Poker Player Australiani: le storie di Hachem, Lisandro, Judah e Warne

Jeff Lisandro 2
Jeff Lisandro

Così come in altri ambiti, anche nel poker sono diversi i nomi di giocatori eccellenti provenienti dall'Australia.

A titolo di esempio è possibile citare Joe Hachem, Jeff Lisandro, Mel Judah, Jackqueline Glazier e Martin Kozlov. Tra di loro il più famoso è probabilmente l'italoaustraliano Lisandro. Dopo il boom del poker online, osserva il sito Pokerupdate.com, i professionisti provenienti dalla terra dei canguri non sono più obbligati a recarsi negli Stati Uniti per farsi un nome.

Non dategli del ladro

Alcuni ricordano ancora il battibecco tra Lisandro e Prahlad Friedman in occasione del Main Event delle World Series of Poker del 2006, durante il quale Lisandro minacciò di staccare la testa a Friedman, reo di aver insinuato che il concorrente avesse rubato le ante. Tra le vittorie di Lisandro alle Wsop si ricordano il “$ 2,000 Seven Card Stud” del 2007 e ben tre braccialetti del 2009, rispettivamente per gli eventi “$1,500 Stud”, “$10k Stud Hi-Lo Championship” e “2,500 Razz”.

Il re dello stud poker

I successi ottenuti durante le Wsop del 2009 permisero di incoronare Lisandro con la “Stud Triple Crown”, titolo che solo altri tre giocatori nella storia del poker sono riusciti a ottenere.

Un successo dietro l'altro

joseph hachem 1302
Joe Hachem

Al 2010 e al 2014 risalgono altri due braccialetti conquistati rispettivamente alle WSOP Europe e alle WSOP Asia-Pacific. Nato a Perth, in Australia, ma cresciuto nel Salernitano, Lisandro avrebbe appreso i rudimenti del poker dalla madre, fin dall'età di cinque anni. Al tavolo verde Lisandro fa spesso uso di gomme da masticare per ridurre il rischio di “tells”.

Illustre primato

Joseph Hachem, giocatore di origini libanesi nato nel '66, è l'unico campione  proveniente dall'Australia ad aver raggiunto il primo posto al Main Event delle Wsop. La vittoria dell'edizione 2005 permise ad Hachem di portarsi a casa 7 milioni  e mezzo di dollari. L'anno successivo Hachem si distinse al World Poker Tour, guadagnando altri due milioncini.

Reinventarsi un lavoro

Nato in Libano, all'età di 6 anni Joseph Hachem si trasferì in Australia con la famiglia. Per 13 anni svolse la professione di chiropratico, fino a quando contrasse una rara malattia che colpisce i vasi sanguigni delle mani.

Un successo dietro l'altro

Dalla fine degli anni Novanta Hachem cominciò a giocare sempre più frequentemente, per approdare quindi ai tornei locali e successivamente alle Wsop. Le sue vincite complessive ammontano a poco più di 12 milioni di dollari.

Solidarietà con i satelliti

Negli ultimi anni Hachem è stato impegnato nell'organizzazione di tornei benefici  insieme al connazionale Shane Warne. I vincitori del torneo “Joe Hachem and Shane Warne Charity Poker” hanno avuto l'opportunità di prendere parte gratuitamente al Main Event delle Wsop. Lo stesso Warne, ex professionista del cricket, gioca proficuamente anche a poker (nel 2008 ha firmato un contratto come testimonial per la room “888”, mentre nelle ultime Wsop è riuscito ad andare a premio al Main Event).

Mel la volpe

 

mel judah

Proseguendo nella carrellata dei giocatori australiani di poker, da ultimo ma non per importanza merita di essere menzionato il “veterano” Mel Judah, soprannominato anche “The Silver Fox”. I primi successi della “volpe d'argento” Judah, nato a Calcutta nel '47, risalgono alla fine degli anni Ottanta.

Si ricordano, a proposito, i due braccialetti dell'89 e del '97 alle Wsop rispettivamente per gli eventi “$1500” e “$5,000” Seven-Card Stud. Sempre nel '97, Judah arrivò terzo al Main Event delle Wsop, vinto in quell'edizione da Stu Ungar.

Per diversi anni Judah svolse la professione di parrucchiere, un lavoro che per sua stessa ammissione gli consentì di comprendere più a fondo la psicologia delle persone.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti