WSOP APAC 2014: Scott Calcagno, altro braccialetto Aussie

scott calcagno

L'Australia continua il suo dominio alle World Series of Poker Asia-Pacific e si aggiudica la vittoria nell'Evento 4 grazie a Scott Calcagno.

Battendo Nelson Maccini in heads-up, Scott Calcagno ha vinto il suo primo braccialetto in carriera, aggiudicandosi il Terminator da 1.650 dollari australiani alle WSOP APAC 2014. Una battaglia epica, durata la bellezza di quasi 200 mani. Ma per Calcagno ne è valsa la pena, visto il risultato finale.

"Ho sempre giocato ogni evento senza troppi grilli per la testa. Vincere un braccialetto non è mai stato un obiettivo, ma ovviamente me lo prendo, è davvero fantastico", ha dichiarato a caldo Calcagno. "Nelson ha giocato un heads-up molto solido. Pensavo ci avrei messo ancora di più. Il mio grosso bluff iniziale andato a buon fine mi ha aiutato".

E dire che di solito Calcagno non si dedica ai tornei di poker, ma al cash game. "Non penso che inizierò a giocarne di più, ora", ha aggiunto l'australiano. "Mi piace giocare un po' entrambe le discipline. Sono uno che si annoia a giocare sempre alle stesse cose".

Un intenso final table

Maccini ha cominciato l'heads-up da chip leader, seguito da Andrew Dales, Calcagno, l'americano Brandon Shack-Harris (sempre più in vetta al WSOP Player of the Year), Nick Piskopos, Joe Cabret, Duncan McKinnon, Tony Hachem (fratello di Joe) ed Henry Tran.

La prima eliminazione arriva al termine di una mano a tre giocata da Calcagno, Cabret e Dales. Flop K-K-5, triplo check; turn 8, Calcagno punta, Cabret chiama e Dale se ne va. River 4, Calcagno punta ancora, Cabret chiama in all-in con A-A ma perde perché il suo avversario gli schiaffa in faccia un full di 5.

Due mani dopo, Tran apre e Hachem va all-in, chiamato con A-A. Joe gira una coppia di dieci ma un board ininfluente (5-4-2-Q-2) non gli porta l'aiuto necessario. Poi tocca a Piskopos far fuori proprio Tran con A-J contro Q-9 e un board K-8-3-8-4. La reazione a catena fa in modo che sia lo stesso Nick ad essere il prossimo eliminato: doppia coppia per lui, set per Maccini e fine del torneo.

 Quindi tocca prima a McKinnon (K-Q contro K-K di Calcagno) e a Dales (A-6 contro A-K sempre di Calcagno) abbandonare la truppa, ridotta ormai all'osso. L'heads-up si apre in sostanziale equilibrio e ci vogliono ben 175 mani prima di arrivare alla conclusione. Al river, su un board T-8-6-8-4, Calcagno va all-in e Maccini chiama con A-T, ma Scott trionfa con 8-6.

1-      Scott Calcagno $53.581

2-      Nelson Maccini $33.107

3-      Andrew Dales $23.919

4-      Duncan McKinnon $17.603

5-      Nick Piskopos $13.188

6-      Brandon Shack-Harris $10.050

7-      Henry Tran $7.786

8-      Tony Hachem $6.131

9-      Joe Cabret $4.903

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Ultime in Blog »