Nielsen, Puchkov e Ramos portano a casa gli Spirit Awards of Poker 2016

Felipe Ramos (Brasile), Silje Nielsen (Norvegia), Konstantin Puchkov (Russia). Sono questi i nomi dei vincitori dei Pokerlistings Spirit Awards of Poker del 2016.

La quarta edizione degli Spirit Award of Poker sarà tenuta durante il Battle of Malta 2016 presso il Portomaso Casino.

Ogni anno dal 2013 Pokerlistings consegna un premio ad alcuni giocatori che per diverse ragioni si sono mostrati particolarmente meritevoli, non necessariamente attraverso i propri guadagni al tavolo verde.

Si parla infatti di quel qualcosa in più, quella passione per il gioco che viene trasmessa agli altri, quello spirito di voler supportare il poker e soprattutto distinguerlo dai puri giochi d’azzardo.

Ecco allora i vincitori per ciascuna delle 3 categorie:

 

Felipe Ramos – Most Ispiring Player

Senza girarci troppo intorno diciamo subito che Felipe Ramos ha rastrellato un numero impressionante di voti!

Ramos è un amico di Neymar, è molto seguito su tutti i social, ed è ormai una celebrità oltre che un emblema del boom del poker in Brasile.

A questo si aggiungono ottimi piazzamenti a premio, oltre un milione vinto solo in tornei live, e una personalità eccentrica e sempre sopra le righe mostrata anche durante la Global Poker League, dove Felipe è stato uno dei più seguiti nei suoi streaming.

 

Ramos Neymar
Ramos insieme al suo amico Neymar

 

Il ruolo dei giudici nel suo caso è stato davvero marginale e anche se Kitty Juo e Fatima De Melo in seconda e terza posizione sono state davvero popolari, il brasiliano ha sbaragliato la concorrenza.

Tra i nominati oltre al nostro Luca Pagano, anche Dan “jungleman12” Cates, Mike Leah, Dominik Nitsche e Vladimir Troyanovsky.

 

 

Silje Nilsen – Rising Star of the Year

Alla fine Pokerlistings ha deciso di osare e scommettere su quella che è davvero una stella nascente con un brevissimo passato nel poker ma una grande personalità.

Abbiamo conosciuto Silje Nielsen al Battle of Malta 2015 dove è anche stata chipleader prima di chiudere 75esima.

Poco importa visto che la settimana successiva è arrivata seconda nel primo Campionato di Poker Norvegese contro oltre 2000 giocatori e tenedo testa in heads-up a Felix Stephensen, secondo classificato nel Main Event delle WSOP 2014.

 

silje nielsen award
Chi dice che le giocatrici nordiche siano fredde ,non ha conosciuto Silje

 

Silje però è principalmente una giocatrice online tanto che prende parti agli eventi live in cui si classifica vincendo pacchetti vari, esattamente come fu per il BOM.

La sua personalità esuberante e l’impatto che la sua immagine può avere su una nuova generazione di ragazze che giocano a poker online, l’hanno posta un gradino più in alto per noi rispetto a Ivan Luca e Walter Treccarichi.

In fondo gli altri due sono già veterani nei loro paesi (chi non conosce Cesarino?!) esplosi particolarmente nell’ultimo anno a livello internazionale, mentre Silje è una vera e propria scommessa per il futuro su tutti i fronti.

 

 

Konstantin Puchkov – Living Legend of the Year

Ci sono giocatori a volte sottostimati o che passano inosservati nonostante i grandi risultati ottenuti, come Barny Boatman e Donnacha O’Dea.

Ce ne sono altri che hanno raggiunto la vetta diventado campioni assoluti nei propri paesi d’origine come John Gale e Jan Bendik. Non a caso tutti loro erano tra le nomination delle Living Legend.

Poi però ci sono player che sembrano esistere di pari passo col poker, giocatori che sono sempre sulla scena dall’alba dei tempi.

 

Konstantin Puchkov poker award 2016
Puchkov è costantemente al tavolo da poker

 

Konstantin Puchkov è forse uno dei poker player più longevi e costanti di sempre.

Il russo gioca da decenni qualsiasi specialità di poker, accumula ogni anno ITM in ogni parte del globo, non ha forse mai perso una singola tappa dell’EPT dove vanta qualcosa come 82 piazzamenti a premio.

Infine Konstantin ha iniziato anche a giocare le WSOP dal 2010, e sorprendentemente in soli 6 anni detiene un record assoluto di 45 piazzamenti a premio.

Ma non è solo coi risultati che si ricevono gli Spirit Award of Poker e infatti sono la passione e l’amore per il gioco che fanno di Putchkov un personaggio unico.

Tanto per dirne una il russo ha chiamato i suoi cavalli solo con nomi di poker, da Full House a Full Tilt fino a Freeroll!

 

Pokerlistings celebrerà i vincitori dei Spirit Awards of Poker durante la prossima edizione del Battle of Malta a Novembre.

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti