PSC Barcellona Main Event: Sorrentino e Bendinelli a caccia

raffibiza montecarlo2

Torna grande l'Italia del poker nella manifestazione che di fatto sentenzia la fine dell'estate, ma non la fine della stagione pokeristica a livello internazionale.

Il Day 3 del Main Event del PokerStars Championship di Barcellona, infatti, vede un paio di alfieri niente male per il nostro movimento, tra i giocatori che sono riusciti a qualificarsi per la giornata odierna.

E se nel caso di Giuliano Bendinelli c'è la voglia di riemergere dopo un periodo in cui sono mancati i risultati di rilievo, c'è chi si ritrova a dare la caccia ad un clamoroso bis.

Stiamo parlando di Raffaele Sorrentino, che lo scorso mese di maggio ci fece sognare andando a prendersi il Main Event del PSC Montecarlo, e ora si trova ancora tra i superstiti nella capitale catalana.

La giornata di oggi sarà dunque cruciale per capire il destino di questo evento targato PokerStars e soprattutto dei due italiani rimasti in corsa, schierati con stack decisamente diversi tra loro.

Sorrentino vuole la doppietta

Partiamo proprio da Raffaele Sorrentino, il quale sembra quasi esaltarsi quando c'è da giocare questi grandi tornei in Europa. E tre mesi dopo l'exploit monegasco, ci riprova.

"raffibiza" è infatti in Top 20 nel chipcount al termine del Day 3, con poco meno di un milione di chip imbustate ma soprattutto ottime sensazioni per il proseguio dell'evento.

Nella giornta odierna, Sorrentino troverà posto in una posizione non esattamente comodissima, in mezzo tra il britannico Patrick Leonard e il giapponese Tsugunari Toma, rispettivamente secondo e quinto nel count.

bendinelli
Anche Bendi ci prova

Più scomoda in termini di stack a disposizione la situazione di Giuliano Bendinelli. Appena 214.000 chip e solo sette giocatori con uno stack più piccolo del suo.

Il player genovese dovrà inventarsi qualcosa nelle fasi iniziali del Day 4, anche per poter giocare in maniera più tranquilla e poter continuare a scalare la graduatoria.

Comanda l'Australia

È Benjamin Richardson il chipleader dei settanta giocatori rimasti in corsa dopo la disputa del Day 3. Il giocatore australiano ha chiuso la sua busta con 2.804.000 all'interno, e con un buon vantaggio sugli inseguitori.

Solo due giocatori, oltre al primo della classe, hanno infatti più di due milioni. Si tratta del già menzionato giapponese Toma e del canadese Scott Wellenbach. Il tutto in un chipcount che vede nove nazioni rappresentate nella Top Ten.

Eccola, la Top ten del chipcount:

  1. Benjamin Richardson 2.804.000
  2. Tsugunari Toma 2.448.000
  3. Scott Wellenbach 2.032.000
  4. Aleksandr Gofman 1.915.000
  5. Patrick Leonard 1.785.000
  6. Nadia Wanzi 1.657.000
  7. Mesbah Guerfi 1.552.000
  8. Brian Kaufman Esposito 1.465.000
  9. Albert Daher 1.381.000
  10. Aeragan Arunan 1.345.000

Notiamo subito la presenza di una donna, l'olandese Nadia Wanzi, la quale ha vissuto un grande Day 3. Ma soprattutto notiamo l'assenza di spagnoli in cima: il migliore finora è Ramon Miquel Muñoz, in centro al gruppo.

Oltre ai nostri due rappresentanti, da seguire con grande attenzione in questo Day 4 il brasiliano Andre Akkari, l'americano Nick Petrangelo e il lituano Matas Cimbolas.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti