WPT Grand Prix: Si Chiude con un ChipLeader da Zelig

Daniel Cates
Daniel "jungleman" Cates al WPT Grand Prix di Venezia

Adinolfi, Dato e Baumann out. Sexton e Rettenmeier dominano la scena mentre l'americano Behm si prende la chiplead. Con grande umorismo.

Imbustate le chip della giornata, il tempo della chiusura di questo Day1A del WPT Grand Prix arriva inevitabilmente insieme a quello dei primissimi bilanci.

Come già descritto nel corso della nostra breve apertura, l’avventura di oggi si è aperta con moltissimi super nomi del poker internazionale pronti a non perdere neppure un minuto del torneo da 3.300€: uno dopo l’altro, infatti, player del calibro di Mike Sexton, Dan jungleman Cates, Marvin Rettenmeier, Kara Scott, Andrey Pateychuck e Gaelle Baumann si sono presentati ad un appuntamento reso più prezioso che mai dalla straordinaria neve che ha baciato Venezia nel corso della mattinata.

Tantissimi anche gli italiani a questo Day1A

IMG4864650x433
Mario Adinolfi e Rocco Palumbo
 

Star internazionali a parte, anche il poker di casa nostra ha dimostrato di tenere in maniera molto particolare a “timbrare il cartellino” del Casinò di Venezia presentandosi già dal Day1A con una formazione di quelle che non si vedono tutti i giorni.

Andrea Dato, Daniele Mazzia, Alessio Isaia, Erion Islamay, Mario Adinolfi e la sempre meravigliosa Carla Solinas sono infatti alcuni dei nomi che hanno giocato il primo dei Day1 ai quali, volendo, si potrebbero aggiungere – così per dire – anche un braccialetto WSOP come Rocco Palumbo ed un sempre fortissimo Sergio Castelluccio.

Purtroppo, però, la serata del Ca’Vendramin non è sembrata particolarmente tenera con i “nostri” del poker e – mentre la maggior parte dei big d’oltre confine saranno regolarmente presenti al Day2 di mercoledì…alcuni dei player italiani dovranno ricorrere alla prova d’appello del Day1B per continuare a sognare il titolo di campioni WPT.

Escono subito, infatti, l’ormai ex-onorevole del Texas Hold’Em Mario Adinolfi ed i pro di Glaming Jackson Genovesi ed Andrea Dato con una sorte che, purtroppo, condivideranno anche altri come Alessandro Meoni, Sergio Castelluccio e Maurizio Caressa.

Rimandati al Day1B anche i francesini di Winamax

IMG4822501x334
Gaelle Baumann
 

Niente qualificazione al Day2 anche per  il campione in carica dell’EPT Sanremo Ludovic Lacay e l’affascinante Gaelle Baumann, uscita dopo essersi scontrata con una calling station…fortunata.

“Il torneo è andato così. Prima sono arrivata ad oltre 40K, poi son scesa fino a 24K e non ho più visto carte per un paio d’ore.

“Visto che al mio tavolo c’era un player che chiamava TUTTO, non appena mi sono arrivati AK in mano, ho deciso di provare a spingerlo dentro tribettando subito.

“Come previsto, lui ha fatto call trovando un flop Kx 9x 3X. A quel punto io provo a metter dentro ancora di più e lui continua a chiamare. Turn: Tx – lui betta costringendomi ad andare all-in e…beh, gira T-T. Niente da dire.”

Di umore ben diverso la madrina dello scorso Battle of Malta Kara Scott in grado di chiudere intorno alle 80mila chip con un’average di 52.000.

“Il mio Day1 è stato perfetto, è pure iniziato con un poker d’Assi floppato alla prima mano. Il torneo per ora è stato divertente e mi ha anche messo al tavolo giocatori molto impegnativi come jungleman. E poi, alla fine, anche con il freddo e la neve…Venezia è comunque forse la città più bella del mondo.”

Qualche curiosità dall’Ungheria e dagli USA

Sandor Demjan
Il miliardario Sandor Demjan
 

Tra gli avvenimenti da segnalare della giornata, non va senza dubbio dimenticata l’apparizione di Sandor Demjan ai tavoli del Day1A (purtroppo conclusasi pochi minuti dopo la pausa cena).

Per chi non lo conoscesse, Demjan è semplicemente…l’uomo più ricco d’Ungheria con un patrimonio personale che supera i 500 milioni di Dollari.

Avvicinato subito dopo la sua eliminazione, Demjan ci ha assicurato di esser pronto a tornare al Day1B di domani promettendo – per la verità in maniera non troppo convinta – di volerci anche regalare qualche minuto del suo (preziosissimo) tempo per una nuova, esclusiva intervista.

Chipleader della giornata, dopo un dominio di Marvin Rettenmaier durato ore, è l’americano Steve Behm che chiude con 188.000 chip dopo aver eliminato (tra gli altri) il russo Pateychuk e subito prima di rispondere “da mia madre” alla domanda “da dove vieni?” posta da un reporter al tavolo. E di scrivere “a lot” (moltissime) sul sacchetto delle chip imbustate al posto del loro numero.

Top 10 del Chipcount ufficiale al termine del Day1A

  1. BEHM STEVE     188.000
  2. RETTENMAIER MARVIN     129.600
  3. SEXTON MIKE     99.900
  4. CASTRO RAFFAELE     96.000
  5. RULLO GIANLUCA     95.100
  6. DONNINI DANILO     85.500
  7. PESONES LAURI MATIAS     83.800
  8. LOSI IVAN     81.300
  9. KARA SCOTT     81.200
    10.  FAVARETTO MARTINO     80.000

Volete seguire il WPT Grand Prix (quasi) Live? Allora non perdetevi la pagina di PokerListings su Facebook con tutti gli aggiornamenti e le foto in diretta dai tavoli del Casinò di Venezia!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti