Truffe online: come “craccare” Zynga Poker e vincere tanti soldi... finti

truffe online poker

Ma è così facile frodare una room utilizzando un software automatico?

Alcuni sostengono che siano gli stessi siti di poker online a fare utilizzo di queste applicazioni per portare acqua al loro mulino.

Chiamati bots (abbreviazione di robots), i computer poker players sono programmi che si comportano come “giocatori virtuali”. Nel poker online vengono impiegati in modo più o meno legittimo.

Giocare attraverso un robot, sostengono alcuni, può presentare vantaggi e svantaggi. Da un lato vengono meno elementi di debolezza quali la stanchezza e l’emozione, dall’altro un robot potrà più difficilmente comprendere un bluff o correggere “in itinere” la strategia di gioco.

 

Privacy o sicurezza?

poker bot3

Rimane comunque aperta la questione: quali software considerare leciti e quali no? E’ giusto che una room violi la riservatezza degli utenti allo scopo di prevenire l’eventuale utilizzo di “bots”?

Per arginare il problema privacy ma allo stesso tempo garantire un certo livello di sicurezza, alcuni gestori chiedono saltuariamente agli utenti di inserire codici Captcha, digitando lettere e numeri che compaiono in un’immagine.

A differenza dei normali “bot”, con il termine “house bot”, viene designato un giocatore virtuale che opera nell’interesse della room (nel significato più esteso può indicare anche un giocatore in carne e ossa). Alcuni hanno fatto notare che anche per una room che operi in modo pulito risulta difficile dimostrare la sua correttezza in merito all’accesso da dietro le quinte da parte di soggetti terzi.

 

Partite truccate dalle room?

imbrogli online

Nel 2012 Franco, ex giocatore professionista, denunciò nel documentario “Caduti nella rete”, realizzato da Renato Pugina per la Radiotelevisione svizzera, il comportamento a suo dire poco trasparente di poker room e casinò online.

Secondo Franco, molti siti  “ritoccherebbero” volutamente le percentuali di vincita, invogliando i visitatori nelle prime giocate di prova ma facendoli perdere con maggiore frequenza quando passano a giocare con soldi veri.

La trasmissione “Le Iene”, invece, ha mostrato in un servizio come il gestore di una room potesse “truccare” da dietro le quinte l’esito di una partita (nel video gli addetti ai lavori segnalarono l’incongruenza tecnica del flop formato da due sole carte).

 

Gioca nelle Poker Room più sicure in Italia

 

Ingresso riservato ai robot

Nell’estate del 2005 la poker room Golden Palace organizzò le “World Series of Poker Robots” all’interno del vecchio casino Binion, che fino a quell’anno aveva ospitato le “vere” World Series of Poker.

phil laak2
Phil Laak ebbe la meglio sul Bot

La partecipazione era riservata ai soli “bots” e ai loro sviluppatori, scienziati informatici di sei diverse nazionalità. Il costo di ingresso era nullo, pur essendo previsto un premio di 100mila euro (gli scienziati comunque si pagarono il viaggio di tasca loro). Il torneo venne ospitato sulla piattaforma Poker Academy.

Testa a testa contro il computer

Nell’ambito della stessa manifestazione il professionista Phil Laak si cimentò in un testa-a-testa contro un robot, uscendone vincitore. Come scrisse in quel luglio Lianne Elias su Pokerlistings, Laak non mancò di complimentarsi con il rivale virtuale: “Molto meglio della media dei giocatori”.

Un robot imbattibile

Intervistati dalla rivista Science lo scorso gennaio, Neil Burch, Michael Johanson e Osaki Tammelin hanno riferito che il loro bot Cepheus sarebbe in grando di vincere qualunque partita di Limit Hold’em nella versione a due giocatori.

[Leggi anche: Il mistero del poker risolto da un computer? Di sicuro non a breve termine]

Ladri di soldi finti

All’inizio del mese di febbraio 2015 il sito “Unlimited Cheats DB” ha voluto svelare ai suoi lettori l’unico modo “che consente l’accesso a un numero illimitato di fiches” su Zynga Poker. Un software, frutto di mesi di lavoro e reso disponibile online dallo sviluppatore Android Ryan e dai suoi amici, consentirebbe di aggirare il sistema dei pagamenti di Zynga.

Zynga Poker

“E’ divertente vedere quante persone spendono soldi veri con Zynga o siti terzi per poter disporre di denaro virtuale – riporta il sito -.

Noi abbiamo voluto porre fine a questo imbroglio. Con Zynga Poker Hack nella versione 4.57 è possibile avere fiches gratis e vedere le carte dell’avversario senza che questi lo sappia.

Non è stato facile perché Zynga dispone di un sistema antifrode piuttosto evoluto”. Come hanno spiegato gli sviluppatori il software, anche se di semplice utilizzo, metterebbe in atto un complesso sistema di azioni riuscendo a violare il database di Zynga.

Diffidate delle imitazioni

Il nostro metodo è stato condiviso da blog, forum e video su Youtube - riporta il sito -. Tutti gli altri non funzionano”. Dopo lunghi tentativi gli hacker di Unlimited-cd sarebbero quindi riusciti ad aggirare la pagina dei pagamenti di Zynga. Hack Zynga 4.57, spiegano i suoi sviluppatori “è completamente sicuro e libero da virus”.

Ryan e i suoi amici hanno anche reso disponibile un tutorial su Vimeo (il Chip generator è disponibile nelle versioni per Pc, Android e iOS). “Come potete vedere ora ho zero fiches e cinque monete d’oro” spiega il tutorial. Per poter utilizzare il Chip generator occorre digitare negli appositi spazi la nostra user di Facebook e il numero di fiche e di monete d’oro che si desiderano.

“Dopo cinque minuti saranno disponibili sul conto” assicura il video. Su Internet, comunque, sono proliferate numerose applicazioni, anche in lingua italiana, che promettono fiches illimitate con Zynga Poker.

 

Antonio Lamagna

Un sistema vulnerabile?

Qualche tempo fa anche Pokerlistings.it aveva evidenziato la vulnerabilità di Zynga (nel 2012 una segnalazione anonima, forse proveniente da ex programmatori dell’azienda, rivelò che il sito“truccava” le partite a proprio favore).

I furbetti dei casinò online

Oltre che nel poker online, numerosi escamotage sono stati architettati per vincere anche in altri giochi che hanno una maggiore componente aleatoria, come per esempio la roulette.

In questo caso, ha recentemente spiegato il croupier Antonio Lamagna (nella foto) a Casinotop10.it, “per vincere basta essere certi di escludere a ogni estrazione anche solo due numeri dal panno” (in questo gioco il banco ha un vantaggio del 2,7 per cento).

“Sono sicuro che qualche furbastro riesce a guadagnare in maniera costante ricorrendo a questo espediente, girando i casinò tradizionali e online” ha commentato Lamagna.

 

Ottieni i Migliori Bonus in Circolazione

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Pietro 2016-12-19 23:47:10

Sto provando a cercare il programma per le chip gratis. Ma dove si trova? Per favore aiutatemi

Maria 2016-11-05 13:30:20

Io li denuncio il limite è arrivato

tonyu 2016-06-12 23:28:29

sono unaq massa di ladri questo nn e un divertimento e una truffa si zybga

FrancoBis 2015-03-02 08:51:18

laak è un grande c'è poco da dire

NEmo 2015-03-02 08:50:33

Bellissima l'immagine di Futurama in copertina XD