Promossi e Bocciati della Settimana: le Iene e la Triplete Danese!

triplete

Con gli eventi live a farla da padrone, la nostra perfida rubrica copre d'alloro l'EPT Campione e manda all'inferno le Iene e l'ipocrisia americana. Insieme al Milan.

Torna anche questa settimana il nostro puntale appuntamento con una delle rubriche più fastidiose del momento, quella dei promossi e bocciati della settimana a cura della redazione di PokerListings Italia.

Con una settimana dominata dagli eventi live e da polemiche quasi interminabili, non siamo riusciti a non dare all’EPT di Campione il ruolo principe degli ultimi sette giorni ed abbiamo resistito fino all’ultimo alla tentazione di inserire qualcosa di extra pokeristico nella nostra lista.

Perché vedere il Milan accusare il mondo per un gol negato ma non spendere neppure una parola sul rigore non dato al Barcellona durante la partita di Coppa dei Campioni è davvero talmente paradossale da meritare ai Rossoneri la più sonora delle bocciature.

Promossi e Bocciati della Settimana: 26 Marzo – 1 Aprile

Promossa: la triplete danese

Come già detto nella nostra lista di “promossi e bocciati” pubblicata due settimane fa, la Danimarca ha deciso che il 2012 debba essere l’anno del riscatto – ed ha cominciato ad agire con una serie di prestazioni da lasciare veramente senza fiato.

Nemmeno il tempo di riprenderci dalla doppietta micidiale realizzata da Mickey Petersen (campione all’EPT di Copenaghen)  e Frederick Jensen (laureatosi campione all’EPT Madrid solo dieci giorni fa) ed ecco che già dobbiamo registrare una nuova triplete grazie alla straordinaria vittoria di Jannick “EDWARDHOPPER” Wrang al primo European Poker Tour mai giocato a Campione d’Italia.

Insomma…se le cose continueranno ad andare in questo modo e se la Danimarca riuscirà a fare quello che ha fatto l’inarrestabile Russia del 2011, sappiamo già su chi scommettere per il titolo delle WSOP…

Bocciate: le Iene di Italia1

Lo abbiamo capito – parlare di poker fa audience, soprattutto quando lo si fa in maniera negativa.

Il problema, però, è che ll gioco che Le Iene portano avanti da oltre un anno è fatto di disinformazione, servizi costruiti ad hoc per supportare un punto di vista già deciso prima dell’indagine giornalistica ed illazioni che – mezza verità dopo mezza verità – concorrono in quell’orrendo gioco che è la celebre macchina del fango di berlusconiana memoria.

Accanendosi come sempre contro la comunità del poker online, la scorsa puntata delle Iene ha infatti mostrato un servizio – per altro talmente assurdo da esser stato pure temporaneamente rimosso dal sito ufficiale del programma – lungo 10 minuti di puro terrorismo psicologico e, chi gioca a poker lo sa, talmente pieno di errori da far pensare ai temini di Io speriamo che me la cavo. Vergognoso.

Promosso: l’EPT Campione 2012

Già nominato con la prima promozione di questa settimana, quella della triplete danese, l’European Poker Tour di Campione d’Italia si guadagna un posto tutto suo nella nostra rubrica visto l’ottimo successo raccolto dall’evento.

Con oltre 3.000 giocatori iscritti ai diversi eventi parte della nuova tappa, il primo EPT della storia di Campione d’Italia ha mostrato come il circuito europeo di PokerStars abbia senza dubbio trovato una nuova casa dalla quale sarà difficile staccarsi. Il successo di Campione è stato enfatizzato anche dall’AD del casinò che ha salutato con piacere i benefici che un evento simile è stato in grado di portare alla sala come a tutto il territorio.

Bocciata: l’ipocrisia degli Stati Uniti

La scorsa settimana, almeno nel Paese a stelle e strisce è stata caratterizzata dalla corsa ai biglietti per la lotteria Mega Millions, un colosso che mette in palio un montepremi di oltre seicento milioni di dollari. Somme che ti possono cambiare la vita per generazioni…ed alle quali è difficile resistere…non fosse però per lo strano doppiopesismo che le regola!

Se da una parte l’azzardo a queste cifre è davvero una tentazione micidiale, è innegabile che le lotterie in generale siano il modo più facile per buttare il proprio denaro. E, come se non bastasse, è anche il modo più stupido per pagare tasse sul gioco anche in assenza di vittoria.

Senza voler sembrare troppo contro il governo americano, non riusciamo comunque a farci piacere poi tanto un’amministrazione che autorizza i suoi cittadini a spendere 1.5 miliardi di dollari in biglietti per una sola lotteria e che poi impedisce agli stessi cittadini di giocare a poker online. Questa è ipocrisia allo stato puro.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti