Twitch Tv e Poker: il duo Somerville-Negreanu fa incetta di visite

twitch

Anche nel poker si fa sempre più strada Twitch tv. La celebre piattaforma di video streaming incentrata sul mondo dei videogiochi è nata all'inizio dell'estate del 2011 come costola di “Justin”, tv generalista online.

I contenuti di Twitch, sito di proprietà di Amazon, possono essere visualizzati in diretta oppure on demand, tramite la piattaforma Vimeo. Il successo dirompente di questo sito ha portato la società madre a modificare il suo nome da “Justin tv” a “Twitch Interactive”, disponendo la chiusura di Justin tv nell'agosto 2014.

Alcuni tuttavia hanno lamentato una visione poco nitida di Twitch tv con i Google Glass nell'epoca in cui questo dispositivo era ancora sul mercato. Per molti pokeristi famosi Twitch è diventato un modo per comunicare in diretta con i fans. Tra coloro che ne hanno fatto un uso più proficuo nella costruzione della propria immagine meritano di essere menzionati Jason Somerville e Phil Hellmuth. 

Somerville spopola su Twitch

Somerville, il primo e unico giocatore high-stakes omosessuale dichiarato (il suo coming out risale al 2012), ha realizzato “Run it up”, una serie di video trasmessi in streaming su Twitch nei quali mostra come guadagnare con il poker online 10mila dollari investendone solo 50. L'account Twitch di Somerville ha registrato 37mila visitatori durante l'Evento 7 delle World Championship of Online Poker di PokerStars

Un gioco senza fronzoli

A differenza di molti altri suoi colleghi sponsorizzati da PokerStars, Somerville è uno dei pochi che giocano in streaming senza adoperare gli HUD (Head-up display), strumenti che permettono agli utenti di visualizzare diversi dati e statistiche e di impostare in modo scientifico una strategia. Per questo motivo il 28enne Somerville è stato elogiato da Alexandre Dreyfus, amministratore delegato di Global Poker Index. Molti professionisti abbinano gli HUD all'utilizzo di software come PokerTracker, che consentono di analizzare in dettaglio lo storico delle mani giocate.

Dreyfus fa guerra agli HUD

HUD Settings 1

Negli ultimi giorni Dreyfus ha palesato aperta avversione nei confronti degli HUD, che contribuirebbero a esasperare la competizione nel poker rendendolo meno interessante per i giocatori amatoriali.

Questi ultimi possono infatti essere indotti a credere che per eccellere nel poker si debba necessariamente analizzare e avere a che fare con una gran mole di dati e di numeri. Intervistato da CalvinAyre, l'amministratore delegato di GPI ha riferito che PokerStars dovrebbe impedire l'utilizzo di HUD sul suo sito o quantomeno mostrare chiaramente quali giocatori si avvalgono di questa tecnologia. Anche Somerville, interrogato dai suoi fan, ha espresso le stesse perplessità di Dreyfus in merito agli HUD. 

Hellmuth si rilassa con il poker cinese

Proseguendo la carrellata dei pokeristi su Twitch va ricordato anche Hellmuth, che verso la fine dell'estate ha pubblicato alcuni video nei quali si cimenta con il poker cinese, un gioco con una forte componente aleatoria. Alcuni hanno notato che proprio negli ultimi giorni, in concomitanza con le Wcoop, sono stati particolarmente attivi anche gli account Twitch di Celina Lin, Felix Schneider, Jamie Staples, Fedor Holze e Bertrand Grospellier.

Un duo esplosivo

Negreanu Somerville Twitch 2

Qualche giorno fa, mentre si disputava l'evento “$2,100 Pot Limit Omaha” delle WCOOP,  Somerville ha ospitato durante una diretta streaming il collega Daniel Negreanu.

Per l'occasione il giocatore canadese di origini rumene indossava una maglietta rosa con la scritta “Clean up nicely”, un'espressione che potrebbe essere tradotta con “E' proprio carino” e “tirato a lucido”. Grazie alla presenza di Negreanu, Somerville è riuscito a incrementare ulteriormente le visite al suo account Twitch.

A ruota libera

Per novanta minuti Negreanu e Somerville hanno parlato a ruota libera di diversi argomenti. Negreanu in particolare ha intessuto le lodi del collega Phil Ivey, considerato da molti un punto di riferimento per il “Pot Limit Omaha”, e ha ricordato che la televisione ESPN ha contribuito ad accrescere la popolarità delle World Series of Poker.

Già in altre occasioni Negreanu e Somerville hanno dimostrato il loro affiatamento. Qualche tempo fa entrambi i giocatori hanno dichiarato di appoggiare PokerStars in vista di un'eventuale regolamentazione del poker in California.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti