WSOP Main Event – Tanta Italia nei primi due flight

Chips 2017 WSOP 2

Sono ben quattordici i giocatori italiani qualificati dopo i primi due flight del WSOP Main Event. Tra questi spiccano Sergio Castelluccio, Max Pescatori e Davide Suriano.

Scatta il torneo più atteso di tutto l’anno per quanto riguarda il poker internazionale, ovvero il Main Event delle World Series of Poker, che per l’edizione 2017 porterà grandi novità rispetto al recente passato.

E come spesso accade, nell’ultimo torneo previsto dal calendario delle WSOP, sono davvero tanti i giocatori italiani schierati, pronti a pagare i 10.000 dollari di buy-in per sedersi ai tavoli.

Tra questi, sono ben quattordici quelli che hanno superato il primo taglio, quello forse più duro perchè sono diverse le centinaia di giocatori schierati ai nastri di partenza del Main Event.

E in attesa del terzo e ultimo Day 1 previsto da calendario, e con due flight di qualificazione già disputati, l’Italia del poker può già annoverare diversi giocatori che si schiereranno da dopodomani al Day 2.

Sette azzurri al giorno

Un primo assaggio, l’Italia del poker, lo ha dato durante il Day 1A del Main Event WSOP, che storicamente è quello che viene maggiormente ‘snobbato’ da chi decide di partecipare all’evento principe del circuito.

Tuttavia, rispetto agli altri anni il primo flight di qualificazione, quello inaugurale, ha avuto un ottimo successo in termini di partecipanti e di iscritti, facendo segnare numeri importanti.

castelluccio3
Castelluccio guida il plotone azzurro

Sono infatti 795 i giocatori che vi hanno preso parte, ed è il secondo miglior dato da cinque anni a questa parte. Secondo solo ai 943 paganti dell’edizione del 2013.

Come detto, sono sette gli italiani che sono riusciti a superare il taglio. Tra questi spiccano senza dubbio Sergio Castelluccio e Gianluca Trebbi. Il ‘Genio’ ha imbustato ben 144.800 chip, risultando in Top 15 di giornata, mentre il toscano ripartirà dopodomani da quota 130.800 gettoni.

Presenti a fine giornata anche Raffaello Locatelli (96.900), Andrea Vezzani (74.400), Giovanni Di Donato (57.900), Silvio Crisari (55.900) e Mariano Cafagna (32.800).

Davanti a tutti ha chiuso il reg danese Morten Mortensen con 276.000 chip, con San Grafton e Griffin Abel a seguire, rispettivamente con 231.600 e 226.000 pezzi imbustati.

Pescatori si tuffa sul Main Event

Decisamente più folta la rappresentanza di giocatori che si sono schierati al secondo flight di qualificazione, quello di mezzo in ordine di tempo.

E anche in questo caso sono stati sette gli italiani che sono riusciti ad arrivare a fine giornata e a imbustare chip, portando a quota 14 la rappresentanza azzurra in vista del Day 1C di domani.

Il Day 1B ha visto un ottimo risultato da parte di Brando Naspetti, il quale ha messo nella sua busta 111.300 chip ed è dunque il miglior italiano di giornata.

Qualificazione ottenuta anche per Enrico Mosca (93.100), Antonio Scalzi (89.600), Max Pescatori (84.200), Alessandro Borsa (81.400), Davide Suriano (76.000) e Rocco Palumbo (43.900).

max pescatori wsop4
Max, una gioia nel Main Event?

Proprio dal ‘Pirata’ ci aspettiamo molto, considerando che per sua stessa ammissione, come si vede in un video postato su Facebook, nel Main Event WSOP raramente è riuscito a ottenere risultati di prestigio.

Il migliore in assoluto di giornata è stato Serge Chechin che ha imbustato 229.800 chip. Alle sue spalle Brandon Meyers a quota 216.000 gettoni, mentre terzo è Yisheng Cheng con 214.400 pezzi.

Questa la Top Ten del chipcount, considerando i primi due flight di qualificazione:

  1. Morten Mortensen 276,000
  2. Sam Grafton 231,600
  3. Serge Chechin 229,800
  4. Griffin Abel 226,000
  5. Brandon Meyers 216,000
  6. Yisheng Cheng 214,400
  7. Jonathan Little 211,300
  8. David Eldridge 207,000
  9. Nachman Berlin 205,000
  10. Frank Crivello 192,000

Domani l’ultima chiamata

Ovviamente l’attesa è tutta per il Day 1C, l’ultima chiamata per riuscire a trovare una sedia in vista del Day 2 del Main Event WSOP.

E sono previste le presenze di tanti giocatori italiani di prestigio. Tra questi il grande ritorno di Dario Minieri, Salvatore Bonavena e soprattutto Dario Sammartino, con ogni probabilità il più positivo tra gli azzurri. Almeno risultati alla mano.

Vedremo anche la solita grande carrellata di campioni internazionali, che proveranno a mettere nel mirino quello che continua ad essere l’evento più atteso e più prestigioso del calendario stagionale del poker mondiale.

Ricordiamo che finora sono stati 2.959 i giocatori iscritti, con circa 2.200 giocatori che hanno superato il taglio.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti