WSOPE: Baldassarri Sfiora l'Impresa!

Il pro italiano torna a casa con uno stupendo secondo posto subito dopo il nuovo campione WSOPE: James Bord

Fabrizio "SuperBaldas" Baldassari entra nella storia del poker italiano conquistando il secondo posto del Main Event delle World Series Of Poker Europe.

L'inglese James Bord sale sul gradino più alto del podio vincendo 830.401£, e il tanto ambito braccialetto rimane nella terra della regina. Ma l'impresa di SuperBaldas è memorabile.

Ai nastri di partenza del final table, il pro di ItalyPoker si trovava in settima posizione nel chipcount che vedeva il chipleader Dan Fleyshman a quota 1.946.000 chips. Nelle prime due ore di gioco non ci sono player out; cambia la situazione in vetta, con Ronald Lee che sale a circa 2,5 milioni, e il nostro player che rimane stabile a 661.000.

I primi ad abbandonare il torneo sono Marc Inizan e Brian Powell, che si presentano in un scontro con il chipleader  entrambi con una coppia di 8. Lee forte del suo AK trova un cowboy al turn liberando due posti a tavola.

Entra in azione Baldassari. L'azzurro incrementa il proprio stack con una serie di rilanci che inducono gli avversari al fold,  sfruttando abilmente il rispetto guadagnato al tavolo. Siamo a blind 20.000/40.000 quando SuperBaldas gioca un'ottima mano. Lee apre 85.000, chiama l'italiano da small blind e Steinberg da big. Flop A-Q-4. Baldas bet 125.000, fold del big blind e call di Lee. Turn 8, check-raise di Fabrizio sul bet di 310.000 di Lee, che intimorito dal rilancio passa.  Baldas mostra A6 e vola al secondo posto a quota 2.250.000. Nice hand!

Lee si rialza subito e fa fuori Nicolas Levi, che spinge i suoi resti a centro pista con 99; Lee si presenta con KQ e vince il coin flip grazie a un fortunato K al turn. Anche per Baldassari arriva il momento di fare un po' di pulizia eliminando l'ormai corto De Wolfe. Siamo al podio, e la curva azzurra presente al casinò londinese esplode.

Il chipcount vede Lee nettamente in testa con più di 6 milioni, mentre Fabrizio è secondo a 2.400.000.

La mano della svolta è proprio tra loro. Baldas spinge i suoi resti con A4 (decisione opinabile) e trova il call istantaneo di Lee che mostra AK. La bandiera di ItalyPoker sembra intravedere l'uscita dal torneo, ma un miracoloso 4 al flop rilancia prepotentemente il pro di casa nostra. Successivamente un set di 5 al flop e un altro paio di colpi inflitti a Lee decretano la leadership di Baldassari.

Bord fa fuori Lee, ormai corto, e siamo all'heads up. Questa la situazione:

Fabrizio Baldassari        6.260.000
James Bord                     4.120.000

Purtroppo Baldas, autore di un ottimo torneo, compie il primo errore proprio nel testa a testa finale; dopo un raise di 330.000 di Bord pusha i resti con Q8, trovando il call del rivale che gira AK. Nessun aiuto dal board e l'inglese sale al comando.

Nella mano finale che sancisce la vittoria di Bord, Fabrizio va all in con 55 e viene chiamato dal britannico con 1010. Non ci sono sorprese e il braccialetto rimane in Inghilterra!

Questo il payout completo dei primi 10 classificati:

-1. James Bord               830.401£

-2. Fabrizio Baldassari   513.049£

-3. Ronald Lee                376.829£

-4. Roland De Wolfe      278.945£

-5. Nicolas Levi               208.119£

-6. Daniel Steinberg      156.530£

-7. Dan Fleyshman        118.643£

-8. Brian Powell              90.617£

-9. Marc Inizan               69.754£

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti