Scommettiamo sulle WSOP: Vincerà una Donna

liv boeree

Come ogni anno, PokerListings pubblica il suo elenco delle “Migliori Scommesse” per le World Series of Poker.

Quando ci prepariamo a fare i nostri pronostici sulle WSOP, ogni anno cerchiamo di sfuttare al meglio la nostra conoscenza del settore, i nostri contatti e l’ineguagliabile  cintuizione per scegliere una scuderia di giocatori di poker che riteniamo essere i possibili vincitori dei braccialetti delle WSOP di Las Vegas.

E,  tradizionalmente, non riusciamo ad azzeccare nemmeno un nome.

Forti di anni di sconfitte,  quest'anno abbiamo intenzione di fare le cose in modo un po' diverso e piuttosto che puntare sui singoli, abbiamo deciso di lanciare le nostre freccette su gruppi di giocatori, nella speranza che una o due centrino il bersaglio e che finalmente si possa dire “Quest’anno PokerListings ha indovinato.”

Primo gruppo in arrivo

Oggi proviamo dunque a dare il via al nostro nuovo corso per le scommesse sulle World Series 2011 e partiamo dunque con con il nostro primo gruppo: le donne.

Quando si parla di poker, non c'è motivo per il quale le donne non possano ottenere lo stesso successo degli uomini.La realtà è sempre stata che ci sono più uomini con più abilità di gioco, rispetto alle donne.

Tuttavia, la vincitrice del braccialetto WSOP del 2008 Vanessa Selbst, una giocatriche che ha guadagnato circa $ 3,4 milioni negli ultimi 18 mesi dimostrando che il poker nei tornei non sia solo un affare da uomini, ha dichiarato che questo stato di cose è in rapida evoluzione.

"Per un lungo periodo di tempo il poker è stato considerato un“gioco da uomini”, e ci è voluto un pò perché le donne irrompessero in questo settore”.

"Io in realtà penso che se si guarda ad alcuni di questi eventi principali, si comprende bene come le donne siano migliori del giocatore medio", ha dichiarato la giocatrice Statunitense.

"Ci sono meno donne nel field, ma quelle che giocano stanno facendo molto bene. Per un lungo periodo di tempo il poker è  stato  considerato un “gioco da uomini”, e ci è voluto un pò perché le donne irrompessero in questo settore”.

"Ovviamente le donne hanno le stesse capacità di giocare a poker degli uomini, e credo che sia solo questione di tempo prima di iniziare a vedere molte più donne su importanti tavoli finali."

Liv Boeree ha vinto l'EPT di San Remo nel 2010 e ritiene che donne come lei e la Selbst stiano contribuendo a preparare il terreno per una futura generazione di poker stars al femminile.


"Senza dubbio le donne stanno migliorando", ha dichiarato. "Stiamo assistendo all’emergere di alcune giovani giocatrici che, a mio parere, sono ottime poker players allo stesso livello dei giocatori di sesso maschile”.


"Hanno uno stile molto aggressivo, uno stile incentrato sul mindset. Mi riferisco a persone come Lauren Kling e Melanie Weisner, nomi che forse un paio di anni fa la gente non aveva mai sentito”.

"Spero e credo davvero che campionesse come Vanessa Selbst siano parte delle ragioni per le quali assistiamo a questo cambiamento”.

"Ma allo stesso tempo, la generazione di donne che si stanno laureando in questo periodo, hanno davvero una mentalità diversa rispetto alle donne di 20 anni fa.

"Siamo incoraggiate a fare come diavolo vogliamo. Siamo incoraggiate a competere ed a battere  i ragazzi in tutti i campi. "

"Stiamo assistendo all’emergere di alcune giovani giocatrici che, a mio parere sono ottime poker players allo stesso livello dei giocatori di sesso maschile”.


Leo Margets, invece, è stata “the last woman standing” nel Main Event delle WSOP 2009.

Nonostante potesse essere relativamente una novizia del poker nel momento in cui viveva questa esperienza, il risultato l’ha vista trasformarsi in una seria studiosa del gioco.


"Non sono nemmeno vicina alla giocatrice che ero, e se mi farete la stessa domanda tra un anno o cinque anni, spero che la risposta sarà la stessa," ha dichiarato.

"Sono migliorata molto ed ho studiato molto il gioco. Sono estremamente consapevole della necessità di progredire sempre”.

"Credo che giocare i grandi eventi in tutto il mondo sia come ottenere un Master. Può essere una formazione costosa e per fortuna io ho un grande sponsor che ha pagato per questo ".

Ora, con il suo Master al seguito, è parte di un gruppo sempre crescente di giocatrici che hanno fatto il loro percorso e sono pronte, desiderose e capaci di trovare il successo alle WSOP del 2011.

"Ora ci sono più donne in tv, e si vedono molte più donne vincere i tornei più importanti" ha aggiunto la Selbst.

"Penso che sia d'ispirazione per altre donne che entrano in questo settore."

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti