WSOP 2013: strepitoso Dario Alioto nell'Evento #8

dario alioto2

Nell'Eight-Game Mix, l'italiano è quarto quando sono rimasti solo 19 giocatori in corsa per il braccialetto.

Non potevamo non aprire il consueto appuntamento giornaliero con il riassunto degli eventi in corso alle WSOP 2013 parlando dell'ottima prestazione di Dario Alioto nel torneo di Eight-Game Mix.

Nell'Evento #8 da 2.500 dollari di buy-in, l'azzurro occupa la quarta posizione del chip count a 19 left, dopo che per qualche minuto era stato addirittura il chip leader. Dario ha 261.400 gettoni, non molti meno rispetto ai 354.300 del migliore di giornata, Marco Johnson. Fuori dalla zona premi, invece, Michele Limongi.

Nell'Evento #6, il Millionaire Maker, si arresta purtroppo la corsa di Gabriele Lepore. Bravissimo 'Galb', che si può comunque consolare con un 24° posto da 40.931 dollari.

Il sudtirolese Tobias Huber piazza una bandierina nell'Evento #7, un 89° posto da 2.810 dollari per questo giocatore poco conosciuto al grande pubblico. Che sia l'inizio di una bella cavalcata alle WSOP 2013?

Altre buone notizie per il poker azzurro arrivano dall'Evento #9, dove Dario Minieri, Alex Longobardi, Dario Sammartino, Gianluca Mattia e Salvatore Bianco sono tutti in the money e ancora in corsa per la vittoria finale.

Infine, nell'Evento #10, seppure il chip count non è stato ancora ufficializzato, Marco Della Tommasina dovrebbe aver passato il taglio con uno stack non lontano dai primi classificati.

Evento #6: $1.500 "Millionaire Maker" No-Limit Hold'em

Ottimo esordio per il Millionaire Maker, che ha fatto registrare il record per un evento delle WSOP (Main Event a parte). Alla fine della giornata di lunedì, il field si è ridotto a soli 10 giocatori, che andranno a comporre il final table non ufficiale. Il primo premio ha superato il garantito, arrivando a quasi 1,2 milioni di dollari. In testa troviamo Benny Chan, seguito da Dan Kelly e Justin Liberto. Oltre al nostro Gabriele Lepore, non ce l'hanno fatta neppure Andy Hwang, Jonathan Aguiar, Scott Clements e John Monnette,

1-      Benny Chen – 5.865.000

2-      Dan Kelly – 4.130.000

3-      Justin Liberto – 3.800.000

4-      Chris Hunichen – 3.430.000

5-      Robert McVeigh – 3.175.000

6-      Michael Bennington – 2.995.000

7-      Jonathan Gray – 2.75.000

8-      Joe Kuether – 1.365.000

9-      Theron Eichenberger – 595.000

10-  Upeshka Desilva – 550.000

 

Evento #7: $1.000 No-Limit Hold'em

Se c'è una cosa certa dell'Evento #7 è che il braccialetto se lo aggiudicherà un americano. Tra i 10 player rimasti, infatti, non se ne trova uno che batta una bandiera differente. Il più bravo di tutti dopo il Day 2 è stato Amit Makhija, seguito da Jess Dioquino e Matthew Waxman. Ancora in gioco anche Jason Koon ed Eric Baldwin, mentre non ce l'ha fatta Annette Obrestad.

1-      Amit Makhija – 1.101.000

2-      Jess Dioquino – 921.000

3-      Matthew Waxman – 829.000

4-      Jason Koon – 692.000

5-      Brent Hanks – 533.000

6-      Tuu Ho – 491.000

7-      Eric Baldwin – 348.000

8-      Robert Dreyfuss – 297.000

9-      Jacob Jung – 240.000

10-  Scott Yelton – 167.000

Evento #8: $2.500 Eight-Game Mix

E veniamo all'evento che potrebbe regalarci le maggiori soddisfazioni di questa prima parte di World Series. Dario Alioto è lì, al quarto posto del chip count, nella top ten dei 19 giocatori ancora in corsa per l'ambito braccialetto. Il suo stack di 261.400 chip è inferiore solo a quello di Marco Johnson, Steven Wolansky e Chris Tryba, ma dietro di lui spingono campioni del calibro di Greg Mueller, Robert Mizrachi e Benjamin Pollak. Forza Dario!

1-      Marco Johnson – 354.300

2-      Steven Wolansky – 321.400

3-      Chris Tryba – 287.800

4-      Dario Alioto – 261.400

5-      Greg Mueller – 258.200

6-      Michael Hurey – 213.300

7-      Robert Mizrachi – 157.000

8-      Michael Malm – 135.100

9-      Benjamin Pollak – 133.000

10-  Randy Ohel – 120.600

Evento #9: $3.000 No-Limit Hold'em Shootout

In questo torneo per il momento ha poco senso parlare di stack e chip count, visto che si tratta di un evento Shootout. La buona notizia, come detto in apertura, è che ben cinque italiani sono avanzati al secondo giorno: Dario Minieri, Alex Longobardi, Dario Sammartino, Gianluca Mattia e Salvatore Bianco. Tra i 60 superstiti anche Dan O'Brien, Tim West, Antonio Esfandiari e Matt Salsberg. Rimandati invece Christina Lindley, Amanda Musumeci, Phil Hellmuth, Phil Ivey, Daniel Negreanu e David Sands.

Evento #10: $1.500 Limit Hold'em

Prendete la classifica di questo primo torneo di Limit Hold'em con le molle, perché il chip count non è stato ufficializzato, anche se la top ten dovrebbe essere formalmente corretta. Una top ten che vede in testa Thomas Blizniak, davanti a Miguel Proulz e Luis Benitesneri. Tra i primi anche Steve Gee, che l'anno scorso fu uno degli October Nine.

1-      Thomas Blizniak – 45.700

2-      Miguel Proulz – 45.100

3-      Luis Benitesneri – 41.100

4-      Chiduziem Obi – 40.800

5-      William James – 40.400

6-      Steve Gee – 39.800

7-      Arkadiy Tsinis – 37.800

8-      Matthew Kelly – 35.700

9-      John Zipperer – 33.500

10-  Winston Chen – 32.200

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti