“Un posto al sole” e “Il segreto”: il poker nelle telenovele in TV

i protagonisti di un posto al sole

La vita reale può essere più ingarbugliata di una soap opera: lo dimostra la lacunosa legislazione che regolamenta (o dovrebbe regolamentare) il poker live in Italia.

Meglio allora ripiegare sulle “vere” telenovele, nelle quali peraltro non mancano riferimenti al poker. Eccone alcuni esempi tratti da “Un posto al sole”, “Il Segreto” e “Tempesta d'amore”.

Poker napoletano

La serie “Un posto al sole”, in onda su Raitre dal '96, racconta le vicende di personaggi di svariate età che abitano a Palazzo Palladini, a Posillipo. In una vecchia puntata degli anni Novanta si vede l'equilibrato Renato Poggi (Marzio Honorato) in grande difficoltà al tavolo da poker. Con una laurea in materie economiche e anni di esperienza nel ramo amministrativo-contabile, non si direbbe un tipo che prende decisioni avventate.

Il passo più lungo della gamba

Eppure la smania di rilanciare costa a Poggi ben 400 milioni di lire, gran parte dei quali anticipati dal suo giovane titolare Alberto Palladini a copertura della puntata. Renato ha “solo” un poker di jack e perde nel testa a testa contro il suo avversario, che invece ha in mano quattro donne.

unpostoalsole

Nella scene successive si vede il contabile Poggi che si dà alla bottiglia per dimenticare il colpo subito mentre Alberto prova a confortarlo.  Nel frattempo sopraggiunge inaspettatamente Angela, figlia di Renato. Ma i due uomini fanno credere alla ragazza che sia stato Alberto ad alzare troppo il gomito. Anche Guido e la sua ragazza Assunta cercano di aiutare Renato Poggi come possono.

Il medico col vizio del gioco

Nelle puntate più recenti è il medico Simone Torino (Luca Seta), ad avere qualche problema con il gioco d'azzardo.  In una puntata andata in onda nell'autunno 2011 la fidanzata Viola Bruni (Ilenia Lazzarin) lo trova ubriaco dopo che ha perso 5mila giocando a poker. Ne nasce una discussione durante la quale Simone dà per sbaglio uno schiaffo a Viola, causandole una piccola ferita al naso.

Sedotta e abbandonata

Riferimenti ai giochi di carte non mancano nemmeno nella soap “Il Segreto”, trasmessa in Italia da Canale 5 dal dicembre 2013 e ambientata nella Spagna di inizio Novecento. La telenovela racconta le tormentate vicende di Pepa, giovane levatrice analfabeta. Nelle prime puntate della serie, Carlos Castro, padrone di Pepa, rapisce il figlio segreto concepito con l'apprendista ostetrica e lo sostituisce con quello partorito da sua moglie, nato morto. Cacciata in malo modo, Pepa fugge e si rifà una vita nel villaggio di Puente Viejo, dove lavora ancora come ostetrica e vive un nuovo amore con Tristan.

Vite dissolute

il segreto

Sempre nella prima stagione di “Segreto” si vede Juan che, convinto da Severiano, sperpera al gioco i risparmi rubati alla madre e, qualche puntata dopo, Juan e Severiano che giocano in una bisca. Successivamente affronteranno a carte il temibile strozzino Pardo uscendone vincitori. Il successo di “Segreto” ha portato alla commercializzazione nel nostro Paese di diversi gadget, tra i quali un mazzo di carte da gioco.

Scelta avventata

Nei primi episodi della telenovela spagnola “Una vita” andati in onda la scorsa estate su Canale 5, Felipe e Victor organizzano abitualmente partite a carte in una pasticceria. Maximiliano, colto dalla febbre del gioco, perde la  sua casa in una partita al casinò: il nuovo proprietario dell'abitazione diventa Claudio Castaño.

Felix lo scapestrato

Dalla Spagna si passa alla Germania, con la soap “Tempesta d'amore”, trasmessa da Rete 4. Nella seconda stagione (2007) Miriam allontana il marito Felix diventato troppo dipendente dal gioco. Robert nel frattempo ha lasciato Viktoria, sorella adottiva di Felix, e può coronare un nuovo idillio con Miriam. Proprio i problemi di Felix con il gioco d'azzardo sono causa di preoccupazioni per Viktoria.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti