Il Video della settimana – Quando i giocatori danno di matto

poker  Hilton

Che diavolo staranno pensando? Vi sarà capitato di farvi questa domanda riguardo ad un giocatore seduto al vostro tavolo, ma sappiate che capita anche ai migliori player del mondo.

La risposta, a volte, è sorprendentemente semplice.

Nel nostro video della settimana vediamo un giocatore capace di raggiungere i November Nine che esce un pochettino dagli schemi, per così dire.

Poco prima delle WSOP 2013, si è disputato un torneo a New Orleans, chiamato Southern Comfort 100 National World Series of Poker Championship. Forse non sarà il torneo più prestigioso sulla faccia della Terra, ma sicuramente è il torneo dal nome più lungo.

Rimasti in quattro giocatori, al tavolo sono seduti ancora due vincitori di un braccialetto WSOP. Si tratta di Max Steinberg e Brock Parker – a onor del vero, quest’ultimo di braccialetti alle World Series of Poker ne ha già vinti addirittura tre.

Steinberg avrebbe raggiunto il final table delle WSOP due anni più tardi (insieme con il nostro Federico Butteroni), dove si sarebbe piazzato al 4° posto, vincendo un premio superiore ai 2,5 milioni di dollari.

Nella mano che andiamo a vedere, i due vincitori di braccialetti si esibiscono a livelli estremamente differenti, ma è proprio questo a rendere la mano in questione così interessante.

 

Max Steinberg

 

Parker top, Steinberg flop

Non c’è niente di strano in questa mano, almeno all’inizio. Jonathan Hilton, anche lui coinvolto nel colpo, alla fine avrebbe vinto il torneo – giusto per informazione.

Parker apre con delle carte Broadway piuttosto forti, e sia Hilton sia Steinberg fanno call con mani che hanno del potenziale.

Ed è proprio Hilton a floppare una mano moster. Il futuro vincitore del torneo se la gioca da buon poker player – come ogni libro di strategia sul poker Texas Hold’em suggerirebbe – ed è anche fortunato, perché Steinberge decide di bluffare, oltre al fatto che allo stesso tempo Parker ha centrato la top pair.

 

Brock Parker video poker

 

Anche qui non succede nulla di così insolito, ma il river cambia praticamente tutto. Steinberg fa check dalla prima posizione con jack-carta alta e viene da pensare che ormai abbia deciso di alzare la proverbiale bandiera bianca, visto che non ha nulla in mano e deve affrontare non uno, ma addirittura due avversari…

Parker dimostra perché ha vinto tre braccialetti WSOP e piazza un fold disciplinato, ma qui Steinberg comincia a pensarci su.

Max va in the tank per un minuto buono, prima di decidere di bruciare 335.000 gettoni su un board che non c’entra assolutamente con la sua mano.

Che diavolo avrà pensato?

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page