Te lo leggo in faccia – Jake Cody spiega un fold epico contro Xuan Liu

Xuan Liu
La canadese Liu ha vinto oltre 1,6 milioni di dollari in carriera

Vi siete mai chiesti come facciano i professionisti ad effettuare delle mosse che sembrano geniali, ma non spiegabili? Jake Cody ci spiega come persino giocatori iper-aggressivi possano optare per un fold difficile.

All'EPT Barcellona 2013, Jake Cody si è trovato al feature table del Day 2 con Xuan Liu. La canadese aveva all'attivo già 11 piazzamenti a premio live, da quel final table al PCA 2012, e Cody sapeva di trovarsi di fronte un'avversaria tosta.

Nella mano seguente, Cody rilancia dalla prima posizione per poi foldare messo sotto pressione da Liu.

Il pro ci spiega il perché di quel fold e da cosa ha capito che era la scelta migliore.

Come ha fatto un giocatore iper-aggressivo come Jake Cody a foldare così velocemente?

"Ad essere onesti, gran parte delle mie letture live sono più frutto d'istinto. Non è come succede nei film, dove qualcuno si tocca il naso quando ha una mano molto forte o molto debole".

"Giochi con qualcuno per un po', e se una mano qualcosa ti sembra molto diversa, allora può voler dire che il tuo avversario ha una mano o molto forte o molto debole".

"Di solito non esiste una via di mezzo: o stanno bluffando o hanno una mano molto forte".

"Avevo giocato con lei da un po', sapevo che era molto tight pre-flop, quindi non pensavo tentasse qualcosa di strano contro di me in uno spot simile. Quel board si connetteva bene al suo range di call pre-flop".

"Sta sovrarappresentando la sua mano. Potrebbe farlo con A-Q o con un set, ma è strano farlo con due assi, perché blocchi alcune delle mani più forti come A-K".

"Non ci sono molte mani con cui posso continuare, ma sicuramente una mano più forte di due assi. Ho più o meno proprio quel tipo di mano da cui lei può estrarre valore".

Rivedi la mano nel video qui sotto:

Il perché del fold

"Fu una combinazione di cose diverse. Ho piazzato una continuation bet da 2200, lei ha rilanciato a 6700, un raise piuttosto corposo".

"Ho pensato alla mia lettura sul suo range pre-flop e su come avrebbe approcciato il gioco contro di me. So di avere un'immagine molto aggressiva e quindi mi aspetto che gli avversari non reagiscano molto, se non hanno davvero una mano".

"Su un board del genere, quel raise mi sembrava più per valore che in bluff, quindi in quel momento mi è sembrato un fold facile a dirla tutta".

"Se ricordo correttamente, le ho attribuito un set e non due assi. Se rilancia gli assi qui, figurati se non lo fa con un set".

La lettura

Jake Cody 1
Cody è uno dei pochi player a vantare una "Triple Crown"

"Tutti vogliono avere una poker face, ma non fanno caso al resto del corpo. Questo è vero soprattutto per i giocatori amatoriali, non tanto per i professionisti come Xuan Liu, anche se pure i pro concedono dei tell".

"Le mani e il respiro sono gli elementi più importanti dei tell. Se qualcuno inizia a respirare più profondamente, vuol dire che si sta eccitando, ed è meno probabile che stia bluffando".

"Osservo tutti i giocatori al tavolo e studio i loro comportamenti. Ovviamente non puoi studiare tutti da vicino, e se guardi due giocatori in una mano, non puoi guardarli entrambi, ma io cerco di raccogliere più informazioni possibile".

"A volte prendo persino appunti sui giocatori al tavolo, se succede qualcosa di interessante che voglio usare più avanti".

"Penso che il mio successo nel poker live si basi sul fatto che mischio bene istinto e teoria. Sono molto più un tipo matematico di quanto la gente non pensi".

"Sono certo che chiunque possa imparare a leggere gli avversari, al 100%. Alcuni hanno un talento naturale, ma tutti possono sviluppare queste skill".

"In effetti direi che ho imparato a farlo dall'esperienza: non ero un talento naturale in questo. Sono sicuro di essere più bravo oggi che cinque anni fa. Anzi, dovremmo tutti essere più bravi in ogni aspetto del poker, rispetto a cinque anni fa!"

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti