WSOP 2012 Day 35: Dato chiude dodicesimo

Leo Margets WSOP 400

Qualche errore nelle fasi decisive e l'italiano è condannato all'eliminazione a pochi passi dal final table.

Nulla di fatto per Andrea Dato, che nell'Evento #50 ci aveva fatto sognare la possibilità di conquistare il secondo braccialetto italiano alle World Series of Poker di quest'anno. Il nostro azzurro ha sbagliato un paio di mani fondamentali, per sua stessa ammissione, e poi non ha avuto la necessaria buona sorte per recuperare terreno. Alla fine un dodicesimo posto da 53.278 dollari che gli permetterà di affrontare il Main Event con maggiore leggerezza. Da segnalare anche la vittoria di Gus Hansen nel satellite da 25.000 dollari con in palio l'ingresso al Big One for One Drop da 1 milione. Shaun Deeb, secondo, potrà partecipare solo in caso di forfeit di uno dei partecipanti; altrimenti si 'limiterà' ad incassare un assegno da un milione di dollari. Ecco il riassunto della trentacinquesima giornata di gioco alle WSOP 2012.

Evento #50: $5.000 No Limit Hold'em

Il Day 3 di questo torneo ha accolto 48 giocatori, che alla fine della lunga nottata sono diventati, un po' a sorpresa, soltanto in tre. Dan Smith, Kyle Julius e Panayote Vilandos si giocheranno oggi (domenica) un primo posto da 952.694 dollari: sarà uno di questi tre ad aggiudicarsi il braccialetto numero cinquanta. Come detto, Dato ha chiuso al 12° posto.

Ritmo di gioco incostante per tutta la giornata, con eliminazioni in serie alternate a periodi di calma piatta, tanto che si è capito subito come sarebbe stato necessario lo svolgimento di un Day 4. L'ultima eliminazione ha visto Kevin Schulz andare all-in dal bottone, prima del flop, di 900.000 chip. Vilandos ha chiamato con AT, per vedere il suo avversario voltare un misero A6. Il board TT677 è impietoso per Schulz e favoloso per il buon Panayote.

Questa la situazione rimasti in tre:

1- Dan Smith 6.620.000
2- Kyle Julius 4.435.000
3- Panayote Vilandos 3.955.000

Evento #51: $1.000 Ladies No-Limit Hold'em Championship

Sono soltanto nove le gentili signore rimaste in gioco, con in testa Debbie Pechac e la sua dotazione di 630.000 chip. Sarà un parterre non proprio de roi, visto che tra le superstiti non figurano nomi di spicco. Tra le 117 che erano tornate per sfidarsi al tavolo, infatti, non ce l'hanno fatta le varie J.J. Liu, Erica Schoenberg e Leo Margets.

La Margets, nella mano che l'ha eliminata, è andata in all-in forzato con J4 ed ha trovato sulla sua strada Freda Lawrenc con K8. Le cinque carte comuni, KQJ69, non hanno aiutato la Margets che si è dovuta arrendere in 22° posizione.

Questo il chip count del torneo:

1- Debbie Pechac 630.000
2- Candida Ross-Powers 548.000
3- Yen Dang 483.000
4- Lesley Amos 352.000
5- Anna Lundholm 218.000
6- Rae Rocco 203.000
7- Angela Moed 145.000
8- Janet Howard 132.000
9- Freda Lawrence 99.000

Evento #52: $2.500 10-Game Mix / Six Handed

Sono rimasti in 19, guidati da Vanessa Selbst, in questo evento molto tecnico che prevede di affrontare, a rotazione, ben dieci specialità diverse. In palio, oltre al braccialetto, c'è un gruzzolo di 244.259 dollari che fa gola ancora, tra gli altri, a Scott Clements, Tommy Hang, Mike Wattel, Chris Bjorin e Brynn Kenny.

Fuori dai giochi invece Noah Boeken, Dan O'Brien, Mike Matusow, Maria Ho, Brett Richey, Richard Ashby e Jeff Madsen. 'The Mouth' si è dichiarato soddisfatto del torneo, postando su Twitter questo commento: "Ho giocato alla grande, sono molto contento. Non ho mai avuto più di 28.000 chip quando la media era 70.000, eppure sono andato a premio".

Ecco la top ten del chip count:

1- Vanessa Selbst 346.900
2- Michael Saltzburg 286.700
3- Matthew Ashton 285.600
4- Julien Renard 283.000
5- Tommy Hang 228.900
6- Gabriel Nassif 221.500
7- Thomas Chambers 195.700
8- Mike Wattel 179.900
9- Chris Bjorin 152.400
10- Vincent van der Fluit 137.600

Evento #53: $1.500 No Limit Hold'em

3.166 iscritti, record stagionale di presenze per un torneo da 1.500 dollari. Il montepremi dunque schizza oltre 4 milioni di dollari, con il vincitore che, lunedì 2 luglio, sarà più ricco di 737.248 dolllari. Mario Nagel ha chiuso in vetta il chip count, con 158.700 gettoni. Ancora vivi e vegeti Cherish Andrews, Vicky Coren, Ali Eslami, Brock Parker e Alan Sass. Già metaforicamente a casa invece Nem Le, Huck Seed, Faraz Jaka, Dutch Boyd, David Benyamine, Jeff Lisandro, Lauren Kling, Dwyte Pilgrim, Men Nguyen e Bryan Devonshire.

Questi i migliori dieci di giornata:

1- Mario Nagel 158.700
2- Zachary Humphrey 152.200
3- Luke Nettles 125.300
4- Robert Kuhn 115.800
5- Michael Ruane 110.300
6- Yuji Higaki 106.000
7- Robert Brewer 105.900
8- Graydon Kowal 105.800
9- Rupert Elder 102.900
10- Bryan Piccioli 102.400

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti