Novemebr Nine 2016: Vayo il più tassato. Hallaert se la ride…

november nine 2016 tasse

Come ogni anno, il vero vincitore del tavolo finale del Main Event WSOP 2016 in realtà è il Fisco, soprattutto quello americano.

Qui Nguyen si è “laureato campione del mondo” di poker settimana scorsa, succedendo a Joe McKeehen dopo aver vinto il tavolo finale del Main Event delle WSOP 2016 – i mitici November Nine.

Grazie a questo exploit, Nguyen si è intascato la bellezza di 8.005.310 dollari. Eppure c’è qualcuno che al final table del torneo da 10.000 dollari delle World Series of Poker 2016 ha incassato una cifra più alta, pari a 10.109.760 dollari. Probabilmente lo avrete già capito: è il Fisco americano.

Come ogni anno, taxabletalk.com si è preoccupato di fare i conti in tasca ai giocatori, andando a calcolare le tasse federali e locali per i player americani che sono riusciti ad arrivare tra i November Nine, dando naturalmente anche spazio ai giocatori provenienti da altri Paesi.

 

Quanto hanno vinto davvero i giocatori?

A Nguyen, il Fisco americano in totale ha tolto il 41,51% del premio, una percentuale sensibilmente inferiore rispetto al 44% a cui Joe McKeehen ha dovuto rinunciare l’anno scorso (cioè circa 3,3 milioni sui 7,6 messi in palio).

 

Gordon Vayo Tasse
Un salasso per Gordon Vayo

 

In quanto a trattenute, è andata ancora meglio a Jerry Wong: il suo 8° posto gli è valso un premio di 1 milione di dollari, il 38,16% dei quali sfumato in tasse. Magra consolazione, sicuramente: Wong avrebbe preferito rinunciare pure alla metà del premio, in cambio di un piazzamento almeno sul podio.

Il giocatore più tartassato – è proprio il caso di dirlo – è stato invece Gordon Vayo: il suo 2° posto gli avrebbe garantito 4,6 milioni di dollari, ma il Fisco gliene chiederà il 51,46%, cioè poco meno di 2,4 milioni. Queste differenze si devono al diverso regime fiscale dei vari stati americani.

 

E in Europa?

Per quanto riguarda l’Europa, il belga Kenny Hallaert a quanto pare potrà tenere fino all’ultimo centesimo degli 1.464.258 dollari incamerati per il suo 6° posto.

Non è sempre così, naturalmente: anche per i giocatori europei l’eventuale imposizione fiscale varia da paese a paese e in base agli accordi bilaterali stretti con gli Stati Uniti d’America.

 

kenny hallaert tasse
Il belga Kenny Hallaert si godrà il suo premio

 

Senza contare che al giorno d’oggi i giocatori di poker spesso hanno dei finanziatori che permettono loro di potersi iscrivere a tornei dal buy-in elevato, come può essere il Main Event delle World Series of Poker da 10.000 dollari.

Se Qui Nguyen avesse venduto anche solo il 50% delle quote (cosa abbastanza normale e diffusa), al netto delle tasse avrebbe dunque incassato poco più di 2 milioni di dollari. Che non sono pochi, s’intende, ma rispetto agli 8 milioni di primo premi ‘sbandierato’ rappresentano un bel ridimensionamento!

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti