WSOP 2013: Alioto chiude sesto, Longobardi al final table

alex longobardi

Il pro di Sisal Poker ottiene un piazzamento prestigioso nell'Eight-Game, mentre 'Il doge' è al tavolo finale dell'Evento #9.

Arrivano altre soddisfazioni dagli italiani impegnati alle World Series of Poker 2013. Dario Alioto ha chiuso al 6° posto nell'Evento #8, l'Eight-Game Mix da 2.500 dollari, portandosene a casa oltre 35.000.

Nell'Evento #9, invece, avremo un'altra possibilità di conquistare il braccialetto, grazie ad Alex Longobardi. 'Il doge' è infatti arrivato al final table, al quale purtroppo non hanno avuto accesso gli altri quattro azzurri impegnati nel torneo (Dario Minieri, Dario Sammartino, Salvatore Bianco e Gianluca Mattia).

L'ultima buona notizia di giornata arriva dal piazzamento a premio di Marco Della Tommasina nell'Evento #10. Il torneo di Limit Hold'em è valso all'azzurro un 69° posto del valore di 2.455 dollari. Da segnalare anche la presenza di Dario Minieri nell'Evento #11.

Evento #6: $1.500 "Millionaire Maker" No-Limit Hold'em

Il torneo dei record alle WSOP 2013, il Millionaire Maker, è giunto al termine. Ha vinto il canadese Benny Chen, che di professione fa il proprietario di un ristorante: per lui una prima moneta di quasi 1,2 milioni di dollari. Secondo posto per un altro giocatore amatoriale, Michael Bennington, e terzo per Jonathan Gray. Il favorito del tavolo finale, Dan Kelly, non è andato oltre il quinto posto. Ricordiamo che in questo torneo il nostro Gabriele Lepore ha chiuso in 24° posizione.

1-      Benny Chen – $1.199.204

2-      Michael Bennington – $741.902

3-      Jonathan Gray – $534.505

4-      Justin Liberto – $400.408

5-      Dan Kelly – $302.104

6-      Chris Hunichen – $229.575

7-      Upeshka Desilva – $175.713

8-      Robert McVeigh – $135.467

9-      Theron Eichenberger – $105.154

Evento #7: $1.000 No-Limit Hold'em

Al termine di un tavolo finale ricco di top player, Matthew Waxman ha trionfato in heads-up su Eric Baldwin, conquistando il primo braccialetto in carriera e un premio di 305.000 dollari e spiccioli. Detto del non posto di Jason Koon e del quarto del chip leader di ieri, Amit Makhija, la nota più particolare di questo final table è stato proprio l'heads-up finale, durato la bellezza di 7 ore e 188 mani. Ma siamo sicuri che Waxman avrà fatto sua la famosa frase di Enrico IV di Francia: Parigi val bene una messa.

1-      Matthew Waxman – $305.952

2-      Eric Baldwin – $189.220

3-      Jess Dioquino – $130.825

4-      Amit Makhija – $94.353

5-      Brent Hanks – $68.975

6-      Jacob Jung – $51.086

7-      Robert Dreyfuss – $38.340

8-      Tuu Ho – $29.147

9-      Jason Koon – $22.435

Evento #8: $2.500 Eight-Game Mix

Niente da fare per Dario Alioto nell'Eight-Game Mix, anche se l'italiano ha venduto cara la pelle e può ben consolarsi con un 6° posto di assoluto prestigio, anche e soprattutto per un assegno da oltre 35.000 dollari che può fargli guardare al prosieguo delle World Series of Poker con molta più serenità e consapevolezza. Peccato per Dario, che ha deciso di giocarsi i resti in una mano di Omaha Hi Lo, perdendo però tutto il piatto contro Eric Crain.

La vittoria finale, con il conseguente primo premio da 224.104 dollari, è andata a Michael Malm, capace di superare Steven Wolansky e soprattutto Greg Mueller. Al quarto posto si è piazzato proprio il giustiziere di Dario Alioto, Eric Crain, seguito da Michael Hurey, il nostro azzurro, Mike Wattel, Marco Johnson e Travis Pearson.

1-      Michael Malm – $224.104

2-      Steven Wolansky – $139.034

3-      Greg Mueller – $89.673

4-      Eric Crain – $64.975

5-      Michael Hurey – $47.771

6-      Dario Alioto – $35.634

7-      Mike Wattel – $26.966

8-      Marco Johnson – $20.669

9-      Travis Pearson – $16.118

Evento #9: $3.000 No-Limit Hold'em Shootout

Alex 'Il doge' Longobardi si giocherà la conquista del braccialetto contro un nutrito gruppo di agguerriti avversari. Il tavolo finale del No Limit Hold'em Shootout, infatti, sarà ricco di big: da Steve Silverman a Max Steinberg, passando per David 'Bakes' Baker e Chris Klodnicki, per Longobardi non sarà facile farsi valere. Certo è che - toccando ferro - qualora dovesse imporsi, questa vittoria assumerebbe un significato ancora più alto, proprio visto il field mostruoso. Completano il novero dei finalisti Tim West, Cliff Josephy, Evan Silverstein e Ryan Hughes. Tutti i partecipanti avranno uno stack compreso tra le 419.000 e le 429.000 chip (Alex partirà con 421.000 gettoni).

Evento #10: $1.500 Limit Hold'em

Sono rimasti soltanto in 19 in questo decimo evento delle WSOP 2013. Il più bravo di tutti, nel Day 2, è stato Eric Froehlich, che ha chiuso con uno stack di 319.000 chip. A seguire troviamo Mark Mierkalns e Morgan Newman, per una top ten del chip count che non vede la presenza di grossi nomi. Come detto, il nostro Marco Della Tommasina ha ottenuto un 69° posto e un prezioso in the money.

1-      Eric Froehlich – 319.000

2-      Mark Mierkalns – 266.000

3-      Morgan Newman – 242.000

4-      Aaron Ogus – 233.000

5-      Binh Ly – 197.000

6-      Chiduziem Obi – 183.000

7-      Brian Nichols – 182.000

8-      Thomas Blizniak – 170.000

9-      Malissia Zapata – 161.000

10-  Jack Jiang – 161.000

Evento #11: $2.500 No-Limit Hold'em / Six Handed

Al termine del Day 1 di questo torneo con tavoli da sei giocatori, Dario Minieri è accreditato di uno stack di 48.000 chip, che lo colloca al 26° posto sui 124 player sopravvissuti. Ancora 16 eliminazioni prima che questo evento, partito con 924 iscritti, raggiunga la zona dei premi.

Tammy Tibbles ha chiuso il Day 1 in vetta con 233.300 gettoni, avvicinata da Steven Kelly con 224.000. Nella top ten troviamo anche Tuan Le, Chino Rheem e Scott Clements, mentre ancora in corsa ci sono player del calibro di Vanessa Rousso, Allen Kessler, Andrew Lichtenberger e Andreas Hoivod. Fuori Daniel Negreanu, Phil Ivey, Phil Hellmuth, Andy Frankenberger, Scott Seriver e Faraz Jaka.

1-      Tammy Tibbles – 233.300

2-      Steve Kelly – 224.000

3-      Tuan Le – 149.000

4-      Nicholas Grippo – 137.600

5-      Chino Rheem – 136.400

6-      Marcio Cid – 135.000

7-      Scott Clements – 122.000

8-      Andreas Hoivold – 92.000

9-      Eddy Sabat – 88.700

10-  Tom Braband – 77.100

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti