PokerStars Championship Montecarlo: Schemion come a casa

ole schemion

Ole Schemion inizia alla grande la sua trasferta per il PokerStars Championship a Montecarlo. Suo l’Opening Event, laddove aveva trionfato un anno fa nel Super High Roller.

Dove eravamo rimasti? Sembra essersi chiesto questo ieri sera Ole Schemion, al momento in cui ha chiuso nel migliore dei modi – almeno per lui – il primo torneo disputato a Montecarlo.

Il PokerStars Championship approda per la prima volta nel Principato e incorona ancora una volta il fortissimo giocatore tedesco, che sembra avere un feeling particolare con il Casinò monegasco.

Tra le sue mani, infatti, è finito il trofeo nell’Opening Event da 10.000 euro di buy-in, con il trionfo che si è consumato nella serata appena trascorsa.

Il luogo del delitto è lo stesso di un anno fa, quando Schemion fece suo il Super High Roller da 100.000 euro di buy-in. In quel caso, si stava consumando il Grand Final della dodicesima stagione dello European Poker Tour, e ad arrendersi a Ole fu il nostro Mustapha Kanit.

Quindi si può dire che a Montecarlo si è ripreso esattamente da dove ci si era fermati, ovvero con un trionfo da parte di Schemion, il quale ha regolato un field mica da ridere.

La carica dei 110

Esattamente, erano ben in 110 in questo evento che ha dato il via a una grande settimana di poker nel Principato. Un altro segnale del fatto che queste location – quelle tradizionali per capirci – sono le più gradite anche dai più forti.

Ed ecco che arrivano a cascata giocatori di grande spessore. Tra questi ci sono Byron Kaverman, Anthony Zinno e Mike Watson, i quali vanno ad un passo dal sedersi al tavolo finale senza però riuscirci.

odwyer monaco
Niente "effetto mango" per O'Dwyer

Ma anche un Daniel Negreanu che come sempre si è fatto notare per la sua verve e per la sua parlantina al tavolo, iniziando però con uno ‘zero’ la sua nuova avventura monegasca.

Si giunge così ad un tavolo finale ricco di stelle, con Vladimir Troyanovskiy che fa da uomo-bolla e con Ryan Riess che tenta il colpaccio, in ricordo dei bei tempi in cui metteva migliaia di giocatori in riga per vincere il Main Event delle WSOP.

Tuttavia, il giocatore americano si deve accontentare di una comunque onorevole sesta posizione, lasciando ad altri il proscenio.

Trofeo che resterà in Europa, ma che non va ad aggiungersi alla collezione di Steve O’Dwyer. L’effetto del mango già visto a Macau sembra essersi concluso, anche se arriva una quarta posizione che aggiunge 100.000 euro al suo bankroll.

La corsa di Ole

Si rimane in tre, ma ben presto si giungerà all’heads-up a causa dell’eliminazione di Koray Aldemir. Il giocatore austriaco si fa da parte dopo aver a lungo sognato il trionfo, ma per il momento Schemion e l’azero Murad Akhundov dimostrano di averne di più.

Ed ecco che arriva il testa a testa. Ricordate quell’aria di Montecarlo che sembra giovare a Schemion? Proprio questa lo aiuta a superare l’ostacolo azero per vincere il titolo, un anno dopo quel Super High Roller.

Andiamo a vedere quanto hanno vinto i primi dieci di questo Opening Event al PSC Montecarlo:

  1. Ole Schemion €274,750
  2. Murad Akhundov €188,860         
  3. Koray Aldemir €123,770
  4. Steve O`Dwyer €100,300              
  5. Lucas Greenwood €80,560          
  6. Ryan Riess €62,950          
  7. Jonathan Bensadoun €49,610     
  8. Gerald Karlic €37,880     
  9. Vladimir Troyanovskiy €27,740   
  10. Mike Watson €22,400

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti