WPT L.A. Classic: vince Strelitz, Sexton è solo quarto

strelitz sexton wpt la classic

Che la sorpresa fosse dietro l’angolo in questo Main Event del WPT L.A. Classic, si poteva immaginare. Ma alla fine, Daniel Strelitz ha piazzato la zampata.

Il giocatore californiano – nativo di Torrance – è riuscito a portare a casa il suo primo titolo targato WPT, al termine di un torneo che lo ha visto protagonista fin dalle fasi preliminari.

Era stato proprio Strelitz, infatti, a chiudere davanti a tutti sia il Day 4, in cui i superstiti erano 18, sia il giorno successivo, che si è concluso con la composizione del Final Table da sei giocatori.

Sembrava difficile che qualcuno potesse opporsi, e alla fine così è stato. Per Daniel Strelitz è arrivata la gioia del primo trionfo al World Poker Tour, oltre ad un assegno da quasi un milione di dollari.

Sexton ai piedi del podio

C’era grande curiosità per la presenta al tavolo finale di Mike Sexton. La vecchia volpe del poker a stelle e strisce aveva iniziato la giornata con un discrete stack. E le cose sembravano andare per il verso giusto.

La veloce eliminazione al sesto posto di Richard Tuhrim aveva fatto salire un gradino a uno dei veterani del gioco. Poi ci ha pensato Jesse Martin a farsi da parte, fermandosi in quinta posizione.

Ma Sexton non è riuscito ad andare oltre, con lo spettro dell’eliminazione che è divenuto reale poco dopo. Quarto posto e circa 300.000 dollari di assegno per Mike, che sicuramente ci riproverà alla prossima occasione.

Infine, la terza posizione è andata appannaggio di Jared Griener, il quale ha portato a casa circa 431.000 dollari. Così, la scena è andata tutta ai protagonist dell’heads up, ovvero Strelitz e Simeon Naydenov.

L’heads up annunciato

heads up wpt la classic
Strelitz e Naydenov faccia a faccia

Proprio il californiano e il bulgaro erano I due protagonisti annunciati alla vigilia del Final Table. Erano i due deep-stack tra i sei partecipanti, e anche durante le fasi di gioco avevano mostrato maggiore spigliatezza.

Ma alla fine, ad avere ragione è stato Daniel Strelitz. Naydenov ha cercato di ricucire lo strappo in termini di divario di stack, ma dopo quasi quaranta mani è arrivata la resa dei conti tra i due.

Il flop recita Q-7-6, Naydenov trova la top pair con K-Q e sulla sua puntata arriva il call di Strelitz con 5-4. Il turn è un miracoloso 8 che fa chiudere la scala all’americano e di fatto chiude i giochi: il bulgaro chiama i resti del suo avversario, e si accorge di aver perso.

Questo il payout per il Final Table di questo Main Event del WPT L.A. Classic:

1 - Daniel Strelitz $1,001,110

2 - Simeon Naydenov $672,190

3 - Jared Griener $431,340

4 - Mike Sexton $300,690

5 - Jesse Martin $230,380

6 - Richard Tuhrim $191,490

Per Strelitz, oltre alla vittoria del titolo e a quasi un milione di dollari da mettere in cascina, arriva anche il ticket per il WPT Tournament of Champions, classico evento di fine stagione targato World Poker Tour.

Inoltre, il californiano sale ora al quarto posto nella classifica del WPT Player of the Year: comanda sempre Benjamin Zamani davanti a Sexton e a Darren Elias, vincitore presso le cascate del Niagara.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti