come nelle partite "cash" dovete giocare in maniera accorta dalle prime posizioni, in particolare prima del flop. In questo modo diventa molto più facile giocare e prendere decisioni dopo il flop e la cosa da evitare quando si gioca a un sit-and-go sono proprio le situazioni delicate come quella dell'esempio precedente.

Come sapete, le situazioni delicate possono farvi perdere un numero molto alto di chip e vanno quindi evitate. Un modo possibile per farlo è quello di giocare in maniera molto accorta dalle prime posizioni, dove bisogna cercare di conservare il proprio numero di chip senza prendere rischi inutili, visto che una volta finite le vostre chip anche voi siete finiti. Non giocate quindi mani più deboli quando non siete in posizione favorevole, rischiate solo di perdere soldi.

Dalle prime posizioni dovete lasciare mani come A-T, A-J, K-Q o peggio. Carte come queste possono sembrare buone, ma in realtà sono una trappola per la maggior parte di giocatori alle prime armi. Quello che bisogna fare è proteggere le proprie chip dalle prime posizioni, quindi evitate di prendere rischi inutili.

Chiaramente però bisogna rilanciare quando si hanno le carte giuste per farlo, secondo il classico gioco TAG (tight-aggressive). Dovete quindi giocare in maniera accorta per poi rilanciare ed essere piuttosto aggressivi quando avete le carte giuste. Non abbiate paura di rilanciare con AA-JJ, A-K, A-Q etc. E se gli altri giocatori sono stati piuttosto passivi allora potete anche vedere con coppie in mano del tipo TT-66.

Dalle posizioni intermedie dovreste giocare in maniera simile e anche da queste posizioni non vi conviene prendere rischi troppo alti con carte non troppo buone. Ovviamente bisogna rilanciare quando si hanno le carte giuste per farlo.

Potete aggiungere carte come AJ dello stesso seme o no e KQ dello stesso seme alle carte con cui rilanciare e iniziare a giocare in maniera più sciolta anche coppie più basse o carte connesse piuttosto alte, senza però mai prendere troppi rischi con carte basse.

soldi mani chips

Dalle ultime posizioni e dal bottone avete più libertà, ma il vostro gioco deve essere abbastanza similie a quello da posizioni intermedie, e anche in questo caso non bisogna prendere rischi inutili.

Si posono aggiungere altre carte a quelle con cui bisogna rilanciare, come ad esempio delle coppie basse o buone carte connesse, ancor meglio se non avete bisogno di investire troppo.

Da queste posizioni bisogna approfittare del vantaggio di trovarsi a giocare per ultimi per giocare senza investire troppo e magari trovare un carta buona per rilanciare e investire più chip. Ciò faciliterà molto le vostre giocate successive.

Esiste comunque una regola che vale sempre e cioè se una mano è stata rilanciata quando arriva il vostro turno a giocare, allora per vedere  serve una mano migliore di quella di cui avreste avuto bisogno voi per fare il rilancio.

Per capirsi, se siete in una posizione intermedia, allora potete rilanciare con A-J, ma non potete vedere con le stesse carte. Giocate in maniera molto accorta quando il piatto è rilanciato prima che sia il vostro turno a giocare.

Nella seconda parte parleremo dei blind medi.

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti