WSOP 2012 Day 11: arriva Doyle Brunson

originalDoyle Brunson

Prosegue senza sosta l'edizione 2012 delle World Series, impreziosite dalla presenza del mitico Brunson.

Giornata di ritorni l'undicesima delle WSOP 2012. Da una parte Phil Ivey, che torna a piazzare un in the money alle World Series dopo l'assenza forzata dell'anno scorso; dall'altra Doyle Brunson, decano del poker texano, che ha fatto capolino al Rio Hotel and Casino per la prima volta dall'inizio della competizione. Questo il riassunto della giornata che si è conclusa nella notte.

Evento #9: $1.500 No-Limit Hold'em Re-Entry

Il canadese Ashkan Razavi vince il braccialetto e il primo premio più grosso distribuito finora, quasi 782.000 dollari, al termine di una maratona che ha visto partecipare 3.404 giocatori. Secondo posto per Amanda Musumeci, che non riesce dunque a sfatare la maledizione che vede l'ambito braccialetto precluso al gentil sesso ormai da quattro anni.

Non è stato facile per Razavi, supportato per tutto il tavolo finale da un nutrito gruppo di amici. Il canadese ha dovuto battere, Musumeci a parte, anche giocatori del calibro di Brian Rast (due braccialetti alle WSOP) e Greg Mueller, vincitore del Poker Player's Championship da $50.000 delle WSOP 2011.

La mano conclusiva tra Razavi e la Musumeci ha visto il primo prevalere con KT contro Q9 suited, dopo un flop che aveva già indirizzato la mano verso il canadese: T72. Un 4 al turn ha dato qualche speranza di colore alla Musumeci, che però si è dovuta arrendere a un K di seme diverso al river. Ecco il risultato del final table:

1- Ashkan Razavi $781.398
2- Amanda Musumeci $481.643
3- Derrick Huang $347.228
4- Ryan Olisar $252.379
5- Duy Ho $185.378
6- Brian Rast $137.632
7- Greg Mueller $103.258
8- Benjamin Reinhart $78.259
9- Dien Le $59.969

Vai alla pagina dei risultati dell'evento

Evento #11: $1.500 Pot Limit Omaha

Vincent Van Der Fluit, di Utrecht, è il quarto giocatore olandese nella storia delle WSOP a vincere un braccialetto. Lo ha fatto superando un field di 970 partecipanti ed entrando di diritto nella storia pokeristica del suo paese, accanto a giocatori del calibro di Rob Hollink, Marc Naalden e Marcel Vonk.

Il final table è durato pochissimo. Van Der Fluit ha battuto in heads-up Charles Tonne, che aveva cominciato da chip leader. Decisiva una mano in cui l'olandese floppa un full di re e assi e riesce a strappare a Tonne la gran parte delle sue chip. Questo il risultato finale dell'Evento #11:

1- Vincent Van Der Fluit $265.211
2- Charles Tonne $164.132
3- Tristan Wade $102.690
4- Damien Lhommueau $74.536
5- Alex Dovzhenko $55.025
6- Rodney Brown $41.249
7- Brian Garbe $31.375
8- Calvin Anderson $24.186
9- David Schnettler $18.896

Vai alla pagina dei risultati dell'evento

Evento #12: $10.000 Heads Up No-Limit Hold'em (512 player max)

Tommy Chen, Brian Hastings, Brock Parker e Jason Mo sono i quattro semifinalisti di questo evento di No Limit Hold'em, specialità Heads-Up. Parker ha battuto Michael Drummond, mentre Mo si è preso cura di quella bella gatta da pelare che risponde al nome di Andrew Robl. Hastings, il nome più noto del lotto, ha battuto Jeffrey Gross; Chen, infine, ha eliminato Chris Moore.

I quattro superstiti si ritroveranno oggi alle 13 (ora locale) per sfidarsi in semifinale: Parker se la vedrà con Mo e Chen dovrà affrontare Hastings. L'heads-up finale metterà in palio il braccialetto e 371.498 dollari.

Evento #13: $1.500 Limit Hold'em

Giornata piuttosto noiosa quella che ha visto i 222 giocatori rimasti affrontarsi per superare il Day 2. Ritmo blando, poca azione, ma alla fine sono sopravvissuti solo 25 player, più per l'aumento dei bui che per effettive giocate. Ancora in corsa Isaac Haxton, Erich Buchman, Humberto Brenes, Mike Thorpe e Al Barbieri, unico ad essere tra i top ten:

1- Leonid Bilokur 318.000
2- Ian Johns 258.000
3- Chris Swan 256.000
4- Ben Landowski 240.000
5- Al Barbieri 214.000
6- Ronald Israel 199.000
7- Glen Englebert 190.000
8- Jeff Weiss 171.000
9- Kevin  McGuiness 164.000
10- Bruce Rosen 159.000

Evento #14: $1.500  No-Limit Hold'em Shootout  

Non è stato raggiunto il cap (fissato a 2.000), ma sono comunque 1.138 i partecipanti di questo torneo Shootout. Ridotti a soli 120 al termine del Day 1, con Terrence Chan protagonista: l'americano è già al suo quinto in the money alle WSOP 2012, praticamente uno ogni tre Eventi; percentuale che sale a cinque su sei, perché è vero che siamo ormai a 15 Eventi, ma Chan ha partecipato solo a sei di questi.

Tra i qualificati troviamo anche Joe Cada, vincitore del Main Event 2009, Eric Seidel, Gavin Smith, Scott Clements e soprattutto Phil Ivey, tornato ad assaporare la gioia di un piazzamento a premio alle World Series of Poker dopo due anni.

Evento #15: $5.000 Seven Card Stud Hi Lo 

Ed ecco la ciliegina sulla torta. Doyle Brunson ha fatto il suo debutto alle WSOP 2012, chiudendo la giornata con un dignitoso 41° posto su 137 player rimasti. Il dieci volte vincitore di un braccialetto alle World Series, nonché due volte conquistatore del Main Event, farà compagnia a Chris Tryba, Bryan Devonshire, Chad Brown, Mike Leah e al figlio Todd. Niente da fare invece per Jon Turner, Shaun Deeb e Jeff Lisandro.

Questi i migliori dieci:

1- Chris Tryba Bilokur 63.600
2- Brian Twete 54.800
3- David Grey 54.700
4- Calvin Anderson 50.500
5- Andrew Finkernagel 48.900
6- Jesse Martin 47.300
7- Tuan Vo 46.300
8- Drew Scott 46.200
9- Mike Gorodinsky 45.900
10- Todd Brunson 45.800

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti