PokerStars.it cambia l’assegnazione delle ricompense, scoppia la polemica

tavolo pokerstars online2

Tagli al rakeback e alle ricompense fino all’85% in meno per i giocatori che producono un volume alto. Ecco tutte le novità di PokerStars.it che fanno già discutere.

PokerStars.it cambia ancora, e lo fa nuovamente cercando di privilegiare i giocatori amatoriali a scapito dei grinder.

In un lungo post comparso ieri sul sito ufficiale della compagnia, il direttore per l’innovazione e le operazioni di PokerStars, Severin Rasset, ha spiegato la natura delle modifiche al rakeback e al sistema delle ricompense.

Una lunga premessa

Nel post in questione, Rasset ha parlato di come e perché PokerStars abbia deciso di mutare il proprio orientamento nei confronti del cosiddetto VIP System, tornando sulle modifiche che la poker room aveva approntato già l’anno scorso.

“L'anno scorso abbiamo introdotto la prima serie di modifiche con i VIP Steps. Da allora, molti dei nostri giocatori con un volume di gioco elevato si sono concentrati sulle vittorie ai tavoli, tralasciando uno stile ottimizzato per le ricompense”, ha spiegato Rasset.

“Vogliamo incoraggiare ulteriormente questo comportamento ai tavoli: questo promuove una tipologia di poker più naturale e coinvolgente, offrendo una migliore esperienza per tutti.

Abbiamo inoltre rilevato altri concreti segnali positivi: un numero maggiore di mani ha visto il flop, piatti di dimensioni maggiori, nuovi utenti hanno giocato più a lungo sul sito rispetto all'anno precedente e alcuni lo hanno fatto con maggior frequenza”.

E poi la stoccata

pokerstars vip club

Il succo dei cambiamenti viene spiegato da Severin Rasset nella parte finale del suo intervento: L'attuale modello di rakeback basato sul volume verrà ritirato e sostituito da un altro che premia prendendo in considerazione svariati fattori tra cui volume e frequenza di gioco, livelli di puntata e depositi netti.

I giocatori le cui ricompense subiranno una significativa riduzione con il nuovo programma, saranno contattati oggi stesso e informati in dettaglio di questo impatto. Tutti i giocatori verranno contattati direttamente tramite email con ulteriori dettagli nel periodo precedente il lancio in ciascun paese”.

Sul web è già polemica

Naturalmente la notizia ha fatto il giro del web in pochissimi minuti, sollevando le proteste dei grinder, già penalizzati dai cambiamenti fatti da PokerStars l’anno scorso e ora nuovamente vessati, nonostante la promessa di mantenere la struttura di rakeback e ricompense invariate per tutto il 2017.

Invece il nuovo sistema entrerà in vigore da giugno, con alcuni giocatori che perderanno circa l’85% di rakeback. Una vera e propria mazzata che ha portato alcuni player a ipotizzare clamorosi scenari di mercato. “Se mi date una quota sensata - na roba sugosa - sidebetto sorpasso Party/888 entro due anni”, ha scritto ieri Giovanni Rizzo sul suo profilo Facebook.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti