PokerStars distrugge Full Tilt: all'EPT di Londra è 3-0

IMG3829

La sfida di heads-up online è un monologo assoluto del Team capitanato da Daniel Negreanu.

Come dice bene il cane Lafayette ne Gli Aristogatti, non puoi mica vincere sempre. Certo è che perdere tre sfide su tre, e racimolare la miseria di un heads-up vinto su un totale di nove, è una debacle che al confronto Caporetto è una gita a Disneyland. Stiamo parlando naturalmente della sfida tra il Team PokerStars e il Team Full Tilt Poker, giocata ieri a cavallo con la prima giornata dell'EPT di Londra. E vinta, anzi, stravinta da Daniel Negreanu, Bertrand 'ElkY' Grospellier e Isaac Haxton.

3-0, 3-0, 2-1. Questi i risultati parziali, con Negreanu e Grospellier che hanno ottenuto bottino pieno contro Gus Hansen e Viktor 'Isildur1' Blom, mentre Isaac Haxton ha concesso un heads-up a Tom 'durrr' Dwan. Il trio di PokerStars ha letteralmente dominato, incassando 50.000 dollari ciascuno e stabilendo la supremazia della poker room più grande al mondo, non soltanto a livello di quote di mercato.

Questi i commenti a caldo dei protagonisti:

Gus Hansen

Sono messo bene nel primo match e in vantaggio nel secondo e nel terzo. A un certo punto sono avanti 8 a 1 quando Daniel va all-in. Ma piano piano Daniel torna in vantaggio e vince con KK contro JJ. Chiaramente sono molto deluso".

Tom Dwan

Se Hansen rende esplicito tutto il suo dispiacere, 'durrr' lo fa con una sola, laconica dichiarazione:

Be', non ho vinto. Volevo vincere, ma non ho vinto. Tutto qua.

Bertrand Grospellier

Molto più chiacchierone, invece, il buon ElkY:

"È andata alla stragrande. Abbiamo cenato insieme ieri sera, con tutto il team PokerStars, e Daniel Negraenu, Eugene Katchalov e soprattutto Isaac Haxton (perché ha giocato tanto contro Isildur) mi hanno dato dei consigli. Mi sono anche visto un sacco di suoi (parla di Blom, ndr.) match del SuperStar Showdown di PokerStars, così ho raccolto tante informazioni sul suo stile, più di quante lui ne avesse sul mio, dato che non gioco più tanti heads-up come una volta.

Penso che il fatto di aver giocato in modalità sit and go abbia costituito un vantaggio per me, perché gli stack non sono così deep, situazione in cui il mio avversario è molto forte. Le sue specialità sono le overbet.

Anche il fatto di aver giocato tre partite così veloci è andato a mio vantaggio. Lui è fortissimo perché ci mette poco a capire cosa ha in mente il suo avversario. Quindi a prescindere dalla mia strategia, lui si sarebbe adattavo velocemente e penso che non avrei vinto se avessimo giocato per molte ore di fila.

Vincere, in particolare 3-0, è ancora più bello, perché alle PCA 2011 avevo perso contro di lui, in heads-up. È stato anche importante per il team di PokreStars, perché in teoria era la sfida più difficile per noi: lui era nettamente il favorito."

Daniel Negreanu

Naturalmente raggiante Daniel Negreanu, capitano del Team PokerStars:

"Be', avevo detto 3-0 per noi ed è andata così. Cavolo, mi è quasi preso un infarto quando ho sbagliato a cliccare, due volte! Due volte, non ero abituato al software, su PokerStars parte un beep quando c'è da fare attenzione. Quasi finivo per mettere in difficoltà il mio team, ma fortunatamente ho vinto comunque.

Non pensavo avremmo vinto 8-1, ma ero sicuro ci fossimo preparati bene. Il team era fortissimo e Isaac ci ha aiutato molto: aveva molte informazioni sui nostri avversari, ci ha fatto da coach. È stato un buon lavoro di squadra.

La mia partita contro Gus? Ovviamente era molto importante. Ho vinto il primo match, ottima cosa. Poi quando ho sbagliato a cliccare è cambiato il vento. Stavo per vincere, e mi sono ritrovato in svantaggio netto. Sono stato un po' fortunato, ho visto buone mani, e mi sono concentrato e mi sono detto: 'scordati quella mano, è finita. Concentrati e basta'.

Se ci sarà un rematch? Be', questo spetta a loro. Mi piacerebbe donare altri soldi, quindi sarei più che contento di giocarci contro ancora (ride, ndr.)!"

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti