PokerStars cestina Duel! L’applicazione di Ronaldo è un fallimento

cristiano ronaldo duel pokerstarsapp pro cropped

L’applicazione lanciata da PokerStars all’inizio dell’anno si è rivelata un fallimento: il progetto è stato definitivamente abbandonato.

Progetto bocciato. Possiamo riassumere così, con queste due parole, il buco nell’acqua fatto da PokerStars con DUEL, l’applicazione per dispositivi mobile che avrebbe dovuto rappresentare lo strumento ideale per chi vuole giocare a poker senza sentirsi legato ai tempi di una partita.

Lo scorso 11 febbraio, PokerStars ha dato vita alla fase di test di questa poker app mobile, chiamata appunto DUEL. Questo gioco a turni, in modalità heads-up e a soldi veri, era stato creato appositamente per quelle persone che non possono permettersi di investire troppo tempo, risorsa fondamentale per chi vuole giocare a poker

DUEL, infatti, avrebbe permesso ai giocatori di effettuare la propria mossa e poi lasciare la partita in attesa che l’avversario effettuasse la contromossa, un po’ come succede in tanti altri giochi cosiddetti ‘turn-based’. L’applicazione avrebbe inviato un alert sul dispositivo mobile del giocatore, una volta che l’avversario avesse completato il suo turno.

[Leggi la recensione di Duel]

Scarsa risposta degli utenti

pokerstars duel app

Trovare i giocatori con cui “duellare” era anche piuttosto semplice. Si poteva pure competere contro gli amici, sia a soldi veri sia a soldi vinti, semplicemente connettendo l’applicazione con i profili di vari social network, inclusi i due più famosi e utilizzati: Facebook e Twitter.

PokerStars sperava che nonostante il tempo, gli sforzi e l’ingente somma di denaro spesa per sviluppare l’app, questa esperienza avrebbe permesso all’azienda di preparare il terreno allo sviluppo di ulteriori applicazioni simili in futuro.

E invece, all’inizio di giugno, DUEL è stata ritirata dai vari store, a causa dello scarso interesse suscitato tra i giocatori.

Un portavoce di PokerStars ha spiegato così l’addio a DUEL: “Dopo aver analizzato i dati di utilizzo della fase beta abbiamo determinato che l’applicazione non fosse commerciabile su larga scala”.

Purtroppo, va detto, PokerStars non è riuscita a creare una sorta di variante di poker (anche se DUEL non aveva regole diverse dalle solite del Texas Hold’em) che avesse il potenziale di attirare un nuovo pubblico verso il poker online.

Quando Ronaldo da solo non basta…

Alcune critiche mosse contro DUEL hanno sottolineato la mancanza di premi in denaro o non legati al poker che potessero attirare in qualche modo anche chi a poker non aveva mai giocato.

Inoltre, in molti si sono domandati come mai DUEL non sia stato pubblicizzato a sufficienza, sebbene Cristiano Ronaldo ci abbia messo la faccia durante la fase di  lancio, avvenuta durante il PokerStars Caribbean Adventure di gennaio.

La palla ora passa nuovamente a PokerStars, che dovrà rimboccarsi le maniche se vorrà provare a raggiungere l’obiettivo di produrre un’app mobile assolutamente imperdibile e capace di attirare l’attenzione di un pubblico nuovo e più vasto.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page