Seth Palansky sul Main Event WSOP: “November Nine? Nì…”

E se dovesse saltare il format dei November Nine alle WSOP 2017? La possibilità sembra remota, ma per il momento non completamente esclusa. Ecco perché.

Manca ancora parecchio alle WSOP 2017, che inizieranno ufficialmente a fine maggio.

Eppure il calendario ufficiale è già stato diramato, come succede sempre per permettere a giocatori professionisti e semplici amatoriali di organizzarsi al meglio.

Molte le novità di quest’anno, tra le quali anche una possibilità che non sembrava poter essere minimamente contemplata: quella della modifica al formato dei November Nine, ormai un’abitudine per il tavolo finale del Main Event delle World Series of Poker.

Il Vice President of Corporate Communications delle WSOP, Seth Palansky, ha recentemente dichiarato che il contratto tra le Series e la ESPN, l’emittente televisiva che si occupa della trasmissione degli eventi – Main Event e November Nine inclusi – è in scadenza.

Palansky la fatto capire come le negoziazioni su un possibile rinnovo non siano ancora andate a buon fine e che questo potrebbe addirittura influenzare la produzione televisiva del torneo più importante dell’anno.

“Stiamo ancora discutendo con ESPN”, ha dichiarato il dirigente delle World Series. “Noi abbiamo individuato delle date e con ogni probabilità i November Nine dovrebbero essere confermati”. L’uso del condizionale, però, è significativo.

 

2016 WSOP November Nine
I November Nine del 2016. Che siano gli ultimi?

La ESPN in bilico?

A quanto pare, ESPN starebbe esplorando delle altre possibilità, in termini di divulgazione di contenuti pokeristici live.

È lo stesso Palansky ad ammetterlo, adducendola come motivazione del fatto che attualmente, sul sito ufficiale delle WSOP, non siano state pubblicate le date del final table del Main Event.

Il Vice President of Corporate Communications ha parlato anche di un altro paio di argomenti importanti. Il primo riguarda i tornei di poker online su WSOP.com che metteranno in palio un braccialetto.

L’anno scorso questo formato ha fatto il suo esordio più che positivo, tanto da spingere gli official delle World Series a triplicare: quest’anno, infatti, saranno ben tre i braccialetti virtuali, con buy-in rispettivamente da 333, 1.000 e 3.333 dollari:

 

seth palansky november nine

 

“Per il poker online non è un gran momento negli USA: volevamo dare a tutti la possibilità di giocare”.

Alle WSOP 2017 farà il suo esordio anche il The Giant, un torneo-fiume con 5 Day 1 che si giocheranno in altrettanti venerdì consecutivi.

L’altra particolarità di questo evento è il buy-in: solo 365 dollari, che rendono il The Giant il torneo live dal costo più basso mai disputato nella storia delle WSOP.

“Questo evento ha sollevato parecchie discussioni interne”, ha commentato Palansky. “Ma alla fine crediamo che sia giusto tentare di aprire le porte delle World Series of Poker al maggior numero di giocatori possibile”.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti