WSOPE: il Tweet-recap del 15 ottobre

Wai Kin Yong2013 WSOP EuropeEV035K Mixed MaxDay2Giron8JG0175
Wai Kin Yong menre pensa al suo prossimo Tweet...

I Bounty più cari di Francia ed i sogni infranti di Phill Hellmuth nel Twitter-Bollettino di oggi.

Continuano le WSOPE, continua la saga dei braccialetti ed, inevitabilmente continua anche la frenetica attività su Twitter dei giocatori d’istanza ad Eghien-les-Bains. Che non è Parigi ed a dirla tutta non ci somiglia nemmeno.

Lo scoop di oggi? Non abbiamo nemmeno mezzo centimetro di questa pagina dedicato a Liv Boeree.

L’inflazione non risparmia nulla

Ne avevamo già parlato qualche giorno fa nel nostro secondo post del blog delle WSOPE e speravamo che in molti lo avessero capito fino in fondo: le WSOPE non hanno prezzi per esseri umani.

Se infatti il bar dell’hotel non sembra sentire alcun rimorso nel chiedere ben 9€ per una pinta di Carlsberg e qui nella zona del torneo offrono pasti (dall’estetica quantomeno dubbia) per 15 Euro – sembra che non esistano neppure più i cari Bounty di una volta.

A giudicare da quanto scritto su Twitter dall’utente SendTheNuts sembra infatti che le due mitiche barrette di cacao e cocco siano arrivate a toccare quota 2.50€!

Non male, Barrière, non male…

I november nine vogliono action!

Enghien-les-Bains non è Londra e sembra che il November Nine David Benefield lo stia imparando sulla propria pelle.

Dopo essere finito fuori dall’evento numero #3, Benefield è stato “costretto” ad iscriversi a quello di PLO per mancanza di alternative e per il fatto che la terribile politca francese non permetta a nessuno di giocare a poker online se non a player in possesso di passaporto francese e su room .fr.

Chissà cosa direbbero i francesi e Benefield se mi vedessero giocare MTT sui tavoli di Full Tilt mentre scrivo questo articolo…

Qualche braccialetto di troppo…

Tra i protagonisti del nostro bollettino odierno anche il supernova neozelandese di PokerStars David Yan, conosciuto online con il nick missoraclepoker.

Dopo essersi reso protagonista di un inizio WSOP Europe particolarmente attico, David si è infatti ritrovato con al polso ben sette braccialetti WSOPE.

Peccato che non siano esattamente quelli che lo hanno convinto a prendere l’aereo per Parigi…

…e che non gli siano serviti neppure per riuscire ad evitare gli “spietatissimi” controlli all’ingresso.

Il Pirata ed il Campione!

Anche se poi non è detto che il Pirata non possa essere pure lui un campione…anzi!

L’Italia riesce finalmente a conquistarsi un posto nel bollettino di oggi con questa foto postata da Max Pescatori che gli ha subito fatto piombare qualcosa come 500 insta-like su Facebook.

Negreanu lo preferisce europeo

Certo, i maligni diranno che non sarebbe potuto essere altrimenti considerato il suo legame di sponsorizzazione con PokerStars, ma la notizia della giornata è stata senza dubbio l’endorsment di Daniel Negreanu in favore dell’EPT.

Insomma: vi stavate chiedendo se la scelta di giustapporre WPT ed EPT fosse giusta o sbagliata? Beh, la risposta la trovate qua sotto.

Niente bandierina numero 100 per Phil

Giornata triste per il re delle WSOP Phil Hellmuth che si era presentato in sala per far fruttare la sua White Magic  e portare a casa l’ITM numero 100 alle World Series of Poker.

Ma che poi è finito, tristissimo, a farsi consolare dalle persone più care per l’occasione mancata.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti