WSOPE Main Event Day 3: comanda Diaz, out gli italiani

24 giocatori ancora in corsa, ma niente da fare per Dario Sammartino e Giacomo Fundarò. E anche per Daniel Negreanu.

Cominciamo proprio dall'eliminazione del Poker Kid, che aveva iniziato la giornata con 115.000 chip. Negreanu ha sperato fino all'ultimo di passare al Day 4, prolungando la sua caccia al primo posto della classifica di WSOP Player of the Year.

A un certo punto ha superato anche le 300.000 chip, trovandosi nella parte alta del chip count; poi la lenta, lunga discesa che lo ha portato all'eliminazione in 25° posizione, ultimo player out del Day 3.

Ma Negreanu non è il tipo da farsi prendere dallo sconforto. E infatti si è iscritto immediatamente all'High Roller da 25.000 dollari, per cercare di mantenere intatto il sogno di superare il britannico Matt Ashton. Così il Poker Kid su Twitter:

"Fuori dal Main. KT vs AK, mi serviva un dieci che ho preso al river, ma lui ha chiuso la scala! Ho ancora una possibilità di vincere il POY con l'high roller".

Niente da fare anche per Dario Sammartino e Giacomo Fundarò. Il primo, dopo i botti delle prime due giornate, è andato sgonfiandosi fino a uscire in 42° posizione, a -2 dai premi. Ha fatto meglio Fundarò, capace di arrivare a un 30° posto da 21.750 euro.

Steinberg oltre il milione. Bene Nitsche, Soulier e Lacay

Chi se la passa egregiamente, invece, è lo spagnolo Andre Diaz, che ricomincerà il Day 4 con lo stack più grosso di tutti: 1.066.000 chip.

Tra i 24 superstiti nel Main Event WSOPE 2013 ci sono anche parecchi volti noti. Proprio dietro a Diaz troviamo Daniel Steinberg, unico altro player ad aver superato quota 1 milione di chip, nonché gemello di Max Steinberg, pro di 888 e vincitore di un braccialetto WSOP.

Il chip leader del Day 2, Dominik Nitsche, rimane nella top 5 con 768.000 gettoni, così come il pro francese Fabrice Soulier (756.000).

Da segnalare anche le prestazioni del britannico Mark Teltscher (474.000) e dei vari Ludovic Lacay (383.000), Shannon Shorr (373.000), Benny Spindler (331.000), Jeremy Ausmus (320.000) e Ravi Raghavan (222.000).

Ecco il chip count ufficiale dei primi 10:

1-      Adrian Mateos Diaz 1.066.000

2-      Daniel Steinberg 1.009.000

3-      Ivan Tikhov 809.000

4-      Dominik Nitsche 768.000

5-      Fabrice Soulier 756.000

6-      Sergio Aido 721.000

7-      Ognjen Sekularac 677.000

8-      Andrei Konopelko 585.000

9-      Jerome Huge 549.000

10-  Mark Teltscher 474.000

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti