Texas Hold Em: Gestire il Flop Senza Sbagliare

flop

Gli esperti dicono che quasi nel 70% dei casi una mano di poker conosce il suo destino al flop almeno nel Texas Hold Em.

[Aggiornato il 06-01-2015]

Le carte che abbiamo in mano sono importanti, ma il loro destino viene deciso una volta che scendono a tavola le prime tre carte comuni. 

Questo significa che la forza della nostra mano quasi tre volte su quattro non migliorerà con il turn e il river. In generale, quindi, se nel Texas Hold Em al flop non abbiamo ottenuto un miglioramento e pensiamo che, al contrario, i nostri avversari abbiano ottenuto un aiuto dalle prime tre carte dobbiamo necessariamente prendere in considerazione l'eventualità di gettare la nostra mano, evitando di spendere ancora per vedere le ultime due carte comuni.

Nel Texas Hold Em il flop però potrebbe anche aiutarci, e in questo caso sta a noi sfruttare l'occasione e difendere il nostro punto. L'esempio migliore da fare è questo: apriamo il gioco rilanciando con una buona mano come AK e a tavola scende J-10-3.

Siamo di fronte a una situazione in cui non abbiamo avuto alcun aiuto dal flop, se non un progetto di scala a incastro e due overcards. Quasi sicuramente i nostri avversari avranno migliorato la loro mano poiché, avendo chiamato il nostro rilancio, nel loro range(le loro possibili mani) potrebbero esserci A-J/K-J/Q-J/J-10s/A-10/10-10 o anche 3-3.

poker flop

Probabilmente un K o un A al Flop regalerebbero una doppia ai nostri avversari, spingendoci a regalare altre chips; al contrario una Q al turn o al river ci renderebbe praticamente imbattibili, ma la probabilità di legare una scala a incastro al flop, avendo 4 outs, è all'incirca del 16%. In questo caso è utile risparmiarci una continuation bet, e limitarci al check. Se il nostro avversario punta getteremo le nostre due carte senza problemi.

Se il flop fosse K-7-9, allora la situazione sarebbe stata differente. In questo caso avremo top pair con top kicker, una mano ottima su un flop del genere. Ipoteticamente i nostri avversari potrebbero avere K-Q/K-J e ci pagherebbero almeno un altro giro di puntate fino al turn.

Il pericolo sarebbe rappresentato da un possibile set di 7 o di 9, ma in linea di massima dovremmo avere la mano migliore. Per questo motivo siamo obbligati a difenderla. Puntare sempre e scordarsi il check; meglio far passare subito i nostri avversari anziché  regalare una carta gratis e far legare scala a chi ha giocato preflop con Q-10!

Ricordiamoci sempre che la nostra mano migliore può essere aiutata dal flop in vari modi: un buon aiuto sarebbe ad esempio un progetto di scala bilaterale o di colore, oppure entrambi i progetti. Come ad esempio quando rilanciamo con K-Q di fiori ed il flop è J-10-4, con due carte di fiori; questo doppio progetto con due overcards è, a giudizio di molti, il miglior flop che potrebbe scendere. Basti pensare che per chiudere i nostri progetti avremo una probabilità vicina al 50%.

In linea di massima per evitare problemi una volta sceso il flop nel Texas Hold Em vale la regola: se non si migliora, si lascia la mano.

 

Giocare Overcards sul Flop

È molto comune che giocatori alle prime armi facciano progetti sbagliati sulle proprie overcards e ciò può rivelarsi un grosso limite nel proprio modo di giocare. Il problema delle overcards è che si possono iniziare dei progetti che, anche qualora andassero in porto, non risulterebbero vincenti. In molti casi, quindi, il vostro progetto vi costerà più di quanto non possa farvi vncere. Le volte in cui vincerete non saranno tante come quelle in cui il progetto non andrà a buon fine, a meno che non giocate soltanto nelle perfette condizioni.

Ciò non vuol dire comunque che non dobbiate mai cercare di fare un progetto, ma per molti principianti la scelta migliore, almeno fino a quando non si acquista maggior esperienza, è quella di lasciare quando si hanno delle overcards. Ma, ancora una volta, non state giocando un poker perfetto se lasciate ogni volta in cui avete delle overcards. Il segreto è sapere quando si deve continuare il proprio progetto, e quando invece è meglio abbandonare. In questo articolo si cercherà di capire meglio proprio come prendere le decisioni migliori, e ci limiteremo a discutere le situazioni in cui nella migliore delle ipotesi giocate con 6 outs.

Consigli generali

poker puntare2

Molto importante, dovete tener presente che, dopo il flop, state giocando con 6 outs che possono far migliorare la vostra mano, il che vuol dire all'incirca 7 a 1 di possibilità (12,8%) quando si cerca di fare un progetto con una coppia. Si tratta di una mano relativamente debole e nella maggior parte dei casi avrete bisogno di odds migliori per portare aventi il vostro progetto. Vi serviranno pot-odds molto buoni, oltre ad altri aspetti che devono essere a vostro favore. Ciò in base a diversi fattori:

 

    1. Contro tris, doppia coppia o overpairs il vostro progetto non ha molte speranze.

 

    1. Uno dei vostri outs può servire a uno dei vostri avversari per fare progetto di scala o colore.

 

    1. Uno dei vostri outs può far fare doppia coppia a uno dei vostri avversari, soprattutto se una delle vostre overcards è un asso. La maggior parte dei giocatori resta in gioco con un asso in mano.

 

    1. Uno dei vostri outs può dare a uno dei vostri avversari la stessa coppia ma con un kicker migliore.

 

    1. Uno dei vostri outs può far fare tris a uno dei vostri avversari.

 

  1. Uno dei vostri outs può dare a uno dei vostri avversari colore o scala durante il river.

Tutte le volte che decidete di fare un progetto dovete essere abbastanza sicuri che state facendo il progetto con la mano migliore e che il piatto giustifica la puntata. La situazione deve essere ideale almeno secondo questi due criteri e, inoltre, non deve ripetersi troppo spesso.

Anche i fattori seguenti sono molto importanti e devono essere tenuti in considerazione quando si pensa di intraprendere un progetto:

    1. I migliori flop per le overcards sono i flop con carte poco interessanti come 8-5-2, 9-7-3, 7-3-2, e simili.

 

    1. I flop pericolosi sono i flop con carte connesse, dello stesso seme, con una coppia alta e con carte molto alte. Se non avete un ottimo progetto sarebbe meglio non giocare.

 

    1. Meglio fare progetti contro non troppi giocatori, dal momento che ciò reduce il rischio di fare progetti morti o che vi fanno avere la seconda migliore mano.

 

    1. Avere progetti di riserva per scale o colori può aumentare i vostri odds e darvi un'ulteriore possibilità di vincere la mano, magari con un semi-bluff.

 

  1. Il piatto dovrebbe essere alto, anche se ciò non accade spesso quando non ci sono molti

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page