Video della settimana – mai sottovalutare il gutshot

Michael

Il progetto di scala gutshot ha una dubbia reputazione tra i giocatori di poker. Alcuni lo amano perché quando centri la scala è bennascosta, mentre altri lo ritengono uno spreco di denaro.

Il double gutshot è ancora più interessante, grazie ai suoi rispettabilissimi otto out. “Live at the bike”, un giocatore ci ha messo tanta immaginazione nel giocarlo, ma alla fine è stato ampiamente ricompensato.

Di solito al Bicycle Casino di Los Angeles giocano mid-stake, ma quando Doug Polk si è unito al gruppo a febbraio, le poste sono state decisamente aumentate.

La partita che andremo a vedere si è giocata coi bui a $50/$100 e i giocatori erano davvero deep-stack.

Tutti e tre i player coinvolto avevano almeno $25.000 davanti a loro, cioè 250 big blind – viatico per piatti enormi.

Ancor di più se ci sono giocatori, come il nostro eroe Josh, particolarmente loose. Josh si trova in terza posizione con 5-3o e decide di avere una mano buona con cui chiamare un open raise.

Un flop, due gutshot

Michael è il giocatore da bottone. Con 8-7o, vuole giocare anche lui e infatti fa call. Non esattamente una mano monster, ma ovviamente ha molto potenziale di scala.

Entrambi i nostri player floppano un gutshot, e con decine di migliaia di dollari davanti a loro, una puntata da $600 rappresenta un easy call sia per Josh sia per Michael.

Carta magica al turn

Il turn è una carta da sogno – per uno dei player. Josh chiude il nuts e fa check al suo avversario da bottone, che ora ha quel doppio gutshot di cui stavamo parlando.

Da qui le cose succedono in maniera velocissima. Michael sembra un grande fan del double gutshot – o double-gutter – dato che va in semi-bluff per rubare il piatto, e quando Josh rilancia con la mano migliore, decide di investire il resto del suo stack.

Forse non è stato il modo migliore per giocare la mano, ma riassume bene come il gutshot possa rappresentare sia il paradiso sia l’inferno, nel poker.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti