PSC Barcelona Main Event: Sorrentino terzo, vince Sorensson

sorensson

È Sebastian Sorensson il vincitore del Main Event del PSC Barcelona. Raffaele Sorrentino chiude terzo, per lui quasi un milione di euro.

Un sogno cullato per oltre una settimana, e diventato sempre più concreto nella giornata di ieri. Ma alla fine, un sogno che si è spezzato con tre giocatori ancora in corsa.

Raffaele Sorrentino chiude in terza posizione il Main Event del PokerStars Championship Barcellona, portando comunque a casa quasi un milione di euro di moneta.

Un premio quasi raddoppiato rispetto a quello portato a casa tre mesi fa nel Main Event del PSC Montecarlo, in cui però il giocatore calabrese aveva terminato da vincitore.

A portare a casa il titolo è stato lo svedese Sebastian Sorensson, il quale ha alzato al cielo della Catalogna la picca, al suo primo vero risultato di rilievo nel poker live.

Per il giocatore scandinavo è arrivato il successo dopo aver sconfitto in heads-up un'altra grande sorpresa di questo Main Event, ovvero il bulgaro Lachezar Plamenov Petkov.

Con Akkari per ribaltare tutto

Per Raffaele Sorrentino non è stato un final table facile, al contrario di quanto accaduto a Montecarlo in cui l'azzurro riuscì a gestire da maestro tutta la giornata di gioco.

Il primo acuto era stato piazzato da Andre Akkari, l'altro pro presente al tavolo e capace di prendersi prima la leadership del tavolo, prima di allungare in una maniera che sembrava quasi definitiva.

Poi proprio uno scontro tra 'raffibiza' e il brasiliano ha ribaltato la situazione, con l'azzurro che è risalito e lo stesso Akkari che è calato alla distanza. Per lui è arrivata l'eliminazione in quinta posizione.

Prima di lui era uscito di scena il britannico Usman Siddique, eliminato al sesto posto dopo aver perso un coin flip contro l'uruguaiano Brian Kaufman Esposito: per lui un assegno da 252.000 euro.

Detto del colpo vinto da Sorrentino contro Akkari e di quell'asso sceso al river, il brasiliano ha poi perso il suo ultimo colpo contro Petkov: la coppia di 4 sembra reggere fino al river, quando viene invece counter-fizzata da due 6 e due 5 presenti sul board.

Una corsa chiusa in coin flip

La struttura rende sempre più complicata la gestione degli stack, e sempre più frequenti i push e anche gli showdown. Uno di questi fa un'altra vittima, proprio Esposito.

L'altro giocatore sudamericano presente al tavolo, rimasto ormai corto, è costretto a mettere quasi 5 milioni al centro con K Q ma trova contro A Q di Sorensson: il board non aiuta, si resta in tre.

Così, considerando anche la struttura molto ripida dei bui, si opta per il deal. Premi molto equilibrati così come gli stack in gioco, e si può riprendere a dare la caccia alla picca.

sorrentino barcellona2

La fortuna ottenuta nel colpo contro Akkari non si ribadisce per Sorrentino nello spot che avrebbe potuto cambiare tutto, e che invece dà vita all'eliminazione del nostro rappresentante.

Push con A Q per 'raffibiza', call di Sorensson con 3 3: anche in questo caso il board non cambia la sostanza, l'azzurro esce di scena e dice addio ai sogni di back-to-back.

Così si va in heads-up, Sorensson ha un grande vantaggio su Petkov e lo sfrutta. La mano decisiva vede lo svedese con K J e il bulgaro con Q J, con quest'ultimo che entra in gut-shot al flop ma non chiude la sperata scala.

Il trionfo è tutto svedese, andiamo a vedere la struttura dei premi per il tavolo finale:

  1. Sebastian Sorensson €987.043*
  2. Lachezar Plamenov Petkov €917.347*
  3. Raffaele Sorrentino €850.110*
  4. Brian Kaufman Esposito €402.000
  5. Andre Akkari €317.960
  6. Usman Siddique €252.000

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti