WSOP 2012 Day 22: Cada va per la doppietta?

Joe cada

Nell'Evento #31, l'ex campione del mondo 2009 è in vetta al chip count. L'evento Senior ancora in corso.

Dopo aver vinto il Main Event alle WSOP 2009, Joe Cada ha la ghiotta occasione di portarsi a casa il secondo braccialetto in carriera. Può farcele nel torneo da 1.500 di No Limit Hold'em, dove al termine della seconda giornata ha imbustato il maggior numero di chip. Infinito il torneo dedicato agli over 50, che invece di chiudersi ieri, come da pronostico, ha concluso con ancora 4 giocatori superstiti. Ecco il riassunto della ventiduesima giornata delle WSOP 2012.

Evento #29: $1.000 Seniors No-Limit Hold'em Championship

Cominciamo proprio con il torneo dedicato ai Senior, che a quanto pare vogliono prendersi gli onori della cronaca. Dopo i primi due eliminati al tavolo finale, infatti, ci sono volute oltre quattro ore prima di vedere l'ennesima testa cadere. Ecco spiegato come mai anche questo torneo avrà bisogno di un ulteriore giorno prima di terminare.

Ad ogni modo, i quattro superstiti rappresentano l'elite del poker over 50: insieme hanno guadagnato oltre 10 milioni di dollari in carriera. Il gioco riprenderà oggi dal livello 32, con bui da 80.000/160.000 e un ante di 20.000. E speriamo che sia davvero la fine, stavolta.

Questa la situazione attuale:

1- Dennis Phillips 5.335.000
2- Bob Phelps 3.475.000
3- Hoyt Corkins 1.960.000
4- Allyn Jaffrey Shulman 1.620.000

Evento #30: $1.500 2-7 Draw Lowball No-Limit

Tra i tanti litiganti, il meno famoso gode. Parafrasando un famoso detto, potremmo definire così il final table del torneo di 2-7 Draw Lowball No-Limit. Ci si aspettava la vittoria di uno tra Lichtenberger, Mizrachi, Porter, Lindgren o Cantu, e invece l'ha spuntata l'esperto Larry Wright, al primo braccialetto in carriera.

"La maggior parte del denaro che ho vinto andrà in Sudan, in Africa", ha dichiarato Wright al termine del torneo. "Là abita un missionario nostro amico. Vogliamo sponsorizzare un paio di case e la costruzione di un pozzo d'acqua potabile. Avevo detto che se avessi vinto un evento lo avrei fatto". E bravo Wright.

Ecco il risultato del tavolo finale:

1- Larry Wright $101.975
2- Brandon Cantu $63.048
3- Andrew Lichtenberger $41.445
4- Michael Mizrachi $28.198
5- Erick Lindgren $19.676
6- Rep Porter $14.078
7- Ryan Tepen $10.318

Evento #31: $1.500 No Limit Hold'em

Tra i 19 rimasti a disputarsi il braccialetto di questo torneo, in testa c'è un giocatore che ben conosciamo per aver vinto nientemeno che il Main Event del 2009. Parliamo di Joe Cada, che grazie a un piatto gigantesco sul finire della giornata, è riuscito a finire in vetta al chip count. "Mi sento bene, sono contento", ha detto Cada. "Sono molto stanco, con questi field così grossi si gioca in un campo minato e devi essere molto fortunato. Io lo sono stato e ora posso vincere un altro braccialetto".

Pochi i nomi altisonanti ancora in gioco: JC Tran, Dwyte Pilgrim e Adam Kornuth. Colpa di una serie di eliminazioni eccellenti, come quelle di Dan Smith, William Reynolds, Nam Le, Erik Cajelais, Ted Forrest e Soi Nguyen, oltre all'ultimo eliminato di giornata, Terrence Chan (settimo in the money alle WSOP 2012 per lui).

Questo l'elenco dei migliori dieci:

1- Joe Cada 1.869.000
2- Michael Aron 1.745.000
3- Valentyn Shabelnyk 1.391.000
4- Cherish Andrews 1.383.000
5- Maximilian Lehmanski 908.000
6- Adam Kornuth 892.000
7- Carter Phillips 586.000
8- John Nelson 550.000
9- Jonathan Poche 491.000
10- Jim Kasputis Jr- 457.000

Evento #32: $10.000 H.O.R.S.E.

Phil Ivey, Phil Hellmuth e John Monnette. Sono loro (ancora) i protagonisti assoluti di questo torneo. Monnette addirittura comanda la truppa dei 15 giocatori superstiti, con Hellmuth quarto e Ivey sempre pericoloso, pur se fuori dalla top ten. Non che il resto del field sia di poco conto: David Bach, David Baker, Matt Waxman, Abe Mosseri, John Hennigan, Dan Kelly e Scott Clements fanno tutti parte del gruppo. Pollice verso per Alex Dovzhenko, Steve Zolotow, Nick Schulman, Eugene Katchalov e Bertrand Grospellier.

La top ten del chip count recita:

1- John Monnette 825.000
2- David Bach 645.000
3- David Bakes Baker 574.000
4- Phil Hellmuth 571.000
5- Brandon Shack-Harris 500.000
6- Matt Waxman 458.000
7- Abe Mosseri 384.000
8- John Hennigan 344.000
9- Dan Kelly 243.000
10- Scott Clements 229.000

Evento #33: $1.000 No Limit Hold'em.

Da 2.795 a 231, con lo scoppio della bolla, avvenuto all'eliminazione numero 298 con ancora un'ora da giocare. Di solito questi tornei, per quanto veloci, non riescono a tanto in una sola giornata, ma l'Evento #33 è la classica eccezione che conferma la regola. Nulla di fatto per Chris Moorman, Marvin Rettenmaier, David Benyamine, Barry Greenstein, Gavin Smith e Shannon Shorr. Rimandati a casa con un piccolo gruzzolo, invece, Jonathan Duhamel e John Juanda.

Ecco il chip count dei più bravi dopo il Day 1:

1- Bradley Libson 117.100
2- Joshua Price 115.300
3- Thomas Fuller 102.900
4- Sergey Lebedev 91.900
5- Steven Tripp 89.900
6- Jordan Cristos 89.500
7- Ren Ho Zhang 83.900
8- Nicholas Mitchell 83.500
9- Justin Zaki 83.400
10- Faraz Jaka 81.900

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti