WSOPC Italy: Primerano svetta nel Main Event

daniele primerano wsopc italy

Sarà Daniele Primerano il giocatore a partire con i gradi da chipleader, nel Final Table del Main Event del World Series of Poker Circuit in corso di svolgimento a Campione d’Italia

Una penultima giornata davvero divertente e ricca di colpi di scena, quella che ha riguardato il Main Event del World Series of Poker Circuit, che per il secondo anno consecutivo trova in Campione d’Italia la sua location italiana.

Dopo che 353 giocatori si erano radunati in sala, disputando i due flight di qualificazione, il Day 3 – così come il Day 2 - ha continuato a divertirsi nel mescolare le carte e i valori in gioco fino alla composizoine del Final Table.

E alla fine, gli otto protagonisti che torneranno al tavolo oggi hanno finalmente dei nomi e dei cognomi. A partire da quello di Daniele Primerano, che avrà l’onore e l’onere di partire con i gradi di chipleader.

Primerano davanti a tutti

Il giovane player torinese, che dopo essersi costruito la carriera nel poker online sta diventando un affezionato dei principali eventi live del nostro Paese, ha disputato un ottimo Day 3.

E con 2 milioni e 600mila chip svetta tra gli otto protagonisti del Final Table del WSOP Circuit, anche se il suo vantaggio sul resto del plotone non è così ampio da potergli consentire di stare tranquillo.

A mordere sulle caviglie di ‘primex’, infatti, ci sono due vecchie volpi del poker italiano, che cercano il grande acuto per entrare nel migliore dei modi nel vivo della stagione pokeristica. Parliamo di Simone Speranza e di Andrea Benelli.

Il primo ha giocato alla grande fin dall’inizio del Day 3, eliminando lo svizzero Fridrich Raz, chipleader al termine della giornata precedente. E dopo la composizione del Final Table si è detto ottimista in vista di oggi.

Poi c’è Benelli, il cui stile di gioco difficile da leggere ha fatto letteralmente ammattire tutti anche ieri in quel di Campione. Poco più di 2 milioni e 400mila gettoni per il romano, che promette spettacolo e punta l’anello.

Parterre de roi anche per il resto del tavolo finale. C’è il polacco Grzegorz Grochulski – giunto a Campione in compagnia di Dominik Panka - , poi il noto cash-gamer Cesare Raso, il romeno Marius Asanache e altri due azzurri, Andrea Pezzoni e un cortissimo Danilo D’Ettoris.

Non ce l’hanno fatta a passare l’ultimo taglio, infine, giocatori del calibre di Enrico Mosca, Daniele De Feo, Sebastiano Giudice e Marco Regonaschi.

Questa la composizione del Final Table, seguendo l’ordine dato dal chipcount:

  1. Daniele Primerano 2.600.000
  2. Simone Speranza 2.415.000
  3. Andrea Benelli 2.411.000
  4. Grzegorz Grochulski 1.869.000
  5. Cesare Raso 1.624.000
  6. Marius Asanache 1.474.000
  7. Andrea Pezzoni 1.414.000
  8. Danilo D’Ettoris 288.000

Questo è invece il payout per i protagonisti del tavolo finale:

  1. € 73.000
  2. € 45.700
  3. € 32.100
  4. € 24.500
  5. € 19.600
  6. € 14.300
  7. € 10.800
  8. € 8.050

Musso torna a fare il prof

Negli altri eventi del WSOP Circuit di Campione, che nel frattempo si sono conclusi, l’Italia ha fatto incetta di anelli. Tre tornei, e altrettanti trionfi di giocatori “di casa”.

maurizio musso wsop circuit italy
Maurizio Musso trionfa nel Freezeout Pro

Quello che spicca di più è il successo di Maurizio Musso, il quale ha portato a casa il titolo nell’evento #6, il Freezeout Pro che gli ha portato in tasca 15.900 euro, oltre all’agognato anello. Seconda posizione per Emanuela Grasso, terzo Fabrizio Fautario.

Nell’evento #7, il PLO 6-max, successo di Pasquale Vinci, il quale ha messo l’anello al dito e si intascato circa 8.500 euro dopo aver superato Eugenio Landi in heads-up. Terza posizione per Paolo Erriques.

È invece Gianluca Bresciani il vincitore dell’evento #9, il Last Chance. Quasi 40mila euro di montepremi generato e vittoria in heads-up su Albano Llani per l’azzurro, mentre in terza posizione si è classificato Vittorio Santaniello. Piazzamento a premio per ‘Mister EPT’ Salvatore Bonavena.

Ancora da concludere, oltre al Main Event, anche l’High Roller da 1.500 euro di buy-in. Sei giocatori rimasti in corsa nel Final Day, con Stanislav Koleno che guida il chipcount con un gran vantaggio sugli inseguitori.

Oltre 380mila gettoni imbustati dal giocatore slovacco, reduce dall’ottimo terzo posto nel Main Event del PokerStars Championship di Rozvadov. Ancora in corsa l’ottimo Giovanni Giannino Kart Salvatore e Giuliano Bendinelli, che ha però lo stack più corto tra quelli in gioco.

Ecco il chipcount prima del Final Day:

  1. Stanislav Koleno 384.000
  2. Mykhailo Gutyi 193.100
  3. Salvatore Giovanni 148.000
  4. Filippo Lazzaretto 115.500
  5. Aldo Valletta 100.000
  6. Giuliano Bendinelli 96.100

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page