WPT Venezia, Alessio Isaia sogna il back-to-back

alessio isaia wpt

'Il fabbro' comanda il chipcount quando sono rimasti soltanto in 18 e sogna una clamorosa doppietta, visto che ha vinto il WPT di Venezia già tre anni fa.

Vincere un torneo di poker importante è qualcosa che pochi possono vantare. Farlo due volte equivale a diventare quasi una leggenda.

Lo sa bene Alessio Isaia, trionfatore del WPT di Venezia tre anni fa e in testa, nell'edizione di quest'anno, quando ormai sono solo 18 i giocatori che mirano a un primo premio da 105.000 euro.

'Il fabbro' ha chiuso il Day 3 con 461.500 chip, 30.000 in più rispetto a Sotirios Koutoupas, uno degli avversari più temibili per lui.

Koutoupas, infatti, quest'anno si è già aggiudicato l'EPT di Deauville, battendo in heads-up nientemeno che Eugene Katchalov.

Terzo posto per Michele Sigoli, sesto per Sveva Libralesso, settimo per Antonio Bernaudo e nono per Ivan Gabrieli.

Tra i 18 player left troviamo anche Samuel Trickett, che occupa il quinto posto del chipcount. Ma la pattuglia azzurra può contare su parecchie altre frecce nella sua faretra.

 

Gli italiani ancora in gara al WPT Venezia

Ancora in corsa, infatti, ci sono anche Andrea Dato (127.500),  Max Pescatori (127.000 chip), Ferdinando Lo Cascio (120.500), Eros Mossali (110.500) e Maurizio Saieva (54.000).

Tutti e 18 i giocatori ancora in gara se ne torneranno a casa con almeno 5.000 euro in tasca, visto che la bolla è scoppiata all'eliminazione del 19° classificato.

L'infelice ruolo è toccato a Marko Mikovic, recente vincitore dell'IPT di Nova Gorica, eliminato da Sotirios Koutoupas: 7-7 per lui, A-K per il greco che pesca sia un re che un asso e fa esplodere il solito applauso che segue lo scoppio della bolla.

Prima ancora abbiamo perso altri potenziali protagonisti, come ad esempio Giacomo Fundarò, Alberto Fiorilla, Luca Moschitta, Marcello Montagner e Massimo Mosele tra gli italiani, nonché David Taborsky (chipleader del Day 1B), Kara Scott, William Dorey e Timothy Finne tra gli stranieri.

L'action riprenderà oggi alle ore 14.30, quando si comincerà a giocare con l'obiettivo di raggiungere il tavolo finale, che come da tradizione negli eventi del World Poker Tour sarà di 6 giocatori.

I livelli dei bui nel Day 4 rimarranno di 90 minuti, mentre scenderanno a 60 in occasione del final table di sabato.

 

La situazione dopo il Day 3 del WPT di Venezia 2014

1-      Alessio Isaia 461.500

2-      Sotirios Koutoupas 431.500

3-      Michele Sigoli 379.500

4-      Diego Zelter 377.500

5-      Sam Trickett 350.000

6-      Sveva Libralesso 316.000

7-      Antonio Bernaudo 273.500

8-      Steve Watts 252.000

9-      Ivan Gabrieli 244.500

10-  Jan Olav Sjavlk 243.500

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti