WSOP 2013: Sammartino il migliore nel weekend

dario sammartino2

Dario è il giocatore che si è spinto più in alto negli eventi del terzo fine settimana di queste World Series.

È stato un altro weekend molto intenso quello che ha caratterizzato le WSOP 2013. Parecchi gli eventi che hanno trovato un vincitore e altrettanti i tornei che sono partiti, dando il via alla caccia al braccialetto.

Ma iniziamo come al solito con le avventure degli italiani. Nell'Evento #24, Cristiano Guerra ha piantato la sua prima bandierina in queste WSOP, finendo al 188° posto per un premio di 2.640 dollari.

Nell'Evento #25, altro piazzamento a premio per Dario Alioto, con un 26° posto da 9.741 dollari. Al final table anche Jeff Lisandro, australiano di chiare origini italiane, che si è spinto fino al 7° posto assoluto.

E arriviamo al migliore del weekend, Dario Sammartino: per lui un 15° posto da 18.657 dollari nell'Evento #27, dove Massimo Mosele e Giacomo Fundarò hanno chiuso rispettivamente al 32° e al 29° posto, conquistando entrambi 10.360 dollari. Infine, eliminato in zona premi Max Pescatori (31°, 8.525 dollari) nell'Evento #29, mentre Niccolò Caramatti nell'Evento #30 non è riuscito ad andare in the money.

Evento #22: $1.500 Pot-Limit Omaha

Primo braccialetto in carriera per Josh Pollock, che nell'heads-up finale ha avuto la meglio su Noah Schwartz. Per Pollock una prima moneta da 279.000 dollari e rotti, che corrispondono alla quasi totalità di quanto vinto in carriera alle World Series of Poker: prima di questa affermazione, infatti, il player aveva incassato meno di 100.000 dollari.

1-      Josh Pollock – $279.431

2-      Noah Schwartz – $172.931

3-      James Park – $108.196

4-      Michael Park – $78.532

5-      Shawn Silber – $57.974

6-      Eric Shanks – $43.460

7-      Nicholas Blumenthal – $33.483

8-      David Greene – $25.483

9-      Brandon Crawford – $19.909

Evento #23: $2.500 Seven Card Stud

Quinto braccialetto in carriera, invece, per l'inossidabile David Chiu. Il professional poker player, che soffre da tempo di gravi menomazioni uditive ad entrambe le orecchie (a causa di un incidente in Cina), ha avuto la meglio su un tavolo finale ricco di top player: da Scott Seiver al sempiterno Freddie Ellis, passando per Michael 'The Grinder' Mizrachi e Frank Kassela.

1-      David Chiu – $145.520

2-      Scott Seiver – $89.980

3-      Freddie Ellis – $59.127

4-      Michael Mizrachi – $43.188

5-      Frank Kassela – $31.978

6-      Gary Benson – $24.003

7-      Matthew Ashton – $18.266

8-      Adam Freidman – $14.086

Evento #24: $1.500 No-Limit Hold'em

Il trentaseienne Corey Harrison, professore della Birmingham americana, ha superato un field di 1.731 giocatori, scampando a un final table da oltre 200 mani e conquistando il primo braccialetto in carriera. Dopo un lungo heads-up contro Daniel Cascado, Harrison si è portato a casa una prima moneta da 432.411 dollari: è solo il suo secondo piazzamento a premio alle World Series of Poker. Ma che piazzamento!

1-      Corey Harrison – $432.411

2-      Daniel Cascado – $267.452

3-      Salvatore Dicarlo – 184.914

4-      Paul Spitzberg – $133.364

5-      Gregory Josifovski – $97.493

6-      Moshin Charania – $72.208

7-      Zimman Ziyard – $54.191

8-      Gareth Teatum – $41.198

9-      Robert Brewer – $31.711

Evento #25: $5.000 Omaha Hi-Low Split-8 or Better

Daniel 'Danny' Fuhs ha portato a casa oltre 277.000 dollari, conquistando questo evento di Omaha Hi Lo e svettando su un final table che ha visto impegnati giocatori del calibro di Robert Mizrachi, Brian Hastings, Jeff Lisandro e Bart Hanson. Dopo otto final table andati a vuoto alle WSOP, il nono è stato quello decisivo per Fuhs, al primo braccialetto in carriera.

1-      Daniel Fuhs – $277.519

2-      Christopher George – $171.536

3-      Robert Mizrachi – $128.074

4-      Brian Hastings – $96.268

5-      Viacheslav Zhukov – $72.809

6-      Arthur Kargen – $55.423

7-      Jeff Lisandro – $42.442

8-      Ryan Lenaghan – $32.712

9-      Bart Hanson – $25.361

Evento #26: $1.000 Seniors No-Limit Hold'em Championship

"Non ho parole". Questa la reazione a caldo di Ken Lind, vincitore dell'evento dedicato ai Senior alle WSOP 2013. Che poi, a dir la verità, qualche parola il buon Lind l'ha trovata, per spiegare la soddisfazione di vincere il primo braccialetto in carriera proprio nel giorno in cui in America si festeggiano i papà: "È molto più di quanto mi sarei aspettato, ma davvero molto. Mi aspettavo di giocare alle WSOP almeno una volta prima di andare al Creatore. Non so se mi riprenderò mai. È un sogno. Non sono un giocatore di poker professionista".

1-      Ken Lind – $634.809

2-      Dana Ott – $390.601

3-      John Holley – $283.312

4-      Barry Bashist – $209.856

5-      Randy Spain – $156.629

6-      Michael Bouskila – $117.799

7-      James Miller – $89.281

8-      Jack Ward – $68.180

9-      Fernando Halac – $52.474

Evento #27: $3.000 Mixed Max - No Limit Hold'em

Sono rimasti solo Max Steinberg e Govert Metaal a giocarsi la vittoria in questo particolare torneo Mixed Max, nel quale il Day 1 si è giocato in modalità 9-handed e il Day 2 in modalità 6-handed; gli ultimi 32 partecipanti si sono scontrati in modalità heads-up, con i vari Jeremy Ausmus, Jason Koon, Yevgeniy Timoshenko e Brandon Cantu tra i migliori in assoluto.

1-      ??? –  $372.387

2-      ??? –  $231.507

3-      Jeremy Ausmus – $132.748

4-      Jason Koon  – $132.748

5-      Yevgeniy Timoshenko – $51.561

6-      Dan Healey – $51.561

7-      Chris Johnson – $51.561

8-      Brandon Cantu – $51.561

9-      Nick Binger – $18.657

10-  Mike Watson – $18.657

Evento #28: $1.500 No-Limit Hold'em

Il giapponese Masayuki Nagata guida i 16 giocatori ancora in corsa per vincere il braccialetto in questo ennesimo torneo di No Limit Hold'em da 1.500 dollari. Nella top ten non troviamo grossi nomi, ma il celeberrimo TJ Cloutier è tra i player rimasti in gioco, anche se con uno stack non di primo piano (335.000 chip).

1-      Masayuki Nagata – 1.742.000

2-      Dan Martin – 1.050.000

3-      Terik Brown – 755.000

4-      William Cogan – 750.000

5-      Tommy Townsend – 670.000

6-      Stephen Bartlett – 576.000

7-      James Lee – 573.000

8-      Joseph Cappuccio – 571.000

9-      Majid Yahyaei – 538.000

10-  Timothy Stickradt – 522.000

Evento #29: $5.000 H.O.R.S.E.

Il prestigioso evento H.O.R.S.E. da 5.000 dollari è stato letteralmente invaso dai grossi nomi del poker mondiale, con Greg Mueller capace di chiudere in testa la giornata con 430.500 chip. Tra i 28 ancora in corsa troviamo gente del calibro di Gus Hansen, David Benyamine, Dan Kelly, David Bach, Marcel Luske, Chris Klodnicki, Todd Brunson, Adam Friedman, e Tom Schneider. Daniel Negreanu eliminato in bolla, mentre in the money anche il nostro Max Pescatori ed Eli Elezra.

1-      Greg Mueller – 430.500

2-      David Benyamine – 373.500

3-      Viatcheslav Ortynsiky – 310.000

4-      Tom Schneider – 292.000

5-      Alex Dovzhenko – 194.500

6-      David Bach – 179.000

7-      Marcel Luske – 175.000

8-      Chris Klodnicki – 165.500

9-      Benjamin Scholl – 165.000

10-  Todd Brunson – 163.500

Evento #30: $1.000 No-Limit Hold'em

La bolla è scoppiata nella mattinata di oggi, dopo circa 10 giri in modalità "una mano alla voltà". Antoine Saout è il chip leader, con 131.700 gettoni. Randy Lew, Andrew Lichtenberger, Erika Moutinho e John Racener fanno parte dei sopravvissuti, mentre Chris Moneymaker e Jennifer Tilly hanno salutato anzitempo. Una curiosità: John Kadlecek ha passato la giornata con sole 100 chip rimaste: quando si dice "one chip, one chair"…

1-      Antoine Saout – 131.700

2-      Alex Bolotin – 103.800

3-      Dimitar Yosifov – 96.900 

4-      Chris Dombrowki – 93.400

5-      Tomas Pleticha – 92.300 

6-      Burke Delange – 81.300 

7-      Tommy Miller – 79.000 

8-      Jessie Bryant – 65.000  

9-      Tony Gargano – 61.000

10-  Thomas Muehloecker – 56.600

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti