Risultati WSOP 2016: i Vincitori e i Braccialetti assegnati (1-34)

WSOP 2016 braccialetti risultati

Le World Series of Poker 2016 stanno sbancando: ecco chi è già riuscito a mettersi al polso l'ambito braccialetto.

Le WSOP 2016 entrano nel vivo e sono già diversi i braccialetti assegnati. Aspettando il primo squillo azzurro, vediamo nel dettaglio quali eventi si sono già conclusi e i rispettivi vincitori.

Segui insieme a Pokerlistings il torneo di poker più importante del mondo. In questo articolo pubblicheremo tutti i risultati degli eventi in corso a Las Vegas con i nomi dei vincitori e il montepremi incassato.

(le foto sono proprietà del sito ufficiale delle WSOP)

Segui i risultati degli Italiani alle World Series 2016

I braccialetti assegnati dall'evento #35 in poi

 

Evento #34: $1,500 Limit Deuce-To-Seven Triple Draw Lowball

La Russia incassa il secondo braccialetto di questa edizione delle World Series grazie a Andrey Zaichenko, volto noto che in carrier ha già vinto più di un milione di dollari solo in questa manifestazione. Una specialità questa dell’evento 34 in cui i russi sembrano essere particolarmente portati. Al final table anche il connazionale Alexsandr Vinskii uscito poi in quarta posizione.

ANDREY ZAICHENKO

1)    Andrey Ziachenko $117,947

2)    Jameson Painter $72,878

3)     Guy Hareuveni $46,992

 

 

Evento #33: Summer Solstice” No-Limit Hold’em

Tutti gli occhi erano puntati sull astella nascente del poker spagnolo Adrian Mateos e lui non ha deluso le aspettative. Dopo aver fatto scintille alle WSOPE e all’EPT Mateos porta a casa il primo braccialetto a Las Vegas, oltre ad una ricca prima moneta di $409,171 dopo un lungo heads-up contro l’austriaco Koray Aldemir. Con questo braccialetto la Spagna arriva a quota 5. Terzo posto per il nostro Alessandro Borsa.

ADRIAN MATEOS WSOP SUMMER SOLSTICE

1)      Adrian Mateos $409,171

2)      Koray Aldemir $252,805

3)      Alessandro Borsa $182,835

 

 

Evento #32: $10k Omaha High-Low Split Championship

Mentre l’America continua ad incassare il maggior numero di braccialetti, l’Europa cerca di difendersi come può, e il britannico Benny Glaser di certo contribuisce alla causa portando a casa il secondo braccialetto di queste WSOP! Poker player di professione ed esperto proprio di Omaha High-Low Split, Glaser oltre alle due vittoria di quest’anno, già aveva un braccialetto dalla scorsa edizione delle WSOP.

BENNY GLASER

1)       Benny Glaser $407,194

2)      Doug “Skippy” Lorgeree $251,194

3)      Matt Glantz $175,754

 

 

Evento #31: $1,000 Buy-In Super Seniors Championship

Uno degli eventi più attesi dai giocatori più navigati quello del Super Seniorship Championship che ha visto trionfare il radiologista James Moore. Il giocatore non è certo un veterano delle WSOP, ed infatti non solo si trova al primo braccialetto ma anche al secondo piazzamento a premio della sua carriera nei mondiali di poker.

JAMES MOORE SUPEREST SENIOR

1)      James Moore 230,626 

2)      Charles Barker $142,461

3)      Steven Krupnick $102,052

 

 

Evento #30: $3000 Six-Handed Pot-Limit Omaha

Ormai gli eventi di Omaha vanno per la maggiore ed attirano field molto più numerosi degli anni passati. Il six-handed Pot limit ha visto infatti partecipare ben 580 giocatori con un buy-in di 3000 dollari. A spuntarla su tutti è il giocatore russo Viatcheslav Ortynskiy che si era già fatto notare all’ultimo EPT grand Final vincendo ben due side event.

Viatcheslav Ortynskiy

1)      Viatcheslav Ortynskiy $344,327

2)      Rafael Lebron $212,779

3)      Randy Ohel $141,187

 

 

Event #29: $1500 No-Limit Hold'em

Si è concluso dopo un lunghissimo heads-up, con ben 490 mani giocate, l’evento 29 che ha visto darsi battaglia l’americano Alexander Ziskin e il tedesco Jens Grieme. In fine il primo ha trionfato portando a casa braccialetto e un primo premio di ben $401,494 generato da ben 1796 giocatori.

ALEXANDER ZISKIN

 

1)      Alexander Ziskin $401,494

2)      Jens Grieme $248,067

3)      Kam Low $179,187

 

 

Evento #28: $10,000 Limit Hold'em Championship

Ian Johns è tornato alle WSOP in forma eccellente. Dopo aver vinto un braccialetto nel 2006 infatti il 31enne di Seattle prima ha fatto suo l’HORSE da $1500 per poi trionfare anche nell’evento 28 mettendo al polso il terzo braccialetto. Molto alta la competizione con giocatori del calibro di Brian Rast, Bill Chen e Jeff Thompson.

Ian Johns 2016 World Series of Poker

1)      Ian Johns $290,534

2)      Sean Berrios $179,625

3)      Alexander Balynskiy $125,571

 

 

Evento #27: $1000 Seniors No-Limit Hold'em Championship

Un field senza precedenti quello del Senior Championship che ha attirato 4499 giocatori generando uno dei più alti montepremi visti finora. A godere del primo ricco premio di 538.000 dollari è stato il giocatore texano Johnnie Craig al suo più grosso risultato in carriera. Il giocatore possiede un ristorante ma prima di questo business ha servito l’esercito americano per 25 anni.

JOHNNIE CRAIG WSOP SENIORS CHAMPIONSHIP

 

1)      Johnnie Craig $538,204

2)      Jamshid Lotfi $332,413

3)      Roger Sippl $245,389

4)      Abe Somerville $182,536

5)      Wesley Chong $136,829

 

 

Evento #26: $1500 Omaha Hi-Low Split-8 or Better

Il giocatore inglese Benny Glaser è uno dei pochi europei ad aver vinto un braccialetto in questa edizione delle WSOP, e lo fa in una delle nuove specialità l’Omaha high-low Split. Il player ha già al polso un altro braccialetto vinto lo scorso anno e si descrive come un grande ed appassionato giocatore di omaha, sia live che online.

BENNY GLASER OMAHA HIGH LOW SPLIT

1)      Benny Glaser $244,103

2)      Benjamin Gold $150,828

3)      Motohiro Kondo $106,070

 

 

Evento #25: $2500 No-Limit Hold'em

Un altro evento di successo il 25 con più di mille iscritti e un montepremi che ha abbondantemente superato i due milioni. A portare a casa la vittoria è Michael Gagliano che già un paio di anni fa ci era andato vicino chiudendo in settima posizione. In una intervista ha dichiarato di giocare a poker mediamente 50 ore a settimana.

MICHAEL GAGLIANO NO LIMIT HOLDEM

1)    Michael Gagliano $448,463

2)    Daniel Cooke $277,128

3)    Shankar Pillai $196,119

 

 

Evento #24: $10,000 H.O.R.S.E. Championship

Non si è fatto attendere il secondo braccialetto per uno scatenato Jason Mercier che quest’anno sta decisamente facendo scintilla alle WSOP. Il 29enne ha dimostrato di che pasta è fatto in una delle specialità più complicate delle World Series avendo la meglio su un field di 171 giocatori. Jason ora vanta 50 piazzamenti a premi e 5 braccialetti.

jason mercier braccialetto
  1. Jason Mercier $422,874
  2. James Obst $261,354
  3. Nick Schulman $183,779
  4. Adam Friedman $131,519
  5. Mikhail Semin $95,817

 

Evento #23: $2000 No-Limit Hold'em

La Spagna centra il suo primo braccialetto in questa edizione delle WSOP grazie a Cesar Garcia. Il player 27enne originario delle Canarie, ma residente in Inghilterra, porta a casa una prima moneta di ben 461.000 dollari, in un final table dominato dagli stranieri, con Bulgaria, Irlanda e Ucraina tra gli altri giocatori.

CESAR GARCIA 2K NO LIMIT HOLDEM

1)    Cesar Garcia $447,739

2)    Viliyan Petleshkov $276,660

3)      Yuriy Boyko $198,185

 

 

Evento #22: $1500 Limit Hold'em

Primo braccialetto per il giocatore californiano, di origini vietnamite, Danny Le al suo terzo piazzamento in assoluto alle WSOP. L'evento ha attirato 665 giocatori, appena 5 in più rispetto all'anno scorso, generando un montepremi di oltre 800.000 dollari. 

DANNY LE

1) Danny Le $188,815

2) Scott Farnsworth $116,663

3) Tyler Bonkowski $80,706

 

 

Evento #21: $3000 6-Handed NL Hold'em 

Un montepremi di ben 2,8 milioni di dollari quello dell’evento 21 che nonostante i suoi $3000 di buy-in ha attirato più di mille giocatori. A spuntarla l’americano Calvin Lee che infrange i sogni del Costa Rica di avere un braccialetto grazie a Steven Thimpson che si arrende in seconda posizione.

calvin lee

1)      Calvin Lee $531,577

2)      Steven Thompson $328,487

3)      Mark Hern $224,805

 

 

Evento #20: $10,000 Seven Card Razz Championship

Il Razz come sempre aveva attirato l’attenzione di Max Pescatori che purtroppo ha abbandonato la corsa al nono posto ad un soffio dal final table. Fiato sospeso poi per Jason Mercier che sfiora il secondo braccialetto dopo aver vinto già l’evento #16. Si piazza però al secondo posto perdendo contro Ray Dehkharghani.

RAY DEHKHARGHANI 10K RAZZ CHAMPIONSHIP

1)      Ray Dehkharghani  $273,338

2)      Jason Mercier  $168,936

3)      Yueqi Zhu  $116,128

4)      Brian Hastings  $82,078

5)      Robert Campbell  $59,694

 

 

Evento #19: $1000 Pot-Limit Omaha

1106 giocatori hanno preso parte al pot-limit omaha, uno di quegli eventi che è cresciuto negli anni grazie alla maggiore popolarità del PLO sia live che online. Il montepremi ha quasi raggiunto il milione di dollari diviso tra 166 player. A portare a casa il braccialetto è l’americano Sam Soverel che la spunta su Kirby Lowery incassando il premio più alto della sua carriera.

SAM SOVEREL POT LIMIT OMAHA

1)      Sam Soverel  $185,317

2)      Kirby Lowery  $114,486

3)      Garrett Gavin  $81,080

 

 

Evento #18: H.O.R.S.E. $3.000

Con ben 400 iscritti l'horse da 3000 dollari è uno degli eventi più difficili e al tempo stesso più affascinanti da seguire delle WSOP. A spuntarla è Marco Johnson al suo secondo braccialetto: il primo lo aveva vinto in un evento 6-handed nel 2013. Seconda pizza per Jared Talarico mentre tra i pro più noti che hanno preso parte troviamo Eli Elezra (11°) Naoya Kihara (21°) e Justin Bonomo (40°).

MARCO JOHNSON

1)      Marco Johnson $259,730

2)      Jared Talarico $160,522

3)      Gerald Ringe $108,924

 

Evento #17: $1000 No-Limit Hold'em 

2.242 le entries nell’evento 17 che ha generato n montepremi di oltre 2 milioni di dollari. A premio ben 337 giocatori e tra questi l’unico italiano presente, Giuliano Bendinelli, si accontenta di un magro 323esimo posto per appena 1500 dollari.

Sale sul podio ma si ferma al terzo posto l’inglese Roberto Romanello mentre in heads-up restano gli americani Erik Silberman e Chase Bianchi, con quest'ultimo a conquistare il braccialetto.

Chase Bianchi

1) Chase Bianchi $316,920

2) Erik Silberman $195,738

3) Roberto Romanello $142,926

 

Evento #16: $10k Deuce-To-Seven Lowball Championiship

Poche storie nell’evento 16 dove Jason Mercier trionfa mettendo al polso il suo quarto braccialetto. Il 29enne, residente a Hollywood, vanta ben 16 tavoli finali alle WSOP e quasi 4 milioni di dollari vinti nella manifestazione. Tra gli altri, al tavolo finale anche Alex Luneau (7°) e Mike Watson (2°).

jason mercier wsop 2016

1)    Jason Mercier $273,335

2)     Mike Watson $168,936

3)    Lamar Wilkinson $120,025

4)    David Grey $86,302

5)    Benny Glaser $62,810

 

 

Evento #15: Eight-Game Mix

Il quindicesimo evento delle World Series è tutto per Paul Volpe, 35enne di Philadelphia che già aveva al polso un braccialetto vinto nel 2014. Il torneo ha registrato un incremento di iscritti rispetto allo scorso anno e tra i vari pro ha visto la partecipazione di Jason Mercier, Barry Greenstein e Jason Sommerville.

PAUL VOLPE EIGHT GAME MIX

1)      Paul Volpe $149,943

2)      Jason Stockfish $92,638

3)      Ron Ware  $60,882

 

 

Evento 14: $1500 Millionaire Maker No-Limit Hold'em 

Uno degli eventi più popolari e partecipati delle WSOP, il Millionaire Maker ha fatto sognare gli italiani grazie ad Alessio Dicesare che è stato per gran lunga il chipleader e fino a 15 player rimasti! Infine ha chiuso in ottava posizione. Buona la performance di Alessandro Massa partito corto in stack e finito in 32esima posizione per oltre 30.000 dollari.

Si distinguono le signore in un field difficile di oltre 7000 giocatori. Troviamo infatti Loni Harwood al 34° posto, Sofia Logvren al 12° posto e soprattutto Lisa Meredith che chiude al terzo posto per 500.000 doolari. 

La vittoria va a Jason DeWitt che sconfigge in heads-up Garrett Greer.

JASON DEWITT

 

  1. Jason DeWitt $1,065,403
  2. Garrett Greer $1,000,000
  3. Lisa Meredith $500,000
  4. Francis Rusnak $366,787
  5. Luke Anthony $276,632
  6. Arkadiy Tsinis $210,112
  7. Mikhail Semin $160,725
  8. Alessio Dicesare $123,828

 

 

 

Evento #13: $1500 Seven Card Razz

Un fiel di tutto rispetto con 461 giocatori per il Seven Card razz, che ha visto Fabrice Soulier riscattarsi dalla sua povera performance nella GPL e arrivare nelle zone calde (14°). Meglio di lui Daniel Negreanu che comunque si deve fermare al quarto posto lasciando la vittoria a Rep Porte che la spunta contro il tedesco Michael Gatty.

Rep Porte  Seven Card Razz

1)      Rep Porte $142,624

2)      Michael Gatty $88,146

3)      Alexey Makarov $60,309

4)      Daniel Negreanu $42,030

 

 

Event #12: $565 Pot-Limit Omaha

Da un evento per pochi ad uno dei tornei più gettonati, il PLO ha attirato ben 2483 giocatori, grazie anche ad un buy-in decisamente accessibile di 565 dollari. Ad avere la meglio su tutti Ryan Laplante al suo primo braccialetto WSOP, per una prima moneta di ben 190.000 dollari. Non male a fronte di uno dei buy-in più bassi della storia delle World Series.

RYAN LAPLANTE

1)    Ryan Laplante $190,328

2)    Sean Shah $117,531

3)    Tesfaldet Tekle $85,870

 

 

Evento #11: $10,000 Dealers Choice 6-Handed Championship

Solo 118 entries per il dealer choice a 6 mani, con 10.000 dollari di buy-in. Un field meno internazionale di altri con moltissimi giocatori statunitensi in prima fila come il vincitore, noto poker player e giocatore di basketball Jean Gaspard che ha avuto la meglio in un final table molto difficile con 3 precedenti vincitori di un braccialetto.

Jean Gaspard

1)    Jean Gaspard  $306,621

2)    Bill O’Neil $189,505

3)    John Monnette $135,061

4)    Randy Ohel $96,876

5)    Mikhail Semin $69,937

 

 

Evento #10: $1500 6-Handed No-Limit Hold'em

Il decimo evento delle WSOp ha attirato ben 1477 entries e si è concluso con uno spettacolare heads-up tra Mike Cordell e Pierre Neuvillre. Il belga dopo essere stato tra i november nine dello scorso anno dimostra di essere ancora assetato di vittorie e di braccialetti ma in questo caso è stato l’avversariocon un KK contro 44 di Pierre ad avere la meglio.

mike cordell

1)    Mike Cordell $346,088

2)    Pierre Neuville $213,088

3)    Robert Hankins $148,885 

4)    Lutz Klinkhammer $105,063 

5)    Javier Garcirreynaldos $75,154 

6)    Timothy Cha $54,507

 

 

Evento #9: $10k Heads-Up No-Limit Hold’em Championship

Un field di "soli" 153 giocatori, con un’età compresa tra i 21 e i 69 anni. A giocare le ultime fasi 4 giocatori d’eccezione: Olivier Busquet e Alex Luneau (4° e 3° posto) freschi di GPL, e il runner-up John Smith, veterano di guerra e il più anziano in campo. Ha avuto la meglio però Alan Percal, 23enne al suo primo tavolo finale WSOP, ma già noto nel Circuit.

ALAN PERCAL HEADS UP CHAMPIONSHIP

1)      Alan Percal  $320,574

2)      John Smith $198,192

3)      Alex Luneau $123,929

4)      Olivier Busquet $123,929

 

Evento #8: H.O.R.S.E.

Secondo braccialetto per Ian Johns che ha avuto la meglio in un field di 778 giocatori per una prima moneta di $212,604. Un final table con volti noti come Andre Akkari (6°) Svetlana Gromenkova (7°), già vincitrice di un braccialetto, e Justin Bonomo (2°) che si è arreso proprio in heads up contro Johns.

IAN JOHNS HORSE

1)         Ian Johns 212,604

2)         Justin Bonomo 131,412

3)         Christopher Vitch 92,374

4)         Noah Bronstein 65,866

5)         Georgios Sotiropoulos 47,651

6)         Andre Akkari 34,984

7)         Svetlana Gromenkova 26,070

 

 

Evento #7: $1500 2-7 Draw Lowball 

L’evento 7 ha attirato 279 giocatori con un montepremi di 379.000 dollari e i primi 43 a premio. Tra i big in gara Barry Greenstein che ha chiuso al 9° posto, Jennifer Harman al 13° ed Erik Siedel al 25°. La vittoria invece è andato ad un giocatore al suo primo braccialetto WSOP, Ryan D’Angelo, 30enne di new Yorl che finora alle World Series ha vinto più di 700.000 dollari.

RYAN DANGELO 2 7 DRAW LOWBALL

1)      Ryan D’Angelo $ 92,338

2)      John  Monnette $57-061

3)      Tom Franklin $38,582

4)      Dan Kelly $26,632

5)      Konstantin Maslak $18,775

6)      Todd Barlow $13,524

 

 

Evento #6: $1,500 No-Limit Hold'em

Con ben 2016 entries il torneo No Limit da 1500 dollari di buy-in ha incoronato il primo giocatore europeo di queste WSOP 2016. Si tratta dello svedese Peter Eichhardt che ha messo le mani sul braccialetto e su 438.417 dollari. Un’impresa davvero notevole per il 50enne, scrittore di Stoccolma, al suo primo final table delle World Series. Tra gli altri, all’ottavo posto, segnaliamo Anthony Zinno.

PETER EICHHARDT NO LIMIT HOLDEM

1)

Peter Eichhardt

$438,417

2)

Davis Aalvik

$270,842

3)

Michael Addamo

$196,202

4)

John Racener

$143,563

5)

Tim Farrelly

$106,115

6)

Bruno Borges

$79,241

7)

Raymond Phu

$59,787

8)

Anthony Zinno

$45,582

9)

Richard Dubini

$35,121

 

 

Evento #5: $1500 Dealers Choice 6-Handed

Il Dealer's Choice non verrà certo ricordato per la vittoria di Lawrence Berg, o per il 4° posto di Paul Volpe, quanto piuttosto per il ritorno di Chris 'Jesus' Ferguson alle World Series of Poker, dopo lo scandalo che ha colpito Full Tilt nel 2011. Per Ferguson è arrivato un piazzamento a premio, il primo dopo sei anni.

LAWRENCE BERG  DEALERS CHOICE SIX MAX

1)      Lawrence Berg $125.466

2)      Yueqi Zhu $77.526

3)      Andrew Brown $50.250

4)      Paul Volpe $33.393

5)      Joseph Couden $22.765

6)      John Templeton $15.932

 

 

Evento #4: $1000 Top Up Turbo No-Limit Hold'em

Prima volta, invece, per Kyle Julius, che fa suo il Top Up Turbo da 1.000 dollari mettendosene in saccoccia ben 142.972. 46° posto per Federico Butteroni, che l'anno scorso riuscì ad arrivare al tavolo finale del Main Event.

KYLE JULIUS TURBO NO LIMIT

1)      Kyle Julius $142.972

2)      Bart Lybaert $88.328

3)      Ben Yu $61.137

4)      Karl Held $43.001

5)      Hugo Perez $30.742

6)      Christian Blech $22.345

 

 

Evento #3: $10,000 Seven Card Stud Championship

La prima firma di prestigio alle WSOP 2016 è quella di Robert Mizrachi, che vince il Seven Card Stud Championship (al quale ha partecipato anche Max Pescatori), incassando non solo 242.662 dollari, ma anche il quarto braccialetto in carriera. Soprattutto, Mizrachi è riuscito a vincere un evento delle World Series per il terzo anno di fila.

ROBERT MIZRACHI EVEN CARD STUD CHAMPIONSHIP

1)      Robert Mizrachi $242.662

2)      Matt Grapenthien $149.976

3)      George Danzer $103.230

4)      Ted Forrest $72.971

5)      Steve Weiss $53.012

6)      David Benyamine $39.611

 

 

Evento #2: $565 Colossus II No-Limit Hold'em

Non è stato record, ma i 21.613 entry del Colossus II rappresentano comunque un ottimo risultato, dopo l'esordio dell'anno scorso. Quest'anno, a incassare il milione dedicato al vincitore è stato Benjamine Keeline: secondo posto e 618.000 dollari per Jiri Horak. Diversi gli azzurri a premio: Antonio Mitrotta, Max Pescatori, Walter Treccarichi, Andrea Buonocore e Marco Traniello.

BENJAMIN KEELINE2

1)      Benjamin Keeline $1.000.000

2)      Jiri Horak $618.000

3)      Farhad Davoudzadeh $462.749

4)      Richard Carr $348.462

5)      Marek Ohnisko $263.962

6)      Christopher Renaudette $201.151

 

 

Evento #1: $565 Casino Employees No-Limit Hold'em

Il primo evento, come da tradizione, è dedicato a chi lavora nel mondo dei casinò. L'ha spuntata Christopher Sand, che in heads-up ha avuto la meglio su Kerrijane Craigie, intascando così una prima moneta da 75.157 dollari. Due gli italiani a premio: Simone Ricci e Claudio Falcaro - già 3° in questo stesso torneo cinque anni fa.

 

CJ SAND 2016 WSOP2

1)      Christopher Sand $75.157

2)      Kerrijane Craigie $46.420

3)      Michael Coombs $32.249

4)      Spencer Bennet $22.753

5)      Brian Mikesh $16.038

6)      Tom Ratankul $11.877

 

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti