Sam Grafton: “è stato un inizio promettente per la Global Poker League"

sam grafton 2016
Sam Grafton al Main Event dell'EPT Barcellona

Una delle voci della Global Poker League, Grafton è stato anche protagonista di una deep run al Main Event dell’EPT Barcellona.

Era dal dicembre del 2014 che Sam non affondava un colpo come quello all’ultimo EPT Barcellona dove ha chiuso in 12esima posizione a due passi dal tavolo finale.

Lo abbiamo incontrato subito dopo l’evento per fare due chiacchiere sul suo lavoro di commentatore e sul futuro della GPL che appare quanto mai incerto dopo l’annuncio del cambio delle finali da Wembley a Las Vegas.

 

Pensi che avresti meritato il final table questa volta?

A dire il vero si. Sono principalmente un torneista e mi sento molto a mio agio in queste circostanze.

Non mi intimorisce trovarmi al cospetto di grandi giocatori e man mano che il campo si restringe so come comportarmi.

Avrei visto bene anche Jason Koon e Jason mercier al tavolo finale quest’anno.

 

grafton benger
Grafton e Benger, i commentatori della GPL

Passando alla GPL, cosa pensi di questa prima stagione?

Mi sono davvero divertito molto e credo che nel complesso si tratti di un ottimo prodotto. Non parlo solo da giocatore ma soprattutto da fan del poker, e devo dire che è stato bello vedere tutti quei player famosi darsi battaglia.

Ci sono stati momenti molto eccitanti e scontri davvero belli, e il divertimento non è mancato.

Nel complesso credo si tratti di un format molto promettente.

 

Come mai invece di giocare sei finito a commentare?

Avevo fatto il commentatore anche in passato e volevo una sfida nuova, qualcosa che mi levasse dalla mia comfort zone.

Inoltre mi eccitava l’idea di lavorare con Griffin Benger e di poter anche visitare Malta. Qualsiasi cosa possa allargare l’audience del poker per me diventa un’esperienza imperdibile.

 

Tornerai per la seconda stagione e credi si possa migliorare qualcosa?

Sui miglioramenti non saprei esprimermi, ho molte idee ma sono davvero personali, in più essendo parte del team mi viene difficile sbottonarmi.

 

sam grafton squip poker
In rete Grafton è noto come @SquidPoker

Mi piacerebbe lavorare ancora con Benger ma ora che è tra i November Nine le cose cambiano inevitabilmente.

Non so ancora se tornerò anche per la seconda stagione è tutto un po’ campato per aria al momento.

 

La GPL interessa solo ai fan o può attrarre nuovi players?

Io credo che bisogna partire dai fan e farli salire a bordo prima ancora d pensare a chi il poker non lo conosce affatto.

Quella è la migliore partenza per poi provare a coinvolgere anche altre persone.

Ci sono molti altri sport di nicchia che a poco a poco hanno allargato la propria audience diventando molto popolari al grande pubblico.

È questo quello a cui puntiamo.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti